GP Brasile F1 2014, Rosberg e il mondiale: “Ora mi servirà un po’ di aiuto”

Rosberg vince il Gran premio del Brasile 2014 e accorcia il gap su Hamilton

da , il

    podio gp brasile f1 2014

    Ha provato a beffarlo mentre era fermo ai box per la sosta. Lewis Hamilton, però, deve accontentarsi della seconda posizione e assistere al ritorno di Rosberg, che vince e risponde bene al ritmo indiavolato messo in pista da Lewis. Ha avuto la sua chance prima della seconda sosta l’inglese, quando ha stampato un giro stratosferico ma è stato tenuto fuori un giro di troppo, quello che l’ha portato all’errore, il testacoda e a perdere 7 secondi. «E’ stata una gara fantastica, mi sono divertito, ho fatto però un grande errore a metà gara», ammette Lewis. Nonostante tutto resta con 17 punti di vantaggio su Rosberg, che sa di non poter contare solo sulle sue forze ad Abu Dhabi per vincere il titolo.

    |LEGGI ANCHE: GP DEL BRASILE, LA CRONACA |

    «Purtroppo Austin era la gara importante, oggi sono riuscito a controllare il distacco quando serviva, spingere un po’ di più; ovviamente, adesso mi serve un po’ di aiuto da parte sua (di Hamilton; ndr) per Abu Dhabi. Oggi ha fatto un errore, magari mi aiuta davvero sotto pressione ad Abu Dhabi. Felipe sarebbe perfetto, se fa un week end pazzesco», commenta il tedesco sulle sue chance di titolo.

    «Mi sono sentito a mio agio per tutto il week end, sono riuscito ad attaccare e poi a controllare il vantaggio su Lewis. Dopo Austin – che è stata una domenica difficile per me – ho imparato e oggi sono andato meglio, è un passo avanti nella giusta direzione, forse un po’ tardi ma c’è tutto in gioco», continua Nico.

    | FERRARI A PUNTI, ALONSO E RAIKKONEN DIVERTONO IN PISTA |

    Da parte sua, Hamilton approfondisce le ragioni del suo stop ritardato, che sarebbe dovuto avvenire un giro prima: «Ne parlerò con il team», dice. Ma la scelta giusta era quella di star fuori e il giro record l’ha confemato, poi, l’errore: «Quell’errore mi è costato la vittoria, il giro prima ero 1 secondo più veloce e pensavo di rientrare ai box, dopo aver sfruttato le gomme al massimo. Ho fatto un errore in curva 4, è stata colpa mia. [Poi] non ho mollato, ho continuato a spingere e continuerò fino alla fine. Se va secondo i piani, sarà la mia vittoria più sudata, contro tutte le avversità che si potessero immaginare, farò tutto quello che posso e spero di fare una gara almeno come quella di oggi», dice proiettandosi già ad Abu Dhabi.

    | MASSA FESTEGGIA NELLA SUA INTERLAGOS: E’ PODIO |