GP Brasile F1 2015, Bottas meglio di Raikkonen (ma la penalità rovina tutto)

GP Brasile F1 2015, Bottas meglio di Raikkonen (ma la penalità rovina tutto)
da in Circuito Interlagos F1, Formula 1 2017, GP Brasile F1, Valtteri Bottas
Ultimo aggiornamento: Domenica 15/11/2015 16:22

    Formula 1, GP Brasile   Venerdi pre gara

    Gli costerà tre posizioni aver passato Nasr in regime di bandiera rossa ieri, così per Bottas c’è la settima piazza in griglia, dalla quarta maturata nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile. Vicino a Vettel, pericoloso nel caso in cui fosse partito affiancato e avesse messo il muso davanti alla prima curva. Arretrando di due file, sarà un pericolo in meno (peraltro, anche Nasr arretrerà in 13ma posizione, per aver ostacolato in Q2 Massa). La Williams può dirsi soddisfatta di aver tenuto dietro Raikkonen ma deve guardare anche a un Massa in difficoltà, ottavo e con ancora tanti problemi di aderenza. Sarà una gara complicata per Felipe, mentre Valtteri dovrà vedersela con un Hulkenberg vivacissimo e meno di 2 decimi dalla sua prestazione. Seguite insieme a noi la gara del GP Brasile F1 2015 LIVE in diretta.

    «E’ stata una buona sessione di qualifica, mi sento sempre più a mio agio via via che il grip della pista migliora. E’ sempre una bella sensazione riuscire a tirare fuori il massimo dalla macchina. Tenersi dietro una macchina più veloce (si riferisce a Raikkonen, senza nominarlo; ndr) è sempre bello. Con la penalità partirò settimo ma possiamo fare tante buone cose, essendo una gara lunga e avendo un buon ritmo gara», spiega il finlandese.

    | LEGGI ANCHE – VETTEL: “MACCHINA MIGLIORE DI VENERDI’ |ROSBERG: “DUE GIRI AL LIMITE” |QUALIFICHE, POLE DI ROSBERG |

    Non alza certo bandiera bianca Massa, pur con un’altra prospettiva: «Mi aspettavo di fare molto meglio, essere più competitivo, una qualifica più favorevole e ho avuto tutto il contrario, con una macchina molto difficile e bassa aderenza. Ho sofferto molto, normalmente non capita qui, sono ottavo e lontano da dove sarei dovuto essere, domani tutto può succedere. Ci sono tante macchine, la gara sarà forse fra tre squadre in lotta: noi, Ferrari e Red Bull».

    420

    PIÙ POPOLARI