GP Belgio F1 2014, Ferrari e Williams in lotta. Alonso: “Non possiamo fare magie”

In Ferrari Alonso è ancora terzo dopo il venerdì di prove libere del Gran premio del Belgio, mentre Raikkonen soffre di problemi tecnici

da , il

    GP Belgio F1 2014, prove libere

    In Ferrari si può sorridere per un Alonso che chiude l’ennesimo venerdì dietro alle Mercedes, mentre le note negative arrivano tutte dal box di Kimi Raikkonen. Il finlandese non riesce a chiudere due turni di prove libere esenti da problemi da troppo tempo e questa volta a rallentarlo ci ha pensato un guasto all’impianto elettrico. Niente simulazione gara, un breve assaggio delle gomme soft e, in generale, ancora tanto lavoro da portare avanti. «Oggi è stata una giornata difficile, complicata da una serie di inconvenienti che ci hanno fatto perdere tempo prezioso in pista. Al mattino ho avuto un problema ai freni, ma poi una volta risolto siamo riusciti a condurre a termine il programma previsto per la prima sessione», spiega.

    «Le nuove componenti portate per questa gara sembrano funzionare, ma solo dopo il controllo incrociato dei dati raccolti valuteremo quale sarà il miglior pacchetto da utilizzare nel prosieguo del weekend. Nel pomeriggio un problema di natura elettrica ha complicato il nostro lavoro, impedendoci di effettuare la simulazione di gara. Domani ci aspetta un’intensa sessione di prove libere in cui faremo del nostro meglio per preparare la vettura per qualifica e gara».

    Quanto ad Alonso, difficilmente lo vedremo domani in terza posizione, perché ci sono le Williams da contrastare e a Spa possono contare sui cavalli della power unit Mercedes, nonostante oggi abbiano lavorato nell’ombra, per risolvere problemi d’assetto palesati al mattino.

    «Su questo tracciato, come su quello di Monza, la performance del motore conta molto: sappiamo di non poter fare magie, ma cercheremo ugualmente di ottimizzare tutto. La vettura si è comportata secondo le nostre aspettative e le simulazioni effettuate, e questo è certamente un dato positivo».

    Dicevamo delle Williams. Entrambe le FW36 sono apparse in gran difficoltà al mattino, con Massa e Bottas chiamati a intervenire sull’assetto. «Abbiamo fatto molte prove di setup, con alcuni buoni risultati. Puntiamo a un risultato forte in qualifica e gara, perché la pista si addice alla nostra macchina. C’è ancora del margine da tirare fuori prima di domenica, mentre sul giro con gomme morbide non era particolarmente buono e nonostante ciò il tempo è stato incoraggiante».

    Massa, invece, porta alla luce un altro particolare, legato alle gomme: «Abbiamo visto un po’ di degrado, quindi sarà cruciale la strategia ed essere con le gomme giuste al momento giusto. Per quanto ci riguarda, dovremmo avere buone opportunità per lottare per il podio».

    Fabiano Polimeni