GP Brasile F1, libere 3 a tutta pioggia

Terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio del Brasile di Formula 1 edizione 2009 caratterizzata dal maltempo che obbliga gli elicotteri a terra e costringe gli organizzatori a ritardare l'uscita delle vetture in pista di oltre 40 minuti

da , il

    E’ di Nico Rosberg il miglior tempo nella terza e ultima sessione di prove libere del GP del Brasile. Sessione durata meno di un quarto d’ora per colpa del maltempo.

    PROVE LIBERE 3. E’ stata una delle sessioni di libere più brevi della storia quella del sabato mattina del GP del Brasile 2009. Causa tempesta tropicale, la visibilità è stata talmente scarsa che gli elicotteri di soccorso non si sono potuti alzare in volo. Prima che le condizioni migliorassero, i piloti hanno dovuto attendere ben 42 minuti dentro al box. Nei restanti 18, il più veloce è stato Nico Rosberg. A 5 minuti dalla fine, un altro scroscio d’acqua ha riportato tutti nelle tane con tanto di bandiera rossa e Romain Grosjean fuori pista.

    GP Brasile F1 2009, prove libere 3: risultati e classifica dei tempi

    1. Rosberg Williams-Toyota (B) 1:23.182 + 9

    2. Nakajima Williams-Toyota (B) 1:23.832 + 0.650 7

    3. Button Brawn GP-Mercedes (B) 1:24.122 + 0.940 6

    4. Alonso Renault (B) 1:24.125 + 0.943 5

    5. Sutil Force India-Mercedes (B) 1:24.149 + 0.967 4

    6. Grosjean Renault (B) 1:24.389 + 1.207 5

    7. Buemi Toro Rosso-Ferrari (B) 1:24.443 + 1.261 5

    8. Trulli Toyota (B) 1:24.859 + 1.677 5

    9. Heidfeld BMW Sauber (B) 1:24.867 + 1.685 5

    10. Webber Red Bull-Renault (B) 1:25.440 + 2.258 5

    11. Raikkonen Ferrari (B) 1:25.508 + 2.326 4

    12. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) 1:25.685 + 2.503 5

    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari (B) 1:26.224 + 3.042 6

    14. Barrichello Brawn GP-Mercedes (B) 1:26.530 + 3.348 4

    15. Vettel Red Bull-Renault (B) 1:27.047 + 3.865 4

    16. Liuzzi Force India-Mercedes (B) 1:27.341 + 4.159 4

    17. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1:27.798 + 4.616 4

    18. Fisichella Ferrari (B) 1:29.285 + 6.103 4

    19. Kubica BMW Sauber (B) 1:29.895 + 6.713 3

    20. Kobayashi Toyota (B) 1:30.259 + 7.077 4

    ARI VATANEN. A meno di 7 giorni dall’elezione del nuovo Presidente della FIA, l’atmosfera si fa incandescente. E non poteva essere altrimenti vista la facilità con la quale l’organismo comandato da Max Mosley riesce ad inanellare scandali a ripetizione. L’ultima provocazione è targata Ari Vatanen: lo sfidante di Jean Todt, ampiamente sconfitto secondo le previsioni, attacca senza mezze misure:“Mosley ha violato il principio di neutralità definendo Jean Todt come suo successore ideale”. E c’è di più, l’ex pilota di Rally ha realizzato un vero e proprio dossier nel quale ha raccolto tutte le azioni fatte dai vertici della Federazione al fine di rendere la lotta con Todt impari. Il tutto, condito da una bella azione legale. Tanto per non farsi mancare nulla…