GP Belgio F1 2015, le qualifiche degli altri: sorpresa Grosjean

Le qualifiche del Gran premio del Belgio 2015 hanno messo in mostra un equilibrio totale. Pochi millesimi a dividere un pilota dall'altro, con diverse "sorprese" là davanti. Le parole dei protagonisti.

da , il

    Hamilton a parte, Ferrari a parte, le qualifiche del Gran Premio del Belgio 2015 hanno restituito interessanti protagonisti. Tutti racchiusi in un fazzoletto, basti pensare che 24 millesimi separano Bottas e Grosjean, a sorpresa in seconda fila. Che dire di Perez? Fulmine sui tratti più veloci di Spa Francorchamps, proiettile sul Kemmel, si ferma a 38 millesimi dalla Lotus. La terza fila “di fatto”, quella composta da Ricciardo e Massa – dopo l’arretramento di Grosjean – è racchiusa in 46 millesimi. Insomma, bagarre assicurata domani nelle prime battute di gara. Per seguire il LIVE in diretta della gara del GP Belgio F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    Era “atteso” il buon risultato Williams, a Spa e Monza le FW37 dovranno esprimersi al meglio, ma inevitabilmente le imperfezioni Ferrari hanno aiutato Bottas a prendersi la terza posizione. «E’ stata una bella sessione per noi, dopo le prove abbiamo capito che potevamo fare molto di più se avessimo messo tutto a posto, l’assetto è stato ottimizzato per le qualifiche e non abbiamo dovuto aggiustare niente di particolare durante la sessione, il resto dipendeva da me e sono riuscito a fare un buon run in Q3. Sarà una gara molto ravvicinata dietro alle Mercedes, sapevamo che la terza posizione sarebbe stata alla nostra portata se avessimo azzeccato tutto e questo è stato il risultato».

    | LEGGI ANCHE: QUALIFICHE. HAMILTON PERFETTO, FERRARI DA DIMENTICARE | FERRARI, VETTEL: “NON E’ UN SABATO NERO” | HAMILTON E IL JOLLY NEL T2 |

    Altra sorpresa è, invece, Romain Grosjean quarto. Sarà nono in griglia, il cambio della E23 Hybrid sostituito lo arretrerà di 5 posizioni, ma attenzione alla velocità sui rettilinei, possono puntare ai punti in Lotus.

    «Oggi è stato meraviglioso, sono riuscito a spingere dal’inizio del giro ed è sorprendente che siamo così in alto in griglia e tutti ravvicinati. Non sarò troppo lontano anche con la penalità, il rettilineo è lungo e spero di poter fare qualche manovra. La Force India sembra forte, la Ferrari non lo è stata troppo oggi e la Red Bull sui rettilinei di solito lo è meno di noi, non sappiamo come sarà il degrado delle gomme, avendo interrotto ieri i long run, vedremo…». Vedremo anzitutto come partiranno e usciranno da La Source.

    Spera in qualche problema là davanti un ottimo Carlos Sainz. Con la Toro Rosso superstite (Verstappen ha interrotto la Q2 per problemi tecnici e partirà 15mo) si prende la 10ma posizione, un solo tentativo in Q3 per mancanza di altre gomme fresche, domani l’obiettivo e fare la propria gara (perfetta) e sperare in un arrivo (meritato per lo spagnolo) a punti. Deve recuperare qualche lunghezza a Verstappen nella classifica iridata, ma il talento dello spagnolo non si discute. «Sono molto contento perché oggi nessuna previsione ci dava in Q3 e con un 49.0 in Q2. Il team credo sia anche molto contento e dobbiamo pensare a domani per andare a punti, stiamo lavorando bene e in qualifica mi sento a mio agio, ma non garantisce i punti domani: dovremo concentrarci. Servirà che gli altri abbiano qualche problema e noi fare la gara perfetta, altrimenti sarà molto difficile».