Gara GP Brasile F1 2015, risultati e classifica: domina Rosberg, Ferrari a podio [FOTO]

A Interlagos il via alle 17:00. Settantuno giri in programma, Rosberg in pole

da , il

    E sono due. Di fila. Rosberg vince a Interlagos e fa dannare Hamilton, che per tutti i 71 giri prova ad avvicinarsi, stampare tempi veloci in sequenza, ma non ha l’opportunità di andare sotto per provare il sorpasso, costretto a fare i conti con un Nico consistente, veloce e bravo a tenersi la prima posizione in partenza. Un gran premio privo di grandi spunti di interesse, ci si aspettava qualcosa in più in termini spettacolari, ma l’”intruso” Ferrari non ha avuto il passo per poter stare con le due Mercedes. Vettel fa un’ottima gara, termina a podio, dove lo si attendeva, e con giri veloci spesso sovrapponibili a quelli di Hamilton e Rosberg.

    Gli altri sono lontanissimi, Raikkonen fa due soste, come Bottas, Hulkenberg e Kvyat alle sue spalle. Tutti a correre in solitaria, ampiamente staccati gli uni dagli altri. Bottas ha recuperato due posizioni sulla posizione in griglia, Hulkenberg ne aveva perse altrettante, ma ha recuperato su Kvyat dopo la prima sosta.

    La cronaca della gara

    Buona rimonta per Romain Grosjean, nono e 5 posizioni recuperate, chiude davanti a Verstappen, come al solito a regalare sorpassi, pochi stavolta, “appena” due, ma voluti e forzati. Con la vittoria odierna Rosberg si assicura matematicamente la seconda posizione nel mondiale piloti.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP BRASILE F1 2015

    71/71 - Rosberg taglia il traguardo e vince il Gran Premio del Brasile! Successo meritato per Nico, Hamilton finisce a 7″ e poi Vettel a podio, 14″ dal vincitore. Raikkonen è quarto, ma a 46″, Bottas è quinto e doppiato!

    69/71 – Hamilton è a 5″5 da Rosberg, che si avvicina alla vittoria quando mancano 2 giri

    67/71 – In lotta Perez e Ricciardo, Daniel passa in fondo al dritto, è 12mo. Davanti Verstappen è a 3 decimi da Maldonado, prova a entrare a punti l’olandese, che può sfruttare la gomma morbida contro la media di Pastor, però va via in velocità. Prende però l’interno Max e passa facile alla staccata in fondo al dritto

    65/71 - Kvyat si fa sotto a Hulkenberg, 8 decimi appena a separarli, ma dovrà trovare lo spunto per attaccare

    64/71 – Ci avviciniamo alle ultime battute di gara, Hamilton sembra aver lasciato le speranze di insidiare Rosberg, si trova a 2″7 e conserva 12″1 su Vettel. Solo 5 piloti a pieni giri, Bottas non è lontano dall’essere doppiato

    60/71 – Verstappen fa un sorpasso in fotocopia su Nasr, replicando la manovra effettuata su Perez. Riesce ed è 11mo. Grosjean intanto prende la posizione su Maldonado, buon nono Romain

    58/71 – I tempi dei primi 3 sono divisi da 1 decimo nell’ultimo passaggio: Rosberg e Hamilton 14″9, Vettel 15″0

    57/71 – La girandola di pit-stop, con Massa ultimo a fare la terza sosta, dopo Verstappen, Perez e Grosjean, non modifica le posizioni

    56/71 - Gli unici a darsele di santa ragione in questo gran premio sono Maldonado e Nasr, sorpassi continui, per ora Nasr nono davanti al venezualano

    53/71 - Hamilton guadagna ancora, 1″1 di distacco da Rosberg, ma sarà difficilissimo farsi sotto e provare l’attacco

    La cronaca della gara

    51/71 - Rosberg ha diversi doppiaggi da fare e vede il vantaggio su Hamilton scendere a 1″5.

    Giro record di Hamilton: 1’14″8!

    50/71 – Vettel fa il giro record in 1’15″2, Raikkoen rimedia 7 decimi. Non ci sono battaglie in vista

    49/71 – Ricciardo nelle retrovie passa Perez sul dritto, Sergio prova a replicare sulla Reta Oposta e in accelerazione verso la Ferradura, ma non c’è spazio.

    Rientra ora Hamilton

    48/71 – Vettel fa la terza sosta, torna alle medie e andrà fino al traguardo.

    Rosberg lo copia e a fine giro rientra

    47/71 – Si fa vedere Hamilton nella tabella dei tempi: 1″ guadagnato a Rosberg e record con 1’15″304. Si porta a 2″2 da Nico e mantiene sempre un buon margine su Vettel, 7″. Sebastian nell’ultimo passaggio ha recuperato 2 decimi al leader della corsa. Dietro c’è Kvyat a 1″1 da Hulkenberg, ma gli mancano i cavalli per pensare a un attacco. Massa doppiato adesso, . Si ferma Raikkonen, seconda sosta per lui e gomme medie

    42/71 – Si ferma Bottas, manca solo Raikkonen. Su gomme morbide al momento abbiamo solo Vettel e Maldonado tra i primi 10, oltre alle due Mclaren

    41/71 - Buon sorpasso di Grosjean su Verstappen, è 10mo. Ha provato in staccata in fondo al dritto di partenza.

    40/71 - 5″ di penalità per Maldonado. Si ferma ora Kvyat mentre Vettel ha avuto strada da Raikkonen, essendo i due su strategie diverse.

    38/71 - Grosjean ha ripassato in pista Perez, era stato scavalcato al pit. Maldonado attacca ancora Nasr, stavolta in maniera pulita e va nono. I tempi di Vettel copiano quelli di Rosberg, gira sul 15″8.

    37/71 - Super giro di Hamilton! 1’15″350 con gomma media, Rosberg fa 15″6. Sono divisi da 3″. Vettel ha 6″ da Hamilton.

    Si sono fermati anche Verstappen, Grosjean e Perez, tutti insieme

    36/71 – Hamilton passa Raikkonen sul dritto. In precedenza, contatto Maldonado-Nasr, Felipe in testacoda alla esse Senna. Vettel continua sul passo di 15″6, deve spingere a tutta per recuperare su Hamilton ma dovrà fermarsi ancora Seb, come anche i Mercedes. Raikkonen punta ai due pit, come Bottas e Kvyat.

    Sosta anche di Grosjean

    La cronaca della gara

    34/71 - Anche Hamilton al cambio gomme, di nuovo mescola media. Rosberg si riprende la prima posizione, Raikkonen va lungo in questo stint e Hamilton dietra dietro Kimi e Alonso (doppiato). Vettel gira i 1’15″6, giro record.

    33/71 - Pit di Rosberg, Alonso e Ericsson. Nico conferma gomme medie

    32/71 - Verstappen attacca Perez all’esterno in staccata della esse Senna, affiancati i due, poi con il richiamo a destra passa max e dietro ne approfitta Grosjean, all’esterno della Curva do Sol per passare il messicano, uscito in 3 curve dalla zona punti.

    Vettel ai box, monta gomme morbide: andrà su tre pit

    29/71 - Hamilton ora prende spazio per non surriscaldare gomme e meccanica oltre il dovuto: 2″4 da Rosberg. Vettel ha 6″5 da Lewis e 10″4 su Raikkonen. Bottas accusa 14″1 da Kimi ma ha un buon vantaggio di 6″5 su Hulkenberg. Kvyat è a 3″2, poi Massa a 1″4 da Daniil e con 5″5 su Perez.

    Si è fermato per la seconda sosta Ricciardo, ancora gomme medie, mentre Maldonado era passato in precedenza alle gomme morbide

    27/71 - Il trenino Perez-Verstappen-Grosjean prosegue con 1″2 tra il messicano e il francese, davanti Massa ha 1″1 da Kvyat ma gli manca il passo per guadagnare. Hamilton via radio: “Sono più veloce ma non riesco ad avvicinarmi di più”

    26/71 - Gara piuttosto noiosa al momento, non abbiamo vissuto particolari momenti di interesse. Bottas ha guadagnato due posizioni rispetto al via, Hulkenberg ne ha persa una, scavalcando Kvyat in occasione del pit. Non molto altro da raccontare dopo poco più di un terzo di gara

    25/71 – Hamilton torna a farsi sotto sulla Reta Oposta, è a 5 decimi da Rosberg.

    Si ferma ora Maldonado

    22/71 – Vettel, dopo una fase in cui ha subito un calo rispetto ai due Mercedes, ora è sugli stessi tempi. Hamilton è a 6 decimi da Rosberg ma rovina le gomme così facendo e via box dice che non dureranno ancora molto per quel che sente.

    Kvyat ha passato Maldonado, Massa fa ora la stessa cosa e Perez è solo 2″7 dietro, girando 6 decimi più veloce.

    19/71 - Rosberg ha perso 4 decimi nell’ultimo giro e Hamilton si è portato a 8 decimi, potrà usare il Drs sul dritto. Maldonado continua a perdere terreno su Kvyat e Massa che lo seguono, a breve sarà in bagarre diretta

    18/71 - Hulkenberg attacca facilmente Maldonado grazie anche al Drs. A Raikkonen dicono che pensano di allungare lo stint centrale, forse si può giustificare così il passo più lento (7 decimi ora) rispetto a Vettel.

    17/71 - Vettel sta girando nettamente più forte di Raikkonen, 1’16″3 contro 1’17″1: Seb è a 2 decimi dal ritmo di Hamilton

    17/71 – Tutti i piloti sono su gomme medie e sarà il compound da confermare anche dopo la seconda sosta che vedremo in seguito. Le battaglie all’orizzonte non sono molte. Verstappen è a 5 decimi da Perez, decimo. Maldonado è l’unico a non essersi fermato, era partito con gomme medie e andrà molto lungo con questo stint. Hamilton ha 1″1 da Rosberg, che ora torna a spingere e fa il T1 record.Tutti gli altri piloti sono piuttosto separati l’uno dall’altro, eccetto Maldonado-Hulkenberg, divisi da 1″

    15/71 – Pitstop anche per Hamilton però resta sempre dietro, pur avendo recuperato 8 decimi con la sosta più rapida.

    14/71 - Vettel rientra insieme a Rosberg, Hamilton resta in pista. Pit lento per Nico, 4″4 contro i 2″7 di Seb, che ha recuperato 1″7 grazie ai meccanici.

    13/71 – Sosta di Raikkonen, mantiene la posizione su Bottas. Gomme medie ovviamente per Kimi. Richiamano adesso Rosberg, entrerà ai box al termine del giro

    11/71 - Cambio gomme per Bottas e Verstappen. Valtteri rientra dietro Ericsson, cioè 10mo.

    Rosberg torna a spingere e amplia il suo margine su Hamilton fino a 1″4.

    10/71 – Pit per molti: Kvyat, Massa, Perez e Grosjean fanno il cambio gomme. Torna in pista Daniil e perde la posizione su Hulkenberg, che torna davanti dopo aver perso in partenza la quinta piazza

    La cronaca della gara

    9/71 – Pit di Hulkenberg, monta gomme medie e torna in pista 16mo. Dal muretto Williams richiamano Massa, si fermerà al prossimo passaggio.

    8/71 – Si alza il passo Mercedes, Rosberg gira in 16″5, Hamilton 16″6, Vettel 16″7. Ha 4″1 di distacco da Nico, Seb, mentre 2″5 da Hamilton. Hulkenberg fotocopia i tempi di Kvyat, restando però a 8 decimi, Massa è ottavo e dietro di lui si crea un terzetto: Perez-Verstappen-Grosjean, Romain è nettamente più rapido

    6/71 - Rosberg riesce a guadagnare su Hamilton, gli dà 2 decimi a giro, Vetten è stabile sull’1’16″6. Nelle retrovie c’è Grosjean che sta rimontando su Verstappen, si giocano la 10ma posizione. Raikkonen, Bottas e Kvyat sono tutti ben separati l’uno dall’altro

    4/71 – Nasr è stato passato da passato Grosjean sul rettilineo. La situazione in testa vede le Mercedes girare 4-5 decimi più veloci di vettel, che ha 2″8 da Rosberg. Raikkonen gira a 1 decimo da Vettel e ha un buon vantaggio su Bottas. Hulkenberg ha nel mirino Kvyat, per la sesta posizione

    3/71 - Rientra ai box Ricciardo, per montare le gomme medie.

    3/71 – Rimossa la macchina di Sainz.

    2/71 - Toro Rosso in posizione pericolosa, doppie bandiere gialle esposte. Hamilton segue da vicino Rosberg, Vettel ha 9 decimi da Lewis, poi Raikkonen, Bottas, Kvyat, Hulkenberg, Massa, Perez, Verstappen. Ricciardo è risalito 14mo.

    1/71 – Parte il Gran Premio del Brasile 2015! Rosberg parte bene e conserva la posizione, Hamilton prova l’esterno, poi le due Ferrari terza e quarta, seguite da Bottas, Kvyat e Hulkenberg che prova a passare Daniil ma non ce la fa. Massa in bagarre con Verstappen, per l’ottava posizione. Il gruppo si snoda nel T2. Ancora problemi per Sainz, è rimasto senza potenza ma ha subito un bloccaggio al posteriore dopo curva 4.

    17:00 – Via al giro di formazione!

    16:57 – Solamente Maldonado e Sainz (che partirà dai box) montano gomme medie. Tutti gli altri scattano con le morbide, attese con un elevato degrado e destinate a durare pochi giri

    16:55 – Le possibilità di pioggia sono date complessivamente al 30%, il 60% nella prima ora di corsa, il cielo si è annuvolato ma la temperatura resta sui 45° C

    16:52 – «Oggi abbiamo la macchina per vincere, ma i punti si contano a fine gara. Fa molto caldo, la gomma morbida con la quale partiremo può tenere pochi giri, dopo vediamo se saranno 2 o 3 stop», spiega Toto Wolff.

    La cronaca della gara

    16:49 – «Vettel si avvicinerà molto alle Mercedes, ho parlato prima con lui ed è molto ottimista», dice Emerson Fittipaldi

    16:45 - Minuto di silenzio in griglia di partenza. Tutti in prima linea, i piloti, Todt, Ecclestone, questi ultimi con un cartello per ricordare le vittime degli incidenti sulla strada, mentre una bandiera francese è stata retta da Stevens, Grosjean, Hulkenberg, Button e Kvyat

    16:44 – La macchina di Sainz viene trainata su verso la pitlane, vedremo se riusciranno a rimettere in sesto la monoposto e partire dai box. Molti piloti hanno sul braccio un segno di lutto per l’attentato di Parigi.

    16:42 – Hembery conferma che la strategia più lineare è quella di andare su due soste, a meno di pioggia.

    16:41 – «Non so chi vince, uno dei due speriamo. Sono sicuro che Lewis attacca alla prima curva, ho un po’ paura che possa esserci un conttatto e poi Vettel è contento. La Ferrari è veloce, vediamo come andrà la corsa», commenta Lauda.

    16:36 – Fuori dai giochi Sainz, macchina parcheggiata nella via di fuga

    16:34 - Problemi per Sainz appena uscito dai box. La Toro Rosso si è piantata sulla piazzola di simulazione della partenza. I commissari spingono Sainz e sembra difficile che Carlos possa riuscire a prender parte alla gara.

    16:30 - Apre la pitlane, 15 minuti per schierarsi in griglia. La temperatura al momento è di 43° C sull’asfalto, un po’ meno di quanto rilevato ieri in qualifica

    16:20 – Splende il sole su Interlagos, difficile immagine la possibilità che arrivi la pioggia durante la gara.

    16:08 - Quando manca meno di un’ora al via, parliamo di strategie. Due o tre soste, queste le previsioni Pirelli, con una predilezione per le due fermate, visto che i tre pit devono fare i conti con la possibilità di rientrare nel traffico. Il primo cambio gomme sarà intorno al 17mo giro per passare sulle medie e confermarle al 44mo, per i piloti che andranno su due fermate; i tre pit vedranno queste finestre: 15mo e 30mo in entrambi i casi montando le gomme le morbide, poi all 46mo con gomme medie.

    15:50 – «Le Mercedes sono veloci, lo sappiamo, in gara però siamo di solito più vicini, vediamo di fare una buona prima curva e poi avere un ritmo interessante.

    Quella di oggi sarà una gara complicata, specialmente dal profilo della strategia e della gestione delle gomme», commenta Vettel.

    | LEGGI ANCHE – VETTEL: “MACCHINA MIGLIORE DI VENERDI’ |ROSBERG: “DUE GIRI AL LIMITE” |QUALIFICHE, POLE DI ROSBERG |

    Griglia di partenza

    1. Rosberg

    2. Hamilton

    3. Vettel

    4. Raikkonen

    5. Hulkenberg

    6. Kvyat

    7. Bottas (+3 posizioni per aver passato Nasr in regime di bandiera rossa)

    8. Massa

    9. Verstappen

    10. Sainz

    11. Perez

    12. Ericsson

    13. Nasr (+3 posizioni per aver rallentato Massa in qualifica)

    14. Grosjean

    15. Maldonado

    16. Button

    17. Rossi

    18. Stevens

    19. Ricciardo (+10 posizioni per nuovo motore)

    20. Alonso

    15:35 - La prima notizia di giornata riguarda Kimi Raikkonen. Motore sostituito per lui, è tornato alla power unit usata a Austin e non subirà penalizzazioni in griglia.

    15:25 – Appassionati di Formula 1, buona domenica. Iniziamo la marcia d’avvicinamento allo spegnimento dei semafori in griglia a Interlagos, dove alle 17:00 scatterà il Gran Premio del Brasile.