GP Brasile F1: vince Webber con Button iridato

Vittoria per Mark Webber nel Gran Premio del Brasile di Formula 1 edizione 2009

da , il

    Jenson Button campione del mondo. E’ questo l’esito principale del Gran Premio del Brasile che ha visto la vittoria di Mark Webber in una gara costellata di incidenti ma senza grossi colpi di scena.

    GIRO 01. Partenza spettacolare e pericolosa. Raikkonen parte bene ma si tocca con Sutil alla prima staccata, la posteriore sinistra è forata. Poi tampona Webber e deve rientrare a cambiare l’ala. Sutil protagonista anche con Trulli. I due arrivano ai ferri corti ed escono di pista coinvolgendo anche un incolpevole Alonso. Hamilton e Kovalainen vanno in pit lane per alcuni danni ed il finlandese decide di portarsi dietro il tubo del rifornimento investendo di benzina Kimi Raikkonen. Un bello spavento…

    GIRO 02. Entra la safety car per raccogliere i detriti. La classifica vede Barrichello davanti a Webber, Rosberg, Kubica, Buemi, Nakajima, Kobayashi, Grosjean e Button.

    GIRO 05. Alla ripartenza Kubica supera Rosberg, Kobayashi supera Nakajima e Button, scatenato, sopravanza Grosjean e il giapponese della Williams.

    GIRO 21. Pit stop per Barrichello che viene scavalcato anche da Vettel.

    GIRO 23. Pit stop per Kubica che rientra davanti a Barrichello.

    GIRO 24. Dopo una grande insistenza Button riesce a superare Kobayashi.

    GIRO 26. Pit stop per Webber.

    GIRO 27. Ritiro per Rosberg. Problemi al cambio gli impediscono di concludere una gara che lo stava vedendo protagonista.

    GIRO 29. Pit stop per Button.

    GIRO 37. Pit stop per Vettel.

    GIRO 43. Pit stop per Hamilton.

    GIRO 44. Pit stop per Raikkonen. La classifica a questo punto vede Webber davanti a Kubica, Barrichello, Button, Vettel, Buemi, Hamilton, Kobayashi, Raikkonen.

    GIRO 50. Pit stop per Barrichello che riprende il giro delle seconde soste.

    GIRO 52. Pit stop per Webber.

    GIRO 54. Pit stop per Button.

    GIRO 56. Pit stop per Vettel. Con i big che hanno concluso le loro soste la gara è comandata da Webber seguito da Kubica, Barrichello, Hamilton, Vettel, Kovalainen, Button e Raikkonen. Il pilota inglese della Brawn GP comincia a vedere il titolo mondiale.

    GIRO 61. Hamilton supera un Barrichello con evidenti problemi di gomme.

    GIRO 63. Barrichello effettua un pit stop supplementare causa foratura. Il mondiale si chiude definitivamente e va nelle mani di Jenson Button.

    GIRO 71. Solo la pioggia poteva invertire la rotta presa dal GP del Brasile ma il tempo è clemente con Jenson Button ed il pilota inglese conclude al quinto posto. Basta e avanza per festeggiare la conquista del titolo mondiale 2009. La vittoria di tappa va a Mark Webber con Kubica e Hamilton sul podio. Vettel è quarto. Raikkonen sesto, Buemi settimo e Barrichello solo ottavo. Tanti i “se” della gara che lasciano aperte molte domande. Ad esempio, cosa avrebbe combinato Raikkonen se Webber non lo avesse stretto alla prima curva e non avesse bucato la gomma nel contatto con Sutil. Cosa avrebbe combinato Button se i tanti piloti che gli erano davanti non si fossero autoeliminati. Una cosa è certa: il titolo sarebbe stato comunque suo. Ed è questo quello che conta oggi.

    GP Brasile F1 2009: ordine di arrivo

    1. Webber Red Bull-Renault (B) 1h32:23.081

    2. Kubica BMW Sauber (B) + 7.626

    3. Hamilton McLaren-Mercedes (B) + 18.944

    4. Vettel Red Bull-Renault (B) + 19.652

    5. Button Brawn-Mercedes (B) + 29.005

    6. Raikkonen Ferrari (B) + 33.340

    7. Buemi Toro Rosso-Ferrari (B) + 35.991

    8. Barrichello Brawn-Mercedes (B) + 45.454

    9. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) + 48.499

    10. Kobayashi Toyota (B) + 1:03.324

    11. Fisichella Ferrari (B) + 1:10.665

    12. Liuzzi Force India-Mercedes (B) + 1:11.388

    13. Grosjean Renault (B) + 1 lap

    14. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari (B) + 1 lap

    Nakajima Williams-Toyota (B) 31

    Rosberg Williams-Toyota (B) 28

    Heidfeld BMW Sauber (B) 22

    Sutil Force India-Mercedes (B) 1

    Trulli Toyota (B) 1

    Alonso Renault (B) 1