GP Brasile F1 2014, Williams: Massa prima sbaglia box poi va a podio

Massa porta la Williams sul podio del Gran premio del Brasile 2014, tra penalità, errori e una gran rimonta

da , il

    Gran Premio Brasile 2014 F1, la gara

    E’ il craque di Interlagos, Felipe Massa. Porta a casa un podio che vale quasi quanto una vittoria, per come è maturato. Parte bene, va subito al box appena avverte il decadimento della gomma, ma viene beffato dal limitatore, che non funziona e porta uno stop&go di 5 secondi. Felipe ha saputo rimontare, spingendo su tempi a tratti velocissimi, di certo ha tirato fuori tutto il potenziale della Williams, sempre più autorevolmente terza nel mondiale, ma seconda forza tecnica del campionato. «La gara è stata fantastica, la macchina era veloce e sono stato molto contento per tutto il week end, non siamo stati abbastanza competitivi per battere le Mercedes», dice subito Felipe.

    |LEGGI ANCHE: GP DEL BRASILE, LA CRONACA |

    Certo non si è annoiato, anche considerando l’errore nel pit-stop, che l’ha visto fermarsi al box McLaren, appena prima quello della Williams. «Nel primo pit-stop ho innestato il pit-limit ma non ha funzionato, è stato l’unico problema oggi, poi sono riuscito a riprendere e scavare un gap sugli altri e recuperare Button; mi sono fermato di nuovo e ho sbagliato box perché in questa gara abbiamo scambiato box e i colori erano simili, loro erano anche pronti…», spiega Massa. In fondo, un errore senza conseguenze, perché Felipe chiude a 41 secondi da Rosberg e con quasi 8 su Button. «Quell’errore non ha contato», ammette Smedley, che poi esamina la gara tutta problemi di Bottas: «Entrambi hanno gestito le gomme molto bene, ma soprattutto quel che ha fatto Valtteri alla fine per ottenere un punto è stato molto buono. Felipe ha fatto una gran gara, io non ho mai avuto dubbi su di lui, oggi abbiamo visto un Felipe che a 33 anni ha guidato come uno di 22. Eccellente».

    | FERRARI A PUNTI, ALONSO E RAIKKONEN DIVERTONO IN PISTA |

    Scende nei dettagli il finlandese: «Non è stata la mia giornata, è un peccato. Abbiamo una bella macchina, Felipe è arrivato terzo e abbiamo ottenuto ancora dei punti, per me averne uno è stato molto difficile. Abu Dhabi sarà molto importante con il doppio punteggio e si dovrà lottare ancora con la Ferrari per il terzo posto nel Costruttori e il mio quarto. Sono felice per Felipe, non poteva augurarsi un posto migliore nel quale ottenerlo».