GP Canada F1 2015, risultati gara: dominio Hamilton, Ferrari giù dal podio [FOTO]

Il via alle 20:00, Vettel chiamato alla rimonta, Raikkonen a sognare la vittoria

da , il

    F1 Canada 2015, il sabato a Montreal

    Padrone assoluto. E’ il ruolo giocato da Lewis Hamilton, dominatore del Gran Premio del Canada 2015. Lascia la testa solo per un giro, quello dell’unico pit-stop, a Nico Rosberg, secondo al traguardo e mai davvero in grado di impensierirlo. Sul podio non c’è una Ferrari, ed è una novità quest’anno. Raikkonen era agevolmente in controllo del terzo posto, ma un errore al tornantino, il testacoda, ed ecco che Bottas ne approfitta, con una Williams veloce e sui tempi della Rossa. Con la strategia prova a variare una sorte altrimenti segnata, ma è solo quarto.

    La cronaca della gara

    Rimonta ben 13 posizioni Sebastian Vettel, chiude quinto, anche lui su due soste per liberarsi dal traffico a inizio gara. Tutto sommato una gara positiva, anche se pesa non avere sul podio nessuno dei due piloti. Grandioso Felipe Massa, sesto e l’unico davvero in grado di regalare divertimento e sorpassi. Il brasiliano sopperisce ai problemi tecnici del sabato. Primi punti stagionali per Maldonado, davanti a un consistente Hulkenberg, che perde una posizione a causa della battaglia con Vettel, nella quale è finito in testacoda. Sorride anche Kvyat, che si prende una bella rivincita su Verstappen e Ricciardo, dopo tante tante critiche. Decimo a punti, Grosjean, che getta alle ortiche una quinta posizione, andando a toccare Stevens doppiato. Notte fonda in McLaren: si ritirano sia Alonso che Button.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP CANADA 2015

    70/70 – Lewis Hamilton trionfa a Montreal, con ultimi giri molto spinti sul fronte del risparmio di benzina, come gli chiedono dal muretto box.

    66/70 - Hamilton “gioca” con Rosberg, il distacco resta sui 2.4 e la partita è chiusa. Bottas conserva ampio margine su Raikkonen, 6 secondi e KImi ne ha 8 su Vettel. Massa tranquillo sesto, poi Maldonado, Hulkenberg, Kvyat e Grosjean, che dovrà scontare 5 secondi sul tempo finale di gara. Ne ha 11 su Perez.

    63/70 – Vettel ha 10.1 da Raikkonen e guadagna 6 decimi nell’ultimo giro a Kimi, ma difficilmente lo riprenderà. Hamilton intanto va in carrozza verso la bandiera a scacchi.

    58/70 - Vettel è il pilota più veloce in pista. GIra sul 17.4.

    Button viene richiamato al box per ritirare la monoposto. Due gettoni spesi da Honda per aggiornare una power unit a questo punto imbarazzante…

    56/70 - Vettel passa Maldonado sul dritto, ha 12.8 da recuperare su Raikkonen. Buona prestazione di Vettel, con la strategia pronta a reagire sta tutto sommato limitando i danni.

    54/70 – Nelle difficoltà generali dei motorizzati Renault, “brilla” un Daniil Kvyat a lungo bersagliato ma di fatto nono, davanti a Sainz 12mo, Ricciardo 13mo e Verstappen 15mo.

    53/70 - Attenzione a Rosberg, è a 1 secondo da Hamilton, speriamo ci sia del movimento, ma ora Hamilton risponde con un 17.6 contro il 17.8 di Nico. Raikkonen recupera mezzo secondo su Bottas, è a 11.6

    Sainz in scia a Ricciardo

    52/70 – Errore gravissimo di Grosjean, che perde la posizione e si prende anche 5 secondi di penalità, indubbiamente tutte le colpe sono di Romain e il “povero” Stevens si lamenta col suo box.

    50/70 - Ci avviamo nell’ultimo tratto di gara e non ci sono battaglie in vista al momento. Gara soporifera davanti, lo spettacolo l’ha regalato Massa, in parte minore Vettel. Hulkenberg si porta ora ottavo, con Grosjean che si ferma al box e perde la posizione anche su Kvyat e Perez. Non era una sosta prevista, i meccanici non erano pronti e nemmeno i Manor alle spalle. Gara buttata al vento, era in ottima posizione. Si sono toccati Grosjean e Stevens, errore di Grosjean che ha chiuso Stevens dopo il doppiaggio.

    48/70 - Si ritira Alonso, ha perso potenza dice via radio. Honda imbarazzante.

    I commissari comunicano che non ci saranno provvedimenti sull’incidente Vettel-Hulkenberg

    Il live

    46/70 – Premio fair play di Hulkenberg, via radio ammette che non si sono toccati, anche se la manovra di saltare sul cordolo è stata forzata, per non toccarsi.

    Rosberg è a 1.2 da Hamilton, Raikkonen sta recuperando 1 secondo al giro su Bottas. Massa non riesce a stare sul ritmo di Vettel, pur avendo le supersoft.

    44/70 – Maniere forti di Vettel su Hulkenberg nella chicane finale. Stacca all’esterno, entra nella variante e Hulkenberg si gira. Vettel settimo, Hulkenberg nono, passato anche da Massa. Via radio Seb dice “non l’ho toccato, non l’ho toccato”. Sembra sia rimbalzato sul cordolo Hulkenberg, ma le immagini non sono chiarissime

    43/70 – Giro record di Raikkonen, 1.16.987

    42/70 - Sta facendo una gran gara Hulkenberg, stabilmente settimo, senza sbavature né errori. Ora ha Vettel in scia

    40/70 – Si ferma ancora Raikkonen, dopo soli 13 giri sulle morbide. Torna sulle supersoft per avere una gomma più prestazionale nella lotta con la Williams di Bottas, non ha perso posizioni, Grosjean era molto lontano.

    In precedenza si era fermato anche Verstappen

    39/70 - Giro record ancora di Vettel: 1.17.299

    38/70 – A Rosberg dicono di gestire i freni per i prossimi 10 giri, gli dicono che la situazione è critica. Si ferma Massa, dopo 38 giri. Vettel fa il giro record della gara, 1.17.481 e scavalca Felipe, che esce alle sue spalle ma ora avrà le supersoft.

    Hembery conferma che tutti andranno su una sosta, eccezion fatta per Vettel. L’unico ancora a non essersi fermato è Verstappen

    34/70 - Fase interlocutoria di gara. Anche se è interessante il trenino Massa, Grosjean, Vettel. Romain passa Felipe e Vettel si ferma nuovamente, di nuovo nel traffico punta a uno stint ulteriore su gomme morbide nuove. E’ tornato in pista nono.

    33/70 - Sosta per Alonso. Rosberg si fa sotto, 1.4 da Hamiton, poi Bottas a 19 secondi dal leader e Raikkonen a 20.7. Superbo Felipe Massa, gira bene in 19.7 con gomme che hanno 32 giri sulle spalle. Rosberg è a 1.1

    32/70 – All’appello per la sosta mancano Massa, Verstappen, Alonso, Stevens e Merhi.

    31/70 – Vettel ha passato Maldonado, ora ha Grosjean davanti. La classifica dice HAM, ROS, BOT, RAI, MAS, GRO, VET, MAL, HUL, VER

    30/70- Diventa complicata la gara Ferrari. Vettel sbatte contro il muro di gomma Lotus, Maldonado è velocissimo sul dritto e non si riesce ad attaccare. Raikkonen avrà simili problemi con la Williams di Bottas.

    Sosta per Rosberg, andato lungo al tornantino. Ritorna in testa Hamilton

    29/70 – Super giro di Rosberg, 1.17.970, rifila 7 decimi a Hamilton e si porta a 3.1. Bottas al cambio gomme, vediamo se ha guadagnato la posizione su Raikkonen, e ce la fa, a causa del testacoda. Un bel problema per la Ferrari, è a 1.6 da Valtteri e con Massa risalito quinto.

    Sosta di Hamilton

    28/70 – Testacoda di Raikkonen al tornantino! Peccato, perde una vita e viene passato da Grosjean, che va al pit, imitato da Kvyat.

    27/70 -Pit di Raikkonen, torna sulle gomme morbide in pista, dietro a Bottas, in quarta posizione. Deve spingere a fondo ora Kimi

    26/70 - Vettel è in scia di Maldonado, apre il drs e prova l’attacco per passare nono.

    25/70 - Pit di Ricciardo, va sulle morbide e torna in pista 16mo.

    Un giro dopo è Perez a fermarsi. Ad Alonso dicono di fare fuel saving e lui è chiarissimo: non voglio farlo. Bravo, chi se ne frega! Tanto, guardando le performance…

    risultati gp canada f1 2015 (2)

    23/70 – Non c’è molto da raccontare per le prime tre posizioni. Raikkonen paga tra i 3 decimi e il mezzo secondo alle Mercedes, su ogni giro. Bottas è anche lui molto competitivo, lascia mediamente 1 decimo o 2 a Kimi. Vettel ha passato anche Sainz e Verstappen, è 13mo

    Il live

    risultati gp canada f1 2015

    22/70 - Vettel si libera ora di Alonso sul rettilineo di partenza.

    20/70 - Resistenza strenua di Alonso su Vettel, nell’ultima chicane entrano affiancati e Fernando chiude la porta in faccia al tedesco. Sta perdendo un’enormità Vettel, che via radio dice al box di essersi toccato con l’anteriore destra con Alonso

    19/70 - Verstappen ha passato Alonso, ora dietro a Fernando c’è di nuovo Vettel. Massa si è liberato anche di Kvyat, ora è settimo e può andare a prendere Hulkenberg. Finora è l’unico ad aver regalato grandi emozioni, Felipe.

    18/70 - Gira di passo sul 18.5 Vettel, con gomma morbida. Sta per arrivare in scia di Verstappen. Massa ora ha Kvyat a 7 decimi e 32 secondi da Hamilton . Sosta ai box di Maldonado, è il primo a fermarsi nella finestra canonica, rientra in pista 13mo.

    Miglior giro personale di Raikkonen: 1.18.6

    16/70 – Massa fulmina anche Perez, nono Felipe. Altro giro monstre di Hamilton, fa 18.0, contro il 18.2 di Rosberg e 18.7 di Raikkonen, stesso crono di Bottas. Si allarga la forbice tra i primi tre, staccato di oltre 3 secondi l’uno dall’altro.

    13/70 - Sta facendo una gran gara Massa, ha passato Ricciardo ed è 10mo, con gomma morbida. Gira sul 19.3, il più veloce dopoi primi quattro e Vettel.

    12/70 - Dopo un giro “lento”, Raikkonen torna sul ritmo Mercedes, 1.18.8. Si trova a 2.4 da Rosberg e 6 secondi da Hamilton

    11/70 – Raikkonen lascia 4 decimi a Rosberg, che perde 2 decimi a sua volta da Hamilton, record in 1.18.4. Deve fare attenzione a un Bottas che gira nello stesso decimo, Kimi. Ed è dietro a 1.8. Verstappen ha passato Nasr e può andare a riprendere Alonso.Vettel continua a macinare giri veloci, ha un passo da 18.4, lo stesso di Hamilton, anzi ora è 3 decimi più rapido Seb. Dicono a Kvyat che le pinze posteriori sono surriscaldate.

    10/70 – T1 record di Vettel, è 17mo e nell’ultimo giro ha fatto 19.9. Va per il giro record in gara Seb, chiude in 1.18.6, deve riprendere 11 secondi a Nasr, sperando poi di passarlo in fretta

    9/70 - Grandissimo sorpasso di Massa! Esaltante! Affiancati in curva 1, Ericsson non molla, ruota a ruota in curva 2 e poi in accelerazione la Williams passa! Massa 11mo, ora c’è Ricciardo a 4″, appena passato da Perez, che ha molto più ritmo delle Red Bull e può andare a prendere Kvyat.

    7/70 – Mossa a sorpresa Ferrari. Vettel ai box, stava perdendo tempo dietro a Ericsson e Massa, gioca la carta di passare sulle morbide e andare più lungo possibile, sperando in una safety car. Pitstop molto lungo, 6″6.

    6/70 - Hamilton fa un giro record, vale 1.18.6, Raikkonen invece gira sui tempi di Rosberg, siamo sul 19.1. Questo ritmo di Hamilton non può durare in eterno, ci sono anche i consumi da controllare. Massa prova su Ericsson in curva 1, ma niente da fare. Vettel gli è in scia, 3 decimi.

    4/70 – Vettel prova il sorpasso al tornantino, blocca e Alonso torna davanti, ora ha il dritto per sfruttare il motore e Alonso viene passato inesorabilmente: peccato per il carro Honda che si ritrova. Massa lotta con una Sauber veloce, Vettel si sta ricongiungendo. Davanti Rosberg recupera pochi centesimi su Hamilton ed è a 1.6, con Raikkonen 1 secondo alle sue spalle. Poi abbiamo Bottas, Grosjean, Hulkenberg, Maldonado, Kvyat, Ricciardo e Perez.

    3/70 – Vettel 14mo, è nel trenino Alonso-Massa-Ericsson. Davanti spinte forte Hamilton e ha 1.7 su Rosberg, già fuori zona Drs.- Kimi è a 8 decimi da Nico, Bottas è molto più staccato.

    Ericsson e Massa sverniciano Alonso, che ora deve guardarsi da Vettel. Gran bagarre con Massa e Fernando deve cedere in curva 2.

    2/70 - Vettel è in scia di Nasr, davanti tutto invariato, Hulkenberg balza davanti a Maldonado, che è settimo.

    HAM, ROS, RAI, BOT, GRO, HUL, MAL, KVY, RIC, PER nella top ten

    1/70 – Parte il Gran Premio del Canada 2015! Hamilton mantiene la prima posizione, Raikkonen prova il sorpasso su Rosberg, ma resta dietro, occhio a Bottas, che prova, ma anche lui sta dietro. Bagarre a centro gruppo con Red Bull e Force India, Hulkenberg guadagna una posizione ed è sesto. Subito bandiere gialle in curva 7, si prosegue senza problemi. Vettel è 16mo, ha guadagnato 2 posizioni. Hamilton scappa via, ha 1 secondo netto su Rosberg dopo il primo giro.

    20:00 – Via al giro di formazione!

    Il live

    19:57 – Guardiamo subito alle scelte delle gomme dei piloti in coda. Massa, Merhi e Stevens partono con le soft. Vettel con le supersoft, Verstappen e Button con le soft. E’ indicativo di come la Ferrari punta a una parte iniziale subito aggressiva. I primi dieci tutti con il set usato ieri in qualifica, nel corso della Q2

    19:55 – «Le cose si sono messe un po’ in salita, ora vediamo quanto siamo in grado di correre in salita.

    Nei momenti come oggi, non devi stare davanti a farti inquadrare, ma stare lì dietro a spingere il pilota che è messo meno bene, di solito lo faccio con Kimi, questa volta con Seb», commenta Arrivabene

    19:50 - «Non abbiamo la capacità di superare, la velocità non è perfetta, ci proviamo», ammette un volenteroso Sainz in un italiano accettabile.

    19:50 - Raikkonen partirà dal lato leggermente più pulito della pista e con uno start perfetto chissà che non ci sia una sorpresa alla prima curva. Intanto Bottas s’è perso parte dell’inno, è arrivato in fretta e furia dai box a piedi…

    19:45 – «Ci sono ottime chance dalla nostra posizione di partenza, spero di poter fare una buona gara. E’ un’incognita, se restiamo dove siamo o addirittura a migliorare, sarà fantastico», dice un Grosjean che parte quinto, affiancato da Maldonado. Occhio alla prima curva…

    19:41 – Abbiamo 40° C sull’asfalto e 20° C nell’aria, valori più o meno allineati alla giornata di ieri. Il cielo è un po’ più grigio però

    19:30 – Apre la pitlane, 15 minuti per schierarsi in griglia.

    19:23 – «Sono tutte gare delicate, non ne conosco una da quando abbiamo cominciato», dice Sergio Marchionne. Su Vettel: «Partirà da dove parte, rimonterà. I ragazzi son bravi, fateli correre».

    «La squadra mi ha dato tutto quello che ho chiesto, ci sono proprio dei limiti fisici su quello che potevamo fare, proprio anche delle regole. Miglioreremo andando avanti»

    19:15 - Il cielo sembra un po’ più grigio di poco fa, ma non dovrebbe piovere. Abbiamo parlato delle varie penalizzazioni inflitte in griglia, Verstappen in aggiunta dovrà scontare uno stop&go di 10″ per “estinguere” le posizioni di penalità che non è stato possibile scontare in griglia; Button, invece, avendo cambiato elementi della power unit al sabato, dovrà scontare un drive through nei primi tre giri del gran premio del Canada.

    19:05 – Parliamo un istante di strategie. In attesa di riportarvi i dati sulla temperatura, diciamo che a Montreal splende il sole e dovremmo andare intorno ai 40° C sull’asfalto, aspetto positivo per azzerare i problemi di graining, emersi al venerdì a causa della temperatura più bassa. Ci sarà qualcuno che penserà a una gara con un pit-stop unico? Difficile pensarlo, tanto più per chi dovrà rimontare dal fondo, su una pista che permette i sorpassi e spingere a fondo sulle gomme. Piuttosto, saranno i consumi da tenere d’occhio e chi sarà troppo aggressivo potrebbe essere costretto a un fuel saving più importante.

    Griglia di partenza

    1. Lewis Hamilton -Mercedes

    2. Nico Rosberg -Mercedes

    3. Kimi Raikkonen -Ferrari

    4. Valtteri Bottas -Williams

    5. Romain Grosjean -Lotus

    6. Pastor Maldonado -Lotus

    7. Nico Hulkenberg -Force India

    8. Daniil Kvyat -Red Bull

    9. Daniel Ricciardo -Red Bull

    10. Sergio Perez -Force India

    11. Carlos Sainz -Toro Rosso

    12. Marcus Ericsson -Sauber

    13. Fernando Alonso -McLaren

    14. Felipe Nasr -Sauber

    15. Felipe Massa -Williams

    16. Roberto Merhi -Manor

    17. Will Stevens -Manor

    18. Sebastian Vettel* -Ferrari

    19. Max Verstappen** -Toro Rosso

    20. Jenson Button*** -McLaren

    * 5 posizioni di penalizzazione per aver ignorato le bandiere rosse

    ** 15 posizioni di penalizzazione per cambio motore e incidente a Monaco

    *** non ha partecipato alla qualifica

    18:40 – Sentiamo subito cosa dice Vettel: «Non è ideale partire indietro, ma abbiamo un’ottima macchina che ci permette di attaccare. Speriamo di poter fare una buona partenza e un bel giro d’apertura, poi vedremo». Quanto alla penalizzazione, è stata comminata per aver passato Merhi in regime di bandiera rossa durante le libere 3, ecco il perché le 5 posizioni di arretramento: «E’ stato un mio errore, c’è la fortuna che non saremmo partiti davanti con il problema avuto in qualifica».

    Le aspettative? «Non si può mai sapere, è un circuito pazzo, speriamo di far divertire il pubblico con tanti sorpassi».

    | LEGGI ANCHE: QUALIFICHE. POLE DI HAMILTON, VETTEL OUT IN Q1 | FERRARI, QUALIFICHE DAI DUE VOLTI | MERCEDES. A ROSBERG MANCA GRIP, HAMILTON C’E’ |

    18:30 - Amici appassionati di Formula 1, buona domenica! Siamo pronti per raccontarvi il Gran Premio del Canada 2015, settima prova del mondiale, che scatterà a Montreal quando in Italia saranno le 20:00. Tantissimi i temi da sviluppare e che caratterizzeranno i 70 giri di gara.