GP Belgio F1 2017, Pirelli: incognita Ultrasoft a Spa-Francorchamps

Nella stagione 2017 di F1 debuttano le gomme Pirelli Ultrasoft nel GP del Belgio

da , il

    GP Belgio F1 2017, Pirelli: incognita Ultrasoft a Spa-Francorchamps

    Mai il circuito di Spa-Francorchamps, teatro del Gran Premio del Belgio di Formula 1, aveva visto correre le mescole di pneumatici più morbide della gamma 2017 della Pirelli. In questa edizione farà il debutto la gomma Purple Ultrasoft assieme alla Red Supersoft e alla Yellow Soft. Il fatto non è da sottovalutare. Sarà molto interessante capire come si comporterà la gomma più morbida nel corso del lungo giro del circuito. Abbiamo già visto in passato, infatti, che fare qualche mossa strategicamente azzardata a Spa può dare vantaggi strepitosi soprattutto in caso di meteo incerto. Al tempo stesso, sbagliare qualche previsione può essere disastroso per il risultato finale del GP del Belgio.

    CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web la gara del GP Belgio F1 2017 con risultati e classifica.

    Circuito Spa-Francorchamps temibile per le gomme

    Sono 7004 i metri del circuito di Spa-Francorchamps che resta il più lungo e affascinante dell’interno calendario di Formula 1 2017. Estendendosi in un’area piuttosto ampia, non è raro che si verifichino condizioni meteo diverse da settore a settore rendendo ancor più difficile trovare la gomme giusta da scegliere. Puntare sulle Ultrasoft potrà dare un grande vantaggio in termini di tempo sul giro ma ci sono seri dubbi sul degrado dato che la pista, formata da curvoni veloci con cambi di direzione e notevoli compressioni, metterà a dura prova la loro tenuta.

    GP Belgio F1 2017: 2 pit stop ma con molti dubbi

    La Pirelli non si sbilancia ancora in previsioni sulle tattiche per il Gran Premio del Belgio 2017 di Formula 1. Più ancora degli assetti e del degrado che i team registreranno, infatti, sarà il meteo variabile e altri imprevisti a determinare la miglior strategia in ottica gara. “Quest’anno portiamo per la prima volta la Purple ultrasoft e ci aspettiamo che su questa pista la nuova generazione di monoposto imporrà carichi ancora più elevati ai pneumatici - ha dichiarato Mario Isola della Pirelli – La strategia più probabile potrebbe essere a due soste, ma avremo dati più certi dopo le prime sessioni di prove libere. A Spa è particolarmente difficile elaborare una strategia ottimale: qui bisogna essere flessibili e aperti alla possibilità di pioggia, all’ingresso della safety car o addirittura alla bandiera rossa, come lo scorso anno. Ciò significa che i Team dovranno reagire spesso alle circostanze anziché seguire una strategia rigida”.