GP Canada F1 2014: Rosberg e Vettel superlativi, Hamilton recrimina [FOTO]

Le qualifiche del Gran premio del Canada incoronano Nico Rosberg

da , il

    F1, Gran Premio Canada 2014: il venerdi a Montreal

    La pole di Montecarlo? E chi ne ha parlato! C’era il giallo della gialla (bandiera). A Montreal, le qualifiche del Gran premio del Canada incoronano Nico Rosberg senza se e senza ma. Ha stampato un terzo settore strepitoso, agevolato dall’errore di Hamilton nella terza variante, dove ha perso quasi due decimi dal compagno di squadra. A fine giro, 74 millesimi separano i due: Rosberg sta davanti quando conta e si disegna la griglia, assicurandosi lo start dal lato pulito della pista domani, dettaglio non secondario. Stesso beneficio per Vettel. Rimpiazza Ricciardo, abbonato alla terza piazza in qualifica: cambia pilota, non la macchina. Doveva starci una Ferrari, dopo quanto visto e analizzato nelle libere del venerdì, ma i programmi diversi hanno illuso gli addetti ai lavori.

    «Questa è una pista sulla quale Lewis è molto forte, sono tanto più felice. Durante il week end ho progredito di continuo e per domani è la posizione migliore. Ho lavorato molto con gli ingegneri, sull’assetto, i settori nei quali migliorare, è un processo continuo che ha funzionato», ha commentato Rosberg. Al venerdì spiegava che c’era un decimo ancora da trovare, ed è saltato fuori già nelle libere 3, materializzandosi nel terzo parziale.

    Poche parole per Hamilton, consapevole che questa volta l’errore l’ha fatto lui e la pole va meritatamente al leader del mondiale: «Nico ha fatto un lavoro fantastico, non è stata la mia miglior qualifica, a volte giri meglio altre meno».

    Come andrà in gara? «Un decimo è quasi niente, una volta uno una volta l’altro: per me è perfetto. Domani la corsa tra i due sarà interessante», spiega Lauda.

    A esser sinceri non ci aspettavamo una Red Bull così davanti, ma Sebastian Vettel è stato a dir poco superlativo nell’ultimo giro. «L’inizio non è stato grandioso, poi però ho preso più rischi nel settore centrale, ho trovato una traiettoria migliore e nel complesso è un risultato molto buono, era il massimo che potessimo fare. A parte le Mercedes, c’erano quattro macchine racchiuse in pochi centesimi: sono molto contento di essere davanti. La gara sarà molto lunga e la strategia potrebbe riservare sorprese; le Williams hanno una macchina molto veloce sul rettilineo».

    E’ un po’ la risposta a Ricciardo, quella data in qualifica. Marko, spiega così il giro del suo pupillo: «Sebastian ha faticato per tutta la mattinata con la macchina, alla fine è riuscito a sistemare tutto: non eravamo certi della Q3, arrivare terzi è una grande prestazione. Era già in buona forma a Montecarlo, purtroppo ha avuto un problema tecnico, adesso sta dimostrando che tipo di pilota è».

    Ricciardo che recrimina sul finale: «L’ultimo run sono stato un po’ in difficoltà, per il resto della sessione andavo bene. Per l’ultimo giro abbiamo fatto un cambio di set-up ma non è andato bene. Al momento sono un po’ frustrato per il giro, non sono riuscito a fare bene tutti i settori, mi devo rilassare un po’».

    Fabiano Polimeni