GP Belgio F1 2016, Sebastian Vettel: “La gara è terminata alla prima curva”

da , il

    La Ferrari ha gettato al vento una bella occasione nel GP Belgio F1 2016. Le due monoposto di Maranello, dopo una fantastica partenza nella quale hanno superato la Red Bull di Verstappen, sono finite a contatto tra di loro dopo che Raikkonen è stato toccato a sua volta dal pilota olandese. Il risultato dopo la prima curva è stato il seguente: Vettel in testacoda e a fondo schieramento, Raikkonen subito ai box perchè con un problema all’alettone. Il Gran Premio della Ferrari è stato subito in salita e si è concluso con un sesto posto per Vettel e un nono per Raikkonen. Dopo la giornata di Sabato ci si aspettava sicuramente una gara completamente diversa e in molti sognavano la prima vittoria di questo 2016.

    La gara delle Ferrari si è complicata alla prima curva del Gran Premio come ha spiegato Sebastian Vettel: “Ho avuto uno start perfetto, potevo avere la seconda posizione ma mi sono toccato con Raikkonen. Dalla mia posizione non ho visto che si stava infilando anche Verstappen. Forse potevo lasciare più spazio ma è andata cosi e abbiamo gettato al vento questa opportunità”. Sebastian Vettel, dopo aver ripreso la gara dal fondo dello schieramento, ha iniziato a rimontare posizioni e ha chiuso al sesto posto. “Forse potevo arrivare anche quinto ma ho perso tempo nel traffico – ha continuato il tedesco – è stato un vero peccato perchè avevamo la velocità per puntare a raggiungere il podio”. Un weekend da dimenticare per Vettel ma anche per Raikkonen. Il finlandese ha avuto due contatti con Verstappen e non ha accettato di buon grado le manovre del giovane collega: “In partenza mi sono ritrovato in mezzo tra Verstappen e Vettel. Non so chi dei due doveva lasciarmi un po’ di spazio ma sono stato schiacciato al centro”. Raikkonen poi ha avuto una lunga lotta con Verstappen: “All’ Eau Rouge ho dovuto frenare pesantemente se no avremmo fatto un incidente ad alta velocità. Capisco che sia giovane ed esuberante ma certe manovre non vanno bene”.