GP Brasile F1 2017, Hamilton:”Aiuterò Bottas a superare Vettel”

La Mercedes vuole chiudere la stagione 2017 di F1 con una doppietta in classifica piloti per cui in Brasile Hamilton potrebbe fare lo scudiero di Bottas

da , il

    GP Brasile F1 2017, Hamilton:”Aiuterò Bottas a superare Vettel”

    Il Gran Premio del Brasile 2017 di Formula 1 non ha spunti di interesse. Ci pensa allora la Mercedes: vuole definitivamente umiliare la Ferrari soffiando a Sebastian Vettel il secondo posto nel campionato piloti a favore di Valtteri Bottas. Persino Lewis Hamilton è stato allertato: in caso di bisogno dovrà farsi trovare pronto a lasciare strada al compagno di squadra che si trova dietro di 15 punti da Vettel quando mancano due GP alla fine della stagione di F1 2017. Dal canto suo, Hamilton ha risposto presente pur se con qualche titubanza:“Se la squadra dovesse chiedermi di aiutarlo, lo farò. Ma credo che Bottas voglia farcela con le sue forze ed io preferirei concentrarmi per vincere anche queste ultime due gare”, ha spiegato nella conferenza stampa di presentazione del GP del Brasile. CLICCA QUI per seguire LIVE in diretta web le gara del GP Brasile F1 2017 con risultati e classifica

    Bottas crede di poter superare Vettel in classifica F1 2017

    Valtteri Bottas ci crede davvero. Ha recuperato molti punti a Vettel nelle ultime gare e vuole completare il sorpasso:“Ci sono ancora 50 punti a disposizione e ne devo recuperare solo 15, quindi dico che è possibile – ha ammesso il finlandese dal paddock del circuito di Interlagos – avrei preferito lottare per il titolo ma arrivare secondi è meglio che terzi e per la squadra avrebbe un grande significato”. Più che per la Mercedes, il significato di un secondo posto sarebbe tutto a favore di Bottas stesso che deve risollevare la propria immagine dopo essere stato nettamente battuto da Hamilton.

    Bottas pronto a lottare per il titolo nel 2018

    Valtteri Bottas è arrivato ad un punto cruciale della propria carriera. Nel 2018 non avrà scuse: la Mercedes si aspetta da lui che sia sullo stesso piano di Hamilton oppure punterà su altri nomi. Esteban Ocon, ad esempio. “Sono già riuscito a stargli davanti in alcuni occasioni anche se non sono state molte – ha spiegato Bottas parlando della timida rivalità con Hamilton a Sky Sports – lui è molto forte ma io credo in me stesso e non posso considerarmi un numero due, altrimenti dovrei fare un altro mestiere. Quest’anno lo considero di apprendistato dato che dalle difficoltà si impara molto”.