GP Canada F1 2014, Hamilton: “Capitolo chiuso con Nico, siamo amici”

Alla vigilia del Gran premio del Canada, Hamilton parla dei suoi rapporti con Rosberg e annuncia una Mercedes ancora forte: Ferrari e Renault? Non fanno paura

da , il

    gp canada f1 2014, conferenza piloti

    Dopo i fatti di Monaco, è Lewis Hamilton il più atteso nella conferenza stampa del giovedì a Montreal. Il Gran premio del Canada 2014 gli darà fisicamente lo spazio per replicare in pista a Rosberg, quello che nel Principato non c’è stato, costringendolo a un trenino snervante. Il tutto tenendo ben presenti gli interessi del team, perché Toto Wolff ha già anticipato che non sarà tollerato alcun incidente in pista. «Abbiamo parlato dopo la gara con Nico, siamo amici e come tutti abbiamo alti e bassi. Abbiamo chiuso questo capitolo e cerchiamo di lavorare insieme per aiutare il team a vincere il campionato costruttori. All’interno del team non è cambiato nulla, hanno fatto un ottimo lavoro per il sostegno che ci è stato dato e come hanno gestito finora. Siamo stati a cena ieri, tutti hanno alti e bassi e non è diverso rispetto ad altre esperienze fatte negli anni in cui abbiamo corso insieme», spiega Lewis.

    Sempre che non si inserisca qualche intruso. Possibile? Ferrari e Renault a sparigliare le carte dei motorizzati Mercedes? «Non credo che sarà così, siamo molto forti sui rettilinei e si adattano alla macchina. Abbiamo una grande erogazione di potenza, Renault e Ferrari dovranno fare un lavoro eccezionale per tenere il nostro passo sul dritto», taglia corto l’inglese.

    [sondaggio id="443"]Mercedes sugli scudi significa una Williams da attendersi davanti. Massa è fiducioso e spera in un week end in cui capitalizzare il potenziale della macchina. «[Finora] non siamo in linea con gli obiettivi, i risultati che ho avuto non sono stati buoni e non ho fatto grandi gare, sono certo che potremo fare molto meglio e che questa pista possa adattarsi molto meglio alla macchina», ammette il brasiliano. Altro team indiziato per un buon exploit, la Force India: «Cercheremo di fare il meglio, la pista dovrebbe adattarsi a noi ed è uno dei miei gran premi preferiti. Rispetto a Monaco, col senno di poi, forse saremmo potuti partire con le supersoft e con la safety car sarebbe stato diverso, ma in generale siamo competitivi», il commento di Hulkenberg.Minori chance di ritrovarsi davanti dovrebbe averle la McLaren, con Button che traccia il tema tecnico del week end: «Sarà una gara insidiosa, come sempre. Le temperature che avremo venerdì, poi, [non aiuteranno]. Non c’è molto carico aerodinamico ma si cerca il grip meccanico e con il lungo rettilineo sarà positivo avere il motore Mercedes. Domenica, con il caldo atteso dovremo prenderci cura delle gomme». Non ha ancora rinnovato il contratto e alcune voci dal paddock ne hanno pronosticato il ritiro a fine anno: «Sul prossimo anno, non ci sono progressi. Abbiamo trascorso quattro anni belli, siamo al quinto ed entrambi vogliamo lavorare insieme in futuro, ma non è il momento giusto, ci sono altri problemi da risolvere. Mi sento ancora molto giovane nel cuore, in forma più che mai e ho molta esperienza: ho ancora tanto da dare in Formula 1 e non vedo un termine alla mai carriera»

    Fabiano Polimeni

    Paddock Girls GP Monaco F1 2014