GP Canada F1 2014, tecnica: le novità di Ferrari e Red Bull

Prime novità tecniche sulle monoposto a Montreal

da , il

    nuovi cestelli freni Ferrari

    Dovevano arrivare a Montreal le novità tecniche più consistenti sulla Ferrari F14 T. In attesa di scoprirle tutte nel corso delle prove libere del Gran premio del Canada, sguardi indiscreti all’interno dei box al giovedì ci restituiscono alcuni indizi interessanti, prevalentemente legati alla conformazione del circuito. A cambiare radicalmente è, ad esempio, la forma delle prese d’aria dei freni anteriori.

    Montreal ha sì frenante importanti, che mettono a dura prova l’impianto delle monoposto, ma diversamente da Montecarlo – a suo modo esigente per altre ragioni – i lunghi rettilinei consentono di abbassare le temperature d’esercizio. Con queste peculiarità in mente, le aperture di raffreddamento si riducono in maniera sensibile, mentre la paratia che sigilla l’interno della gomma per far scorrere al meglio l’aria e ridurre le turbolenze, sembra sia stata estesa verso la parte anteriore.

    [sondaggio id="443"]

    Ci sarà dell’altro da valutare, sull’aerodinamica nello specifico. Per questo vi rimandiamo alle dirette delle due sessioni di prove libere.

    Non stanno certo a guardare gli avversari. In Red Bull hanno modificato parzialmente la forma del musetto, che perde la modesta protuberanza tra i piloncini di supporto dell’ala e opta per una più scavata. Diversa è anche la parte superiore, dove in precedenza si poteva vedere idealmente un’”unghia”, adesso sono state creati tratti più netti e squadrati.

    nuovo musetto Red Bull

    Passando al box McLaren, il team inglese modifica una caratteristica della monoposto 2014, che tanto ha fatto discutere nei test invernali. Le sospensioni posteriori con funzione aerodinamica, ribattezzate butterfly suspensions, non hanno dato i risultati sperati, incapaci di incidere come un elemento rivoluzionario. In Canada si deve privilegiare la velocità massima e ogni intralcio all’avanzamento va rimosso. Così, dai quattro componenti sopra il diffusore si passa a due, lasciando maggior libertà per i flussi d’aria, riducendo il carico aerodinamico.

    sospensioni a farfalla McLaren

    L’ultima nota tecnica riguarda la Force India e il nuovo alettone posteriore. L’endplate, la paratia verticale, si caratterizza per numerose alette inclinate nella parte terminale, utili per ridurre le turbolenze generate dalle ruote. Poco più avanti, due aperture sagomate a S spostano i flussi verso l’interno, mentre in alto troviamo due soffiaggi svergolati e un terzo più piccolo.

    Fabiano Polimeni

    Fonte foto | Automotorundsport

    ala posteriore Force India

    FAI IL NOSTRO QUIZ SUL GP DEL CANADA!

    Quiz gp canada f1 2013

    Per cominciare il nostro Test e Quiz è semplicissimo: basta cliccare sul tasto sottostante inizia il quiz, e puoi rispondere al nostro questionario. Scopri se sei promosso o bocciato, CLICCA QUI PER INIZIARE IL QUIZ!

    Paddock Girls GP Monaco F1 2014