GP Brasile F1 2016, Hamilton: “Red Bull ha sbagliato chiamata, peccato”

Lewis dispiaciuto che Verstappen non abbia finito secondo, a causa dell'errata strategia del box

da , il

    GP Brasile F1 2016, Hamilton: “Red Bull ha sbagliato chiamata, peccato”

    Quale fosse l’augurio di Lewis Hamilton, nel Gran Premio del Brasile, si capisce chiaramente dalle parole nel retro-podio: «Che ci facevi con quelle gomme intermedie? Non sono mai state la gomma da avere su. Avresti potuto facilmente tenere la seconda posizione», dice rivolto a Max Verstappen. E avrebbe significato rubare altri tre punti a Nico Rosberg. Invece no, Red Bull complica la vita a Max e lo costringe agli straordinari, oltre a rimettere Rosberg nella posizione migliore, vittoria a parte. Si deciderà tutto ad Abu Dhabi, lì serviranno due Red Bull a podio e Hamilton vincente per agguantare il titolo. Molto, molto difficile come scenario.

    Interlagos diventa il 24mo circuito sul quale Hamilton conquista il successo. Gli era sempre sfuggito di mano, non questa volta. «Anzitutto vorrei ringraziare i tifosi, sono rimasti sotto la pioggia fino alla fine, grazie a tutti. Ero lì davanti, quando piove è sempre una buona giornata per me. Oggi è stata difficile per tutti a causa dell’aquaplaning; grazie al team, stiamo facendo la storia, sono molto fiero», dice dal podio.

    «Non ci sono stati grandi problemi per me, ho visto altra gente che ha avuto più problemi. Sono contentissimo e continuerò a fare quel che ho fatto finora anche ad Abu Dhabi, arriverò dando il mio meglio, per ora mi godo il momento. Era il mio sogno vincere qui da quando vedevo le gare di Senna in tv. E’ stata una delle vittorie più semplici, in realtà. Non ho avuto nessun momento difficile, è andata piuttosto liscia. In Red Bull hanno fatto un grande errore con quella chiamata, non è mai stato il momento delle gomme intermedie e se ce n’è stato uno, era dopo la prima safety car dopo la bandiera rossa. Così, quando il team mi ha chiamato e mi ha detto che stavano iniziando a montare le gomme intermedie, ho pensato: “Sono pazzi, non c’è modo che vadano, dovranno fermarsi di nuovo. E’ quel che hanno fatto, ed è un peccato, ma non posso farci nulla».

    GP Brasile, Hamilton trionfa al termine di una gara fiume| Raikkonen: “Con gomme fredde è difficile per noi”

    Ha mancato il matchpoint, Nico Rosberg. Non era semplice. Hamilton è stato perfetto e, soprattutto, più veloce. Ha commesso anche un errore Nico, rischiando di andare a sbattere, scenario che avrebbe complicato clamorosamente tutto. L’importante era arrivare sotto la bandiera, senza danni e aspettando la logica serie degli eventi, che dice ora di una Abu Dhabi buona per diventare campione.

    «Purtroppo non ce l’ho fatta oggi a fare quel che volevo, le condizioni erano molto difficili, Lewis ha fatto un ottimo lavoro e mi accontento per adesso. Ho rischiato, sì, però sono riuscito a stare in pista. Credo che le decisioni della direzione gara sono state quelle giuste».