GP Belgio F1 2013, Lotus: clamorosa verità sul ritiro di Raikkonen! [FOTO]

Si viene a sapere oggi la vera causa del ritiro di Kimi Raikkonen nel Gran Premio del Belgio 2013 di Formula 1

da , il

    GP Belgio F1 2013, Lotus: clamorosa verità sul ritiro di Raikkonen!

    Si viene a sapere oggi la vera causa del ritiro di Kimi Raikkonen nel Gran Premio del Belgio 2013 di Formula 1. La cosa ha veramente del clamoroso, perché – secondo quanto ammesso dai tecnici della Lotus - a mettere KO il freno anteriore sinistro della E21 ed interrompere la striscia di 38 arrivi consecutivi al traguardo del finlandese è stata una visiera a strappo di un casco gettata via da un collega che si è sfortunatamente andata ad infilare nel condotto di raffreddamento dell’impianto frenante. Questo inconveniente ha portato ad un surriscaldamento di disco e pastiglie compromettendo, ovviamente, nel giro di breve tempo, la funzionalità del meccanismo.

    Le immagini in Tv hanno mostrato il disco incandescente e molta polvere di carbonio che usciva in frenata. Quando Raikkonen ha effettuato il primo cambio gomme, la visiera a strappo è stata tolta ma ormai era troppo tardi perché l’efficienza dell’impianto era stata già definitivamente compromessa. Con questo ritiro, il biondo di Espoo ha rimediato un distacco in classifica mondiale che difficilmente potrà essere recuperato. 63 sono i punti in più che può vantare Vettel.

    Raikkonen: “Un giorno storto ci sta”

    Come suo solito, Raikkonen non fa drammi:“Non aveva senso continuare con quel problema ai freni - ha dichiarato a fine GP del Belgio ho fatto tante gare con buona affidabilità, prima o poi doveva succedere”, ha commentato. Eric Boullier ha aggiunto:“Dopo una brutta qualifica ci aspettavamo una gara difficile. In effetti tutto il fine settimana è stato deludente. Forse anche le temperature basse non ci hanno favorito”.

    Boullier: “Kimi sta bene la Lotus ma i Rally restano vietati”

    Il team principal della Lotus, al pari di tanti altri all’interno del team, sembra piuttosto distratto anche dalla definizione del futuro di Raikkonen. In tal senso, Boullier crede che la partita non sia ancora chiusa:“Sono sicuro che potrò trattenerlo – ha dichiarato a Sky Sports – Lui ama la nostra squadra e gli piace stare con noi. E’ un piota eccezionale con un passo gara incredibile” Un aspetto che potrà, però, creare frizioni tra squadra e pilota è l’assoluto divieto di correre nei rally. Memore di quanto accaduto con Robert Kubica, la Lotus non concederà mai questa possibilità ad un suo pilota. Discorso diverso per la Ferrari che già lo ha usato nel 2009 come pilota su una Grande Punto…