GP Belgio F1 2015, Vettel: “Non è un sabato nero per la Ferrari”

Le qualifiche della Ferrari nel Gran Premio del Belgio 2015 sono state ampiamente al di sotto delle aspettative. Le parole di Vettel e Raikkonen e le previsioni in vista della gara.

da , il

    Da nono a ottavo, magra soddisfazione per Vettel e la Ferrari. Il risultato delle qualifiche del Gran premio del Belgio 2015 verrà modificato alla luce dell’arretramento di Grosjean (sostituzione del cambio, partirà nono), resta però la sensazione di un’occasione mancata, perché la SF15-T aveva il potenziale per stare in seconda fila. Non fa drammi il tedesco, punta sulla gara, lunga, per rimontare e su una partenza che sarà un’incognita per tutti. Più indietro, parecchio, c’è Raikkonen, 14mo e con la speranza che non debba sostituire componenti sulla sua Ferrari, ulteriore mazzata causa arretramento in griglia. A onor del vero va detto che la competizione nelle prime file è stata serrata, basti guardare i 3 decimi scarsi che dividono Bottas e Vettel terza e nona posizione. Serviva essere perfetti, non è stato così. Per seguire il LIVE in diretta della gara del GP Belgio F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    «Non credo sia un sabato nero, certo se guardiamo i risultati non possiamo dirci contenti, io non sono riuscito a ottenere un buon risultato e abbiamo perso una macchina in Q2. Non sono riuscito a migliorare in Q3 come hanno fatto gli altri, non serve entrare nel panico, la lotta è serrata e non siamo contenti, ma domani abbiamo un passo decente e possiamo fare molto, il passo c’è», commenta Sebastian.

    «La Force India è la sorpresa più grande, ma anche la Lotus, sono molto più in alto rispetto alle ultime gare, specialmente al sabato. Chiunque in questo gruppo avrebbe potuto chiudere al terzo, non ho fatto il giro perfetto quando contava e non abbiamo fatto il passo avanti rispetto alla Q2». Ecco spiegato il motivo di una posizione alla quale il tifo rosso non era più abituato da tempo

    | LEGGI ANCHE: QUALIFICHE. HAMILTON PERFETTO, FERRARI DA DIMENTICARE |

    Poi c’è Kimi Raikkonen, che se una cosa può andar male, stai pur certo capiterà al finlandese. Altro guasto sulla SF15-T e altro sabato gettato alle ortiche. «Ho perso potenza e ho dovuto fermarmi, quando tornerà la macchina vedremo e comunicheranno qual è il problema. Continuiamo a provarci, lottare e proveremo a fare del nostro meglio. Per tutto l’anno siamo stati solidi, nelle ultime gare è vero ho avuto dei problemi, alcune cose che in gara ci sono costate molto e dobbiamo migliorare in tutti i settori, questo è un episodio sfortunato.

    E’ sempre deludente avere dei problemi, non importa se qui o altrove, faremo la nostra gara domani anche se sarà molto complicato».

    Soprattutto sarà complicato per i ferraristi ritrovarsi davanti le Force India, fulmini sui rettilinei e potenziali tappi per costruire il proprio ritmo. Liberarsene il prima possibile sarà una delle chiavi della gara