GP Belgio F1 2012: DRS vietato all’Eau Rouge

Formula 1: nel circuito di Spa-Francoprchamps, in occasione del Gran Premio del Belgio, è stato vietato l'uso del DRS nel tratto più celebre e pericoloso dell'Eau Rouge

da , il

    Eau_Rouge_2010_by_oppositelock

    E’ difficile parlare del circuito di Spa-Francorchamps senza nominare la sua curva più celebre: l’Eau Rouge! In occasione del Gran Premio del Belgio di Formula 1 2012, la FIA ha vietato l’uso del DRS in quella precisa zona della pista. Una scelta analoga era stata fatta dodici mesi fa. Questo la dice lunga sulla particolarità di un pezzo d’asfalto divenuto leggendario. Teatro di incidenti sempre spettacolari talvolta anche dolorosi, il tratto dell’Eau Rouge e del Radillon solleva per poi schiacciare le monoposto verso il basso ed alleggerirle nuovamente, infine, improvvisamente nel cambio di traiettoria e di pendenza. In barba a tutto ciò, intanto, la McLaren lascia intendere di essere pronta a portare in pista il doppio DRS in stile Mercedes, già sperimentato anche dalla Lotus di un Kimi Raikkonen quanto mai favorito. E’ il finlandese, tanto se non più di Schumacher, il vero re delle Ardenne. Non lo sapevate?

    DRS vietato all’Eau Rouge d Spa-Francorchamps

    DRS vietato all’Eau Rouge nel corso del Gran Premio del Belgio di F1 2012. Il tratto scelto dai commissari della Federazione Internazionale dell’Automobile per far utilizzare l’ala mobile posteriore al fine di agevolare i sorpassi, è il rettilineo del Kemmel. Quello che segue il già citato tratto Eau Rouge-Radillon. Quello, per intenderci, al termine del quale Mika Hakkinen fu protagonista del mitico sorpasso a Michael Schumacher con Ricardo Zonta chiuso a sandwich… Il punto di rilevazione è a 235 metri prima della curva 2.

    McLaren pronta con un doppio DRS da testare

    La McLaren non lascia. Anzi, raddoppia. Seguendo quanto fatto ad inizio stagione dalla Mercedes e recentemente replicato dalla Lotus, la scuderia di Woking pare sia pronta a portare in Belgio una sorta di doppio DRS in grado di amplificare la velocità di punta della monoposto nei tratti che richiedono basso carico aerodinamico. “Stiamo studiando un sistema che non è come quello della Lotus”, ha ammesso Sam Michael. Proprio la Lotus dovrebbe essere pronta per far debuttare in qualifica e gara il dispositivo già testato negli ultimi due weekend di gara.

    Kimi Raikkonen è il re di Spa

    E’ giusto celebrare Michael Schumacher. Spa-Francorchamps è il circuito più importante in assoluto del sette volte iridato. Un altro campione che con la pista delle Ardenne ha un rapporto speciale è Kimi Raikkonen. In tutta la sua carriera, Iceman ha disputato 7 edizioni del GP del Belgio. Se si escludono 2 ritiri, volete sapere cosa resta? Restano 4 vittorie e… la folle edizione del 2008 con Kimi al comando fino a pochi giri dalla fine quando un acquazzone ed un epico duello ruota a ruota lo portano all’incidente a poche curve dalla fine mentre era ancora in testa. O quasi. Insomma: il finlandese è sostanzialmente imbattuto – imbattibile – a Spa. E’ riuscito a vincere persino con la fallimentare Ferrari F60 del 2009 e con la pessima McLaren del 2004.