GP Brasile F1 2013, Ferrari: Alonso sul podio, Massa penalizzato costa il 2° posto in classifica costruttori

Il Gran Premio del Brasile 2013 di Formula 1 consegna alla Mercedes il secondo posto nel mondiale costruttori per soli 6 punti sulla Ferrari

da , il

    GP Brasile F1 2013, Ferrari: Alonso sul podio, Massa penalizzato costa il 2° posto in classifica costruttori

    Il Gran Premio del Brasile 2013 di Formula 1 consegna alla Mercedes il secondo posto nel mondiale costruttori per soli 6 punti sulla Ferrari. A fine gara Stefano Domenicali ha qualcosa da recriminare per la pesante penalizzazione inflitta ad un Felipe Massa quanto mai brillante e competitivo oggi:“E’ un dato di fatto che la penalità a Massa ha influito sul campionato costruttori. Adesso verificheremo con la direzione gara”, ha dichiarato a caldo. Ancor più esplicito il pilota di San Paolo:“E’ una penalità che non ho mai visto prima. Non ho fatto niente di sbagliato. Non ho buttato fuori nessuno o non ho guadagnato del vantaggio. Non è la prima volta che quelli là sopra (la direzione gara, ndr) fanno cose sbagliate. Mi dispiace finire settimo per quello che poteva essere. Non è la prima volta che si vedono situazioni del genere. Sarebbe stato un finale diverso. Oggi poteva essere molto più bello. Ho dato comunque tutto e devo ringraziare tutti quanti nel team mi hanno fatto vivere fantastici momenti che non dimenticherò mai e poterò sempre con me”.

    Ferrari, Alonso:”Purtroppo è mancata la pioggia”

    “Sono contento che siamo riusciti a dare un segnale di reazione nell’ultima gara. Questo ci fa ben sperare anche in vista del lavoro che stiamo facendo in fabbrica per il 2014″, ha aggiunto Domenicali ai microfoni della RAI. Anche stavolta è Fernando Alonso a tenere a galla la baracca Ferrari:“È stata una corsa difficile un po’ per tutti – parla lo spagnolo sul podio di Interlagospurtroppo non è arrivata la pioggia altrimenti saremmo stato più competitivi. Anche se è un peccato, chiudiamo l’anno con un podio. Speriamo che il prossimo anno inizi in una direzione diversa da come si è chiuso questo”. Senza la penalità inflitta a Massa, probabilmente il brasiliano avrebbe potuto chiudere in quarta posizione e non sarebbe stato impossibile pensare che Alonso gli cedesse la posizione sul podio:“Vederlo in quarta posizione mi ha fatto pensare che potesse esserci una bella festa per lui e stavamo già pensando a come aiutarlo – ha ammesso l’asturiano - sono dispiaciuto per come è andata ma sono anche contento per come è stato il nostro rapporto in questi 4 anni. E’ stato un grande compagno e resterà una grande persona”.

    Hamilton: errore e regalo non sfruttato dalla Ferrari

    Lewis Hamilton ha provato a fare un bel regalo alla Ferrari beccandosi una penalità indiscutibile, a differenza di quella di Massa, che ha portato vai punti pesanti alla Mercedes. “Penso di essere stato io a causare il contatto ma è avvenuto con un doppiato che voleva superarmi - ha ammesso l’inglese – non ho subito capito cosa è successo ma mi rendo conto di aver sbagliato. Mi spiace aver perso dei punti per la squadra altrimenti mi sarei potuto avvicinare a Fernando e forse lottare con lui. Quest’anno non è stato ottimo per me come prestazioni ma sono contento che la squadra sia seconda nel mondiale costruttori“, ha concluso.

    F1 2013: classifica piloti finale

    1. Vettel 397

    2. Alonso 242

    3. Webber 199

    4. Hamilton 189

    5. Raikkonen 183

    6. Rosberg 171

    7. Grosjean 132

    8. Massa 112

    9. Button 73

    10. Hulkenberg 51

    11. Perez 49

    12. Di Resta 48

    13. Sutil 29

    14. Ricciardo 20

    15. Vergne 13

    16. Gutierrez 6

    17. Bottas 4

    18. Maldonado 1

    F1 2013: classifica costruttori finale

    1. Red Bull-Renault 596

    2. Mercedes 360

    3. Ferrari 354

    4. Lotus-Renault 315

    5. McLaren-Mercedes 122

    6. Force India-Mercedes 77

    7. Sauber-Ferrari 57

    8. Toro Rosso-Ferrari 33

    9. Williams-Renault 5