GP Brasile F1 2012, Pirelli: tattica gomme cruciale anche con la pioggia

da , il

    GP Brasile F1 2012, Pirelli: tattica gomme cruciale anche con la pioggia

    Questi ritratti in primo piano nella foto sono gli pneumatici Cinturato Blue Wet che la Pirelli ha appositamente disegnato per condizioni di bagnato estremo. Hanno fatto fugaci apparizioni fino ad ora. Nel Gran Premio del Brasile 2012 di Formula 1, invece, potrebbero essere protagonisti assoluti se le condizioni meteorologiche scateneranno sul circuito di Interlagos tutta l’acqua che gli esperti di previsioni intravedono all’orizzonte. Diversamente, un ruolo decisivo ce l’avranno i Cinturato Green, studiati per condizioni di pioggia leggera. Quello che Paul Hembery vuole far presente ai team ed al pubblico è che, anche in caso di gara bagnata, la strategia dovrà essere fatta tenendo in considerazione il consumo degli pneumatici. A maggior ragione se i piloti si dovessero trovare a guidare con gomme intagliate e la pista dovesse andare via via asciugandosi.

    GP Brasile F1 2012: Pirelli Cinturato Green e Blue attesi protagonisti

    Due sono le scelte a disposizioni dei team in caso di gara bagnata. I Cinturato Blu, le gomme wet da acquazzone, e i Cinturato Green per asfalto bagnato ma non troppo. I primi sono in grado di espellere, alla velocità di 300 km/ora, una cosa come 60 litri di acqua al secondo. I secondi, hanno ovviamente scanalature meno profonde e puntano tutto sulla loro versatilità ed un decadimento di prestazione meno evidente. Resta il fatto che siano stati definiti “bizzosi” da alcuni piloti in quanto, come tanti loro predecessori, soffrono di un deciso degrado in caso di asfalto che si asciuga repentinamente.

    Pirelli, Hemebery: tattiche cruciali in ogni scenario

    In caso di gara asciutta, le mescole di pneumatici a disposizione dei piloti sono P Zero White medium e le P Zero Silver hard. I tecnici dell’azienda milanese stimano tattiche a due soste come miglior compromesso tra prestazione e durata. Per il Gran Premio del Brasile, le ultime previsioni meteo parlano di rischio pioggia non inferiore al 60%. Il direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha dichiarato:“Con condizioni atmosferiche incerte, la strategia gomme diventa ancora più importante, non solo in termini di scelta delle gomme – quali mescole usare e quando – ma anche in termini di valutazione dei punti di crossover: in altre parole, quando conviene passare da una gomma da bagnato a una slick e viceversa” Secondo il britannico, l’aver disputato tutte le sessioni di prove libere in condizioni di asciutto, obbliga le squadra ad analizzare tutte le informazioni in modo estremamente veloce per non commettere errori:“Ci aspettiamo una differenza di circa un secondo al giro tra le due mescole. Con i due protagonisti del titolo a quattro posizioni di distanza è difficile fare previsioni”, ha concluso Hembery.