GP Belgio F1 2014, Ferrari da podio? Alonso: “Gara interessante davanti a noi”

Qualifica positiva per la Ferrari e Fernando Alonso nel Gran premio del Belgio

da , il

    GP Belgio F1 2014, sabato pre gara

    La quarta posizione è più di quanto probabilmente ci si poteva attendere in qualifica dalla Ferrari a Spa-Francorchamps. Alonso riesce a tenersi dietro Ricciardo e le due Williams, gente che con l’asfalto asciutto sarebbe stata davanti alla F14 T.

    Si può impostare una strategia di gara interessante, sperare nel podio e augurarsi che la Red Bull di Vettel sia in fondo meno veloce sul dritto di quanto emerso nelle libere 3. Viceversa, i margini per agguantare un altro terzo posto dopo Budapest si riducono notevolmente. Quanto a Raikkonen, l’ottavo posto non dice nulla, a più di 1 secondo dal compagno di squadra. Ennesimo week end difficile per Kimi e probabilmente quanto riuscito a sistemare sull’assetto della sua Ferrari garantisce migliori performance sull’asciutto: aspettiamo domani per giudicarlo.

    Nemmeno Pat Fry esclude la chance di un buon risultato in gara: «Vedremo se sarà possibile il podio domani, sarà un gara lunga e difficile, al momento credo potremo giocarcela e sembra non pioverà. Kimi ieri ha avuto una giornata disastrosa e non ha potuto girare, abbiamo fatto bene quanto potevamo e sembra contento del bilanciamento ottenuto». C’è un altro pilota, però, che ha impressionato nelle qualifiche del Gran premio del Belgio. E’ Jules Bianchi, passato in Q2 e domani in griglia 16mo. Il dettaglio? Guida la Marussia, se è sfuggito ai meno attenti. «E’ un momento molto buono per me, sia la prima parte della stagione che adesso. Dobbiamo continuare a lavorare, è difficile per questa squadra, mancando il budget. Domani non mi aspetto cose spettacolari, ieri eravamo indietro rispetto alla Sauber e domani sarà lo stesso».

    Alonso è tipo da non nascondere solitamente il disappunto, così sentirlo “contento” del risultato odierno lascia ben sperare: «La qualifica è andata molto bene, la posizione è molto buona e non penso che con l’asciutto saremmo stati in condizione di partire quarti. C’è una gara interessante davanti a noi, con le Williams, le Red Bull, gente che va forte e noi dovremo tenere il passo. E’ andato tutto come ci aspettavamo, la macchina con questi livelli di carico medio-basso è molto leggera, più veloce sui rettilinei e ci siamo adattati meglio di altri, perché sembriamo un po’ più competitivi».

    Precise ragioni tecniche tengono dietro, invece, le Williams, accreditate per la pole o almeno la prima fila, dopo le libere 3. La macchina è un fulmine grazie al basso carico aerodinamico generato, ma sul bagnato il dettaglio si paga a caro prezzo. «Si mi aspettavo di essere più competitivo, la sesta posizione con queste condizioni non è male e il secondo settore era un po’ troppo lungo per noi. In gara dovremmo avere un buon passo, il podio è alla portata, non sarà semplice azzeccare tutto e sia Ferrari che Red Bull non vanno male: l’obiettivo è lottare con loro, se faremo un buon lavoro saremo sul podio», sintetizza Bottas.

    Fabiano Polimeni