GP Brasile F1 2014, Ferrari: “Idee chiare sull’asciutto, rebus per tutti con pioggia”

Formula 1: i commenti di Alonso, Raikkonen e il team Ferrari alle prove libere del Gran Premio del Brasile 2014

da , il

    GP Brasile F1 2014, venerdì pre gara

    La pioggia ha risparmiato le prove libere del venerdì del Gran Premio del Brasile 2014 di Formula 1. A beneficiarne sono stati soprattutto i team come la Ferrari che non hanno più nulla da chiedere alla stagione in corso e cercano come rabdomanti nel deserto dello occasioni per testare su pista asciutta alcune delle soluzioni tecniche che saranno riversate sulla monoposto del 2015. Chi voleva preparare al meglio il GP, invece, ha potuto comunque farsi una certa idea sul nuovo nerissimo asfalto che, nel pomeriggio, ha fatto registrare la temperatura record di 57 gradi! Purtroppo alcune bandiere rosse hanno impedito ai piloti di completare i propri long run. La speranza è di riuscire a farcela nelle prove del sabato mattina sempre che non arrivi la tanto temuta pioggia. In quest’ultimo caso, sarà comunque l’occasione giusta per capire il comportamento del tracciato con i soliti insidiosi rivoli d’acqua. Per seguire il LIVE della gara in diretta web, con aggiornamenti costanti, tempi e classifiche, BASTA CLICCARE QUI!

    “Al mattino abbiamo effettuato alcuni test sperimentali e lavorato sul bilanciamento della vettura, poi nel pomeriggio la valutazione della costanza di rendimento delle due mescole è stata complicata dall’innalzamento delle temperature, giunto quasi a venti gradi in più per l’asfalto”, ha spiegato Pat Fry su ferrari.com. Il nuovo asfalto di Interlagos è stato il vero protagonista delle prove libere:Se da un lato abbiamo ottenuto un quadro abbastanza chiaro dei valori in queste condizioni, ora occorre considerare che un’eventuale pioggia ci costringerebbe a ripartire da zero. In caso di asciutto sarà importante capire anche quanto il fenomeno del graining riuscirà a disturbare le prestazioni”. Il tecnico britannico minimizza le fiamme sulla macchina di Alonso:“La power unit di Fernando aveva un chilometraggio elevato ed eravamo ben consapevoli che questo sarebbe stato il suo ultimo venerdì in pista, anche se è un peccato aver perso venti minuti di prove”.

    Raikkonen ritrova il sorriso

    L’addio di Alonso dalla Ferrari è sempre più vicino e Raikkonen inizia a riprendersi. Forse è un caso ma per la prima volta da inizio anno, o quasi, il finlandese sente di avere un buon feeling con la vettura:“Questo è stato un venerdì migliore di altri e grazie al lavoro svolto sulla vettura sono arrivate buone risposte alle modifiche che abbiamo deciso di apportare in entrambe le sessioni. Nel primo turno ci siamo concentrati su prove di assetto e misurazioni aerodinamiche e a causa dei soliti problemi sull’avantreno abbiamo cercato di eliminare tutto ciò che sembrava potesse crearli. Nel pomeriggio con la gomma Soft i tempi sul giro erano buoni e sono certo che se non avessi incontrato traffico sarebbe potuta andare anche meglio. Sull’asciutto la vettura va abbastanza bene, ma sappiamo che in caso di pioggia le condizioni del tracciato potranno rimescolare le carte in tavola”.

    Alonso: “Tanto grip con il nuovo asfalto”

    “Con il nuovo asfalto la pista aveva molto grip ed era estremamente difficile mettere insieme un buon giro, perché il comportamento degli pneumatici variava ad ogni curva. Quando l’asfalto è nuovo la pioggia rappresenta sempre una grande incognita ed è impossibile fare pronostici: doveva essere così anche a Sochi ma poi non ha piovuto e questo vuol dire che dobbiamo prepararci a tutto”, è stato il commento di Fernando Alonso al termine delle prove libere del GP del Brasile 2014.