GP Brasile F1 2012: tedeschi pro-Vettel temono sporchi giochi Ferrari

da , il

    GP Brasile F1 2012: tedeschi pro-Vettel temono "sporchi giochi Ferrari"

    E poi succede che alcuni lettori si lamentino della faziosità dei giornalisti italiani. Si rassegnino. Possono anche cambiare nazione. Scopriranno, loro malgrado, che tutto il mondo è Paese. Giustamente… mi verrebbe provocatoriamente da aggiungere. In Germania non solo tifano spudoratamente per Vettel ma, quelli dell’autorevole testata Bild, in classico stile da finale dei mondiali di calcio, tirano fuori le solite squallide provocazioni nei confronti del nostro Bel Paese. L’attacco è micidiale:“Vettel teme gli sporchi trucchi della Ferrari”, oppure:“Siamo come in un film d’azione: il buono contro il cattivo”, indovinate se ad Alonso non tocca il ruolo del cinico ed arrogante guerriero solitario. Fino ad arrivare al titolone a tutta pagina:“Attento, Vettel! Alonso pianifica il suo prossimo trucco sporco?”.

    Massa può buttare fuori Vettel?

    Diciamocelo. Impossibile non averci pensato almeno una volta. Felipe Massa scatta dalla piazzola 5, lato pulito. Sebastian Vettel prenderà il via del decisivo Gran Premio del Brasile 2012 dalla numero 4. Lato Sporco. Pista probabilmente viscida causa pioggia. Le possibilità che i due si trovino spalla a spalla alla prima curva, se non addirittura lungo tutta la prima “esse” e fino al rettilineo successivo, sono moltissime. Come si comporterà il brasiliano? Sarà corretto, sarà spudoratamente “bastardo”. Proverà, semmai, solo ad intimorire il tedesco sperando in un errore dettato dal “panico” da vittoria? Sicuramente questa partenza non sarà banale anche perché, pur con un incredibile ritiro da parte della Red Bull numero 1, Fernando Alonso dovrebbe faticare non poco per guadagnarsi un piazzamento sul podio. La cosa interessante, comunque, è che, anziché snobbare certe provocazioni, il team principal degli austriaci entra nel merito:“Sarebbe una manovra illegale”, ha commentato Chris Horner dimostrando che, sotto sotto, anche la scuderia austriaca teme qualche gioco di squadra non del tutto pulito da parte della Ferrari.

    Ferrari: nessuna risposta ma censura ad Alonso su Twitter

    Dal canto loro, gli uomini del Cavallino hanno deciso di ignorare la questione. Almeno pubblicamente. Nel briefing pre-gara supponiamo che diranno esattamente a Felipe Massa come comportarsi dalla partenza e per tutto il primo giro, millimetro dopo millimetro. Per evitare altre dichiarazioni pepate da parte di Fernando Alonso, però, gli hanno imposto una mezza censura in merito all’uso di Twitter. Lo spagnolo è molto attivo sul social network del momento. Un paio di episodi hanno irritato il boss dell’ufficio stampa, Luca Colajanni. Il primo è avvenuto in occasione del GP di Singapore quando l’asso di Oviedo minacciò di raccontare ai suoi milioni di followers tutta la frustrazione nell’apprendere quanto fosse pessimo lo sviluppo tecnico della Ferrari F2012 nell’ultima parte di campionato. Il secondo è di appena una settima fa: alla Ferrari non è piaciuta la foto che anche noi di Derapate abbiamo ripreso nella quale erano ritratti lui e Massa con fucili in mano e la didascalia “siamo pronti per la battaglia”.

    Fotogallery: GP del Brasile 2012 di Formula 1