GP Belgio F1 2015, prove libere Mercedes: che spavento, Rosberg!

Dopo le prove libere 2 del Gran Premio del Belgio 2015, l'unico neo in casa Mercedes è legato all'esplosione della gomma sulla macchina di Rosberg. Le parole dei piloti.

da , il

    F1, GP Belgio 2015: venerdì pre gara a Spa

    Può sorridere Nico Rosberg. Dopo le prove libere 2 del Gran Premio del Belgio 2015 si mette in tasca il miglior crono, un buon passo gara e la sensazione di poter contrastare Lewis Hamilton, a dire il vero mai apparso in grado di piazzare la zampata e migliorare i riferimenti del tedesco. Ci riuscirà al sabato, per la pole? Probabile. Può sorridere Nico anche per il pericolo scampato, quello di una gomma che esplode giusto in tempo per farti prendere un gran spavento, ma nessun danno fisico. Pochi metri più in là, sul curvone Blanchimont, e l’epilogo sarebbe potuto essere molto più negativo. In Pirelli indagheranno le ragioni dell’accaduto, probabilmente imputabili al graining, che ha portato al limite la copertura posteriore destra. Per seguire il LIVE in diretta della gara del GP Belgio F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei piloti

    Si dovrà capire cosa ha generato un fenomeno così estremo, sofferto da altri piloti ma senza alcuna esplosione. Pressioni? Angoli di camber? In serata sapremo. «A 306 km/h, perdi d’un colpo il controllo, non è bello. Per fortuna non ho preso nessun muro. Dalla tv si poteva vedere che già a inizio giro la gomma si rompeva un po’, dobbiamo analizzare bene e stasera ne sapremo di più. Non credo che le temperature fossero un problema, Silverstone è più pesante che non questa pista. La giornata è andata bene, sono stato veloce oggi ed è un bell’inizio di week end», dice Rosberg, dopotutto a perdere poco tempo, vista la seconda interruzione causata da Ericsson.

    | LEGGI ANCHE: PROVE LIBERE 2, ROSBERG SUGLI SCUDI | ANALISI PASSO GARA, MERCEDES FA IL RITMO | FERRARI, SABATO LA “VERITA’” |

    Dietro deve guardarsi da un Hamilton a 3 decimi esatti, gap che si è confermato indipendentemente dalla mescola impiegata, mentre in ottica gara i due piloti Mercedes sono apparsi più vicini.

    «Nico è stato molto veloce, ma non sono preoccupato: il bilanciamento della vettura è buono, mi sento a mio agio. Penso che Mercedes, Ferrari e Red Bull siano molto vicine e sarà un gran premio interessante. Non ho avuto alcun problema con le gomme né segni di particolare degrado», ha commentato l’inglese.