GP Canada F1 2016, anteprima: Hamilton a caccia di Rosberg

GP Canada F1 2016, anteprima: Hamilton a caccia di Rosberg
da in Circuito Montreal F1, Formula 1 2017, GP Canada F1, News F1, Piloti F1 2017
Ultimo aggiornamento: Venerdì 04/11/2016 07:01

    Montreal

    La stagione di Formula 1 riprende da Montreal col GP del Canada F1 2016, settima prova del campionato. Lewis Hamilton, dopo aver vinto caparbiamente il GP di Montecarlo, è pronto a cogliere il secondo successo stagionale e accorciare in classifica generale dal leader Nico Rosberg. I due piloti Mercedes sono distanziati da 24 punti, con il tedesco chiamato a reagire dopo l’opaca prova di Monaco. Dietro alle Frecce d’argento, favorite per la vittoria, ci sono Ferrari e Red Bull. La scuderia di Maranello vuole ridurre il gap, magari trovando il primo successo stagionale, mentre la scuderia austriaca, dopo gli ottimi risultati ottenuti in Spagna e Montecarlo, vuole continuare la sua ascesa. Per seguire la gara LIVE in diretta web su Derapate, BASTA CLICCARE QUI!

    Il GP del Canada si preannuncia scoppiettante: la lotta interna tra i piloti Mercedes potrebbe favorire la rincorsa di Ferrari e Red Bull, che sono comunque chiamate ad una gara d’attacco se vogliono realmente ridurre il gap in questa fase centrale di campionato. La Rossa di Maranello porterà in Canada la versione aggiornata del motore V6 ed una nuova sospensione posteriore per cercare di avere maggior veloce e provare a competere con le frecce d’argento. Anche Max Verstappen avrà l’aggiornamento del proprio motore e la Red Bull, vincente nel 2013 e 2014, potrebbe dare del filo da torcere a tutti su questa pista. Da non sottovalutare infine Williams e Force India che, anche grazie al propulsore Mercedes, potrebbero lottare per le posizioni del podio. Insomma un weekend che si preannuncia avvincente.

    Intitolato a Gilles Villeuve, il circuito di Montreal corre sul perimetro dell’isola di Notre Dame ed è caratterizzato dalla pressoché totale assenza di vie di fuga. Il giro inizia con una staccata decisa in curva 1, dopo il traguardo e la piega a destra da affrontare in pieno. Si stacca portando dentro velocità, lasciando correre la monoposto e tenendo poi la corda in curva 2, lungo tornante a destra nel quale lottare con il sottosterzo. In uscita si richiama tutta la trazione disponibile, andando verso la prima variante, una destra-sinistra da tagliare il più possibile sui cordoli, facendo attenzione a non esagerare, per non ritrovarsi contro il muro. E’ il leit-motiv di Montreal, fare il pelo ai muretti per cercare il tempo. In uscita, altra accelerazione e via in pieno nella velocissima sinistra-destra dove Panis si fratturò le gambe. Ennesima staccata, potenzialmente buona per un attacco, ma è il successivo rettilineo a offrire maggiori chance. Si stacca sotto il ponte, per affrontare un’altra chicane, ma molto più aperta delle altre, nella quale lasciar correre verso l’esterno nel richiamo a sinistra. Riuscire a star vicini a chi precede dà una nuova opportunità al tornante del Casinò, punto chiave per valutare la motricità delle monoposto: sbagliare l’accelerazione si traduce inevitabilmente in un sorpasso subìto nel lungo rettilineo di ritorno, che porta alla variante conclusiva. Muro dei Campioni da guardare, sfiorare, facendo attenzione a non parcheggiarsi lì, poi ultimo dritto, quello d’arrivo. Per andar forte occorre una macchina equilibrata in frenata, con doti di trazione al vertice e una velocità elevata da sfruttare sul rettilineo: più si sarà obbligati a scaricare le ali per ricercarla, maggiori criticità emergeranno proprio sulla stabilità nelle staccate, ecco perché i cavalli in gran quantità aiutano a conservare un assetto equilibrato e con il giusto carico.

    636

    PIÙ POPOLARI