GP Brasile F1 2014, Williams: Bottas e Massa, bilanciamento da migliorare

Le due Williams si candidano alla seconda fila nelle qualifiche del Gran premio del Brasile 2014

da , il

    GP Brasile F1 2014, venerdì pre gara

    Quali ambizioni possono coltivare Massa e Bottas in vista del Gran premio del Brasile? La Williams nel venerdì di Interlagos si è dimostrata competitiva, forse più che in altre sessioni di prove libere, quando la trovavamo a nascondersi per lavorare prevalentemente in vista della gara. Bottas quinto e Massa sesto rimediano poco meno di un secondo dalla Mercedes di Rosberg, forse un po’ troppo per pensare in una pole position al sabato, ma senz’altro sono i favoriti per occupare la seconda fila. I due alfieri della scuderia inglese dovranno fare attenzione a Ricciardo, l’unico che realmente può impensierirli. Per seguire il LIVE della gara in diretta web, con aggiornamenti costanti, tempi e classifiche, BASTA CLICCARE QUI!

    | CRONACA DELLE PROVE LIBERE 2 A INTERLAGOS |

    «È stata una giornata interessante, con la pista che si è presentata piuttosto diversa rispetto al passato grazie al nuovo asfalto. Ha un buon livello di aderenza e si è pulita rapidamente, c’è stato un po’ di blistering con le gomme morbide ma niente di esagerato, inoltre sembrano durare più dell’anno scorso grazie a una superficie più liscia», spiega Bottas.

    Quanto può guadagnare ancora la Williams avvicinandosi alle qualifiche? «Abbiamo ancora del lavoro da fare sul bilanciamento, ma la sensazione iniziale è piuttosto buona. Sull’asciutto sembriamo competitivi, tuttavia, il tempo si prevede variabile e dovremmo essere bravi ad adattarci».

    Massa invece punta l’accento sulle temperature elevate che hanno reso più problematico comprendere il bilanciamento della macchina nella simulazione gara: «Si comporta piuttosto bene e partiamo da una buona base, con il progredire della pista spero che riusciremo a migliorare la guidabilità ed essere in partita per le qualifiche di domani».

    A scendere nello specifico dei dettagli tecnici ancora da mettere a punto, è Rob Smedley: «Abbiamo riscontrato del graining sulle gomme posteriori, con il set di morbide ma è normale con queste temperature molto elevate e sembra abbia colpito tutti, mentre le gomme medie non hanno presentato lo stesso problema».