GP Canada F1 2013, Ferrari: “Che sorpassi! E che rimonta!” [FOTO]

La Ferrari porta a casa con soddisfazione il secondo posto di Fernando Alonso nel Gran Premio del Canada 2013 di Formula 1

da , il

    GP Canada F1 2013, Ferrari: "Che sorpassi! E che rimonta!" [FOTO]

    La Ferrari prende e porta a casa con soddisfazione il secondo posto di Fernando Alonso nel Gran Premio del Canada 2013 di Formula 1. Anche solo a metà gara, dobbiamo ricordarlo, l’obiettivo sembrava alquanto ambizioso. Lo spagnolo, però, è riuscito a limitare i danni alla grande da Sebastian Vettel. “I lunghi rettilinei e le zone DRS del tracciato di Montreal ci facevano ben sperare per una gara da giocare in rimonta, pur sapendo che partire dalla sesta e sedicesima posizione non sarebbe stato un compito facile e soprattutto perché le prestazioni tra le vetture in testa oggi erano molto simili - ha ricordato Pat FryFernando ha effettuato un’ottima partenza, è riuscito a superare Bottas e a portarsi in quinta posizione. Da lì in avanti ha saputo gestire le gomme in modo straordinario, spingendo nei momenti più opportuni e riuscendo a raggiungere il gruppo dei leader. La rimonta verso la seconda piazza è stata degna del suo talento, con alcuni sorpassi da brivido come quello su Hamilton. Anche Felipe si è reso protagonista di numerosi sorpassi, tra cui uno molto importante su Raikkonen nel finale. Forse se avessimo optato per un treno di Medium al suo primo stop, Felipe avrebbe potuto guadagnare una posizione in più”.

    Domenicali: “Ci siamo riscattati”

    Stefano Domenicali parla così dal sito ufficiale della Ferrari dopo il GP del Canada 2013 di F1: “Volevamo assolutamente riscattarci, perché sapevamo che condizioni meteorologiche più stabili ci avrebbero consentito di esprimere il nostro vero potenziale. Il podio era l’obiettivo e possiamo dire di averlo centrato, in una gara complicata fin dall’inizio dalle nostre posizioni di partenza. La prestazione di Fernando è stata assolutamente straordinaria, soprattutto perché oggi il livello dei nostri avversari era veramente alto. Anche Felipe ha saputo dimostrare tutte le sue potenzialità: riuscire a portare a casa punti dopo una partenza dalle retrovie è stata la migliore risposta a quanti lo ritenevano condizionato dagli sfortunati episodi dei giorni scorsi”.

    Alonso: “Ho lottato con piloti intelligenti”

    “Questo secondo posto ha il sapore di una vittoria, perché siamo stati competitivi e siamo riusciti a lottare con i piloti di testa. Con loro non ti senti mai in pericolo, anche ruota contro ruota a 320 chilometri orari, perché hanno l’intelligenza e l’esperienza necessaria a garantirsi il giusto margine di sicurezza. I sorpassi sulle due Mercedes hanno avuto dinamiche quasi identiche, forse quello su Hamilton è stato più intenso perché avevamo lo stesso passo, mentre con Rosberg sapevo che era solo una questione di giri grazie al vantaggio di montare pneumatici Medium, mentre lui aveva gomme Supersoft”, Fernando Alonso lancia implicitamente un’altra frecciatina a Perez, criticato aspramente dopo Montecarlo per comportamento troppo aggressivo. “In termini di punti questo è un ottimo risultato: adesso davanti abbiamo solo Vettel, che qui era irraggiungibile e ha meritato la vittoria. Anche se ha incrementato il suo vantaggio il campionato è ancora lungo e c’è tutto il tempo per recuperare”, ha concluso l’asturiano guardando la situazione in classifica.

    Anche Massa dà spettacolo

    Stavolta anche Felipe Massa ha fatto vedere grandi cose ed ha infiammato il box del Cavallino. Se non fosse partito sedicesimo e gli avessero concesso una tattica migliore (vedi le parole di Fry), probabilmente sarebbe stato un protagonista assoluto: “Sono molto contento della mia gara di oggi, è stata una vera battaglia dall’inizio alla fine. Dopo l’uscita di pista di ieri sapevo che non sarebbe stato facile partire in sedicesima posizione, ma ero consapevole di avere una buona macchina ed ho affrontato la gara all’attacco. Credo che una strategia che prevedesse l’utilizzo di due set di gomme Medium mi avrebbe fatto guadagnare almeno una o due posizioni. Anche se non posso dirmi soddisfatto di questo risultato è stata comunque una giornata positiva”.