GP Canada F1 2014, Alonso: “Ferrari deve guardare al 2015, Mattiacci ha idee chiare”

Formula 1: in vista del GP del Canada 2014, Fernando Alonso parla dello stato della Ferrari elogiando Mattiacci e confidando di puntare al terzo titolo

da , il

    f1 2014 canada alonso mattiacci

    Questo weekend è quello del Gran Premio del Canada 2014 di Formula 1. Lo è per tutti. Anche se per alcuni un po’ meno. E’ il caso di Fernando Alonso che non si perde in frasi di circostanza e chiede alla Ferrari, in sostanza, di pensare già al 2015:“Dobbiamo continuare a lottare per obiettivi importanti, ci sono dei traguardi che vogliamo raggiungere in questa stagione ma non dobbiamo rischiare di compromettere il progetto del prossimo anno - ha dichiarato sul ferrari.com – continueremo lo sviluppo della vettura 2014 perché molte cose l’anno prossimo non cambieranno. Resta il fatto che se ci fosse qualcosa di fondamentale da sviluppare per la prossima stagione non dovremmo assolutamente sottrargli del tempo. Devo dire che però non mi preoccupo di questo: da quando è arrivato Marco Mattiacci tutto si sta muovendo nella direzione giusta, ha le idee chiare e un approccio molto intelligente, anno per anno diventeremo sempre più forti”.

    [sondaggio id="443"]

    Alonso: “Gara dura per la Ferrari”

    “Sarà una gara dura perché su questa pista ancora una volta, a differenza di Monaco o Barcellona, il fattore dominante sarà la potenza della power unit ha ricordato Fernando Alonso Non credo che qui avremo vita facile ma il tracciato mi piace e i risultati degli ultimi quattro anni sono stati positivi: mi aspetto un buon weekend dal quale spero arrivino punti pesanti. Abbiamo alcuni aggiornamenti sui quali abbiamo lavorato nelle ultime settimane provandoli a lungo al simulatore. Qui il giro è corto e i tempi saranno molto ravvicinati, ciò significa che uno o due decimi in più o in meno possono valere una differenza di sei o sette posizioni”.

    Terzo titolo mondiale obiettivo realistico

    Eravamo nel lontano 2006 quando Fernando Alonso, fresco vincitore di due titoli mondiali consecutivi, si lasciò scappare una dichiarazione:“Vinco il terzo titolo, eguaglio Senna e smetto”. L’impresa, con Schumacher sulla via della pensione e senza i vari Vettel e Hamilton ancora nei pensieri, sembrava più che alla portata. Il destino, invece, ha disegnato uno scenario molto diverso per il pilota spagnolo che ora vede il terzo alloro veramente come l’obiettivo finale della propria carriera:“Abbiamo fame di vittoria e spingiamo per tornare vincere – ha detto ad Autosport – mi sono posto come traguardo di vincere il terzo mondiale e ci sto lavorando sopra. Con tre titoli fai un passo in avanti ed entri nel club dei nomi più importanti. Per tre volte ci sono già andato molto vicino e penso che sarò competitivo per altre stagioni anche se non so dire se saranno 3, 5, o 7″.

    Raikkonen: “La Ferrari sta progredendo”

    “Dobbiamo vedere come vanno le prove prima di farci un’idea sui vantaggi che le nuove componenti ci possono portare – ha ammesso Kimi Raikkonen parlando delle novità che la Ferrari F14 T farà debuttare sul circuito di Montreal La situazione meteorologica prevista per il venerdì di libere non è molto incoraggiante: speriamo che sia asciutto in modo che possiamo capire qual è il nostro potenziale qui. Ogni miglioramento, anche piccolo, è sempre benvenuto”. Secondo Iceman le Mercedes resteranno imprendibili fino a fine stagione:“Ma noi in Ferrari vogliamo continuare a dare il massimo per ottenere il meglio ad ogni gara, vogliamo diventare più forti e nel prossimo futuro poter puntare al podio. Detto questo non sono pronto a scommettere se sarò o meno in grado di vincere una gara entro breve tempo”, ha concluso.

    Twitter: @pierimanuel