GP Canada F1 2015: Ferrari con nuovo motore da 30 cv in più, Mercedes attende

Contrariamente a quanto affermato inizialmente da Arrivabene, la scuderia italiana spende 3 gettoni per evolvere la power unit ed avere circa 20/30 cavalli in più

da , il

    La rincorsa della Ferrari alla Mercedes riprende nell’insidioso circuito di Montreal, teatro del Gran Premio del Canada, settima prova del campionato 2015 di Formula 1. Contrariamente a quanto affermato varie volte dal team principal Maurizio Arrivabene, la monoposto guidata da Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen si presenterà in Nord America con la prima evoluzione della propria power unit. Stando ad alcune indiscrezioni pubblicate dalla Gazzetta dello Sport e dai tedeschi di Speed Week, il lavoro svolto da Mattia Binotto e la sua squadra, costerà 3/4 gettoni sui 10 in totale a disposizione e porterà un miglioramento di circa 20/30 cavalli. Anche Honda e Renault spenderanno qualcosa mentre la Mercedes si limiterà a montare una nuova unità sulle sue vetture, la seconda dell’anno, ma senza modifiche. Per seguire il LIVE delle qualifiche del Gran Premio del Canada, BASTA CLICCARE QUI!

    Ferrari: nuovo motore e nuova benzina ottimizzata

    Maurizio Arrivabene ha giocato forse di tattica. Il team principal della Ferrari aveva smentito che in Canada sarebbero arrivate novità sul fronte della power unit ma così non sarà. In effetti, il piano di sviluppo iniziale aveva messo nel mirino proprio la prima gara di giugno come occasione giusta per portare in pista il primo step evolutivo del V6 turbo. Le novità riguardano pistoni, alberi a camme e sistema di combustione. Inoltre, la Shell porterà una nuova benzina che ridurrà i consumi e migliorerà le prestazioni. In totale, alla Ferrari sperano di crescere tra i 20 ed i 30 cavalli per raggiungere quota 820, cioè tanti quanti quelli accreditati alla Mercedes. Se così fosse, la scuderia italiana resterebbe con ancora 7 gettoni da spendere proprio come i tedeschi avendo raggiunto la loro stessa potenza. Non male se si pensa a come stavano le cose 6 mesi fa. Unica differenza, non irrilevanti, riguarda il fatto che i rivali inaugureranno in Canada il loro secondo dei quattro motori a disposizione quest’anno mentre l’armata Rossa ha già usato due esemplari.

    Mercedes: “Noi già al top ad inizio stagione”

    La Mercedes ha lavorato più e prima. Ha iniziato la stagione con 7 gettoni a disposizione contro i 10 della Ferrari. Ora può studiare con calma le mosse della concorrenza e passare al contrattacco nel momento più propizio. Si dice, ad esempio, che a Maranello vogliano fare un ulteriore salto di qualità per le gare veloci di fine estate a Spa-Francorchamps e Monza. “Il nostro obiettivo è sempre stato quello di avere la migliore unità possibile già ad inizio stagione in Australia – ha spiegato Andy Cowell motorista Mercedes a Speed Week – Così abbiamo profuso tutti gli sforzi per migliorare durante i tre test invernali e poi a Melbourne. Iniziare la stagione già al massimo ci ha consentito di lavorare con calma e serenità sulle prestazioni e l’affidabilità. Essere stati i migliori nel 2014 non ci ha fatto sedere sugli allori: abbiamo rivisto tutto al microscopio per ottimizzare ogni aspetto”.