GP Canada F1 2016, risultati gara: super-Hamilton, Vettel secondo recrimina [FOTO]

A Montreal si annuncia una corsa più che mai incerta. Settanta giri in programma, il via alle 20:00 italiane

da , il

    GP Canada 2016, la gara. Piantato, clamorosamente, in partenza. Lui e Rosberg. Una fionda, dietro, Vettel. Prima curva e gira davanti a tutti la Ferrari, scenario inimmaginabile eppure concreto. Il Gran Premio del Canada però ha altro epilogo e sorride lo stesso a Lewis Hamilton. Perché? Per una scelta strategica che non ha pagato per la Ferrari. Due fermate contro la singola di un Hamilton abilissimo a gestire la gomma, in una condizione difficile, partito con le ultrasoft, cambiate intorno al giro 25 e poi fino all’arrivo con le gialle. Ferrari che marciava veloce, fermatasi per prima, Vettel e Raikkonen, approfittando di una Virtual safety car per perdere meno. L’idea è giusta, poi Sebastian si libera del traffico e si mette a caccia della Mercedes. Che risponde, controlla, perde decimi quando serve, per non essere troppo aggressivo sulle gomme. E il finale è un tributo alla completezza del campione del mondo in carica. Veloce, attento e delicato sulle coperture. Rosberg non ha la stessa fortuna, una foratura lo costringe a fare due fermate, dopo essere a lungo rimasto dietro una Williams che si prende il podio, meritato e sorprendente. Terzo Bottas.

    La cronaca della gara

    69/70 - Ci riprova ancora Rosberg, all’ultima variante, tira la staccatona e Nico perde il posteriore in frenata e va in testacoda! Verstappen alza un muro e si prende la quarta posizione. Poi arriva Hamilton, e vince meritatamente il Gran Premio del Canada, poi Vettel e Bottas.

    69/70 – La risposta del perché, Lewis Hamilton, merita di vincere oggi: 1’15″981, al giro 69, con 44 passaggi sulle gomme. Vettel si trova a 7″7. Chapeau per l’inglese

    64/70 – E’ lotta tra Rosberg e Verstappen. Nico attacca Max e lo passa grazie al DRS sul rettilineo, ma Verstappen non cede e vanno appaiati verso curva 2. Hanno fatto l’ultima variante affiancati e curva 1. Verstappen non ha mollato! Gran resistenza. Per la vittoria, non ci sono grandi variazioni: 1’17″0 sia Hamilton che Vettel 6″7 tra i due. Bottas è tranquillo per la terza piazza. Nessun’altra lotta in bagarre

    63/70 – Hamilton non ha alcun calo della gomma, gira sulgli stessi tempi di Vettel, scivolato a 6″8. Bottas ha 6″7 su verstappen, il podio si avvicina per la Williams. Rosberg vola e recupera decimi su decimi su Verstappen e si trova a 4 decimi. Può prendersi la quarta posizione Nico, un buon modo per limitare i danni in ottica campionato.

    57/70 – Causa lungo nell’ultima variante, Vettel è scivolato a 5″5. Rosberg ha attaccato e superato Raikkonen, ora è quinto Nico

    56/70 - Rosberg ha passato Ricciardo con l’aiuto del DRS, in staccata dell’ultima variante. Raikkonen è a 1″3. Vettel sempre a 421 da Hamilton. Sainz merita una menzione per la zona punti conquistata, è nono

    54/70 – Giro record per Rosberg, 1’15″9, è a 7 decimi da Ricciardo. Massima considerazione per la gestione gara messa in atto da Hamilton. Per vincere deve conservare le gomme ma non essere troppo lento. Il margine su Vettel è i 4″4 e restano 15 giri. Velocissima la Ferrari, complessa la corsa del campione del mondo in carica

    53/70 - Rosberg si è dovuto fermare causa foratura. Rimonta le gomme morbide.

    53/70 – Ci avviamo verso un finale rovente, perché Hamilton cerca di contenere Vettel, ora ottiene un ottimo 16″5, ma Vettel riesce comunque a essere più veloce. Clamorose le difficoltà di Rosberg a liberarsi di Bottas, significative di quanto in Canada le Mercedes non siano assolutamente imbattibili. Si ferma anche Nico, nemmeno lui riesce ad arrivare al traguardo. Nel suo caso può essere la mossa per montare gomme ultrasoft e cercare un undercut su Bottas, nel caso dovesse fermarsi ancora. Raikkonen risale quinto, a 3″8 da verstappen

    49/70 - Vettel e Hamilton ora tornano a girare nello stesso secondo, 2 decimi guadagnati da Vettel, che continua a spingere e nel primo settore fa il record. Seconda fermata per Sainz. Vettel chiude il giro e fa il giro record: 1’16″4, tre decimi recuperati a Hamilton: 5″1 tra i due

    47/70 – Problemi per Rosberg? Nico via radio avvisa il muretto che sul volante appare una spia di warning e chiede di controllare visto che non accusa reali problemi. Anche Verstappen non riesce ad andare all’arrivo, deve fermarsi ancora e fare la seconda sosta, per montare gomme ultrasoft. In pista rientra quinto, dietro Rosberg e con 2″ su Raikkonen. Vettel ha guadagnato 1″ a Hamilton. Le gomme morbide forse iniziano a decadere?

    46/70 – Vettel giro record: 1’16″5, scende a 6″7 il gap. Massa si è ritirato per problemi alla power unit. Rosberg prova ad accelerare i tempi, 5 decimi da Bottas. Vettel è molto arrabbiato via radio con Grosjan, gli ha fatto perdere un giro prima di lasciare strada. Si ferma Kvyat, seconda sosta

    44/70 – Dopo aver recuperato 3 decimi, Vettel si trova un doppiato davanti, Grosjean, e il divario sale oltre i 7″. Rosberg pur girando in 16″6 non riesce a passare Bottas, quarto. Verstappen è tranquillo terzo, con 13″1 da Vettel e 4″7 sulla Williams. Tranne il confronto Bottas-Rosberg, con 8 decimi tra i due, nessuna battaglia in vista.

    Eppure, ancora una volta, in partenza sono state scintille tra Nico e Hamilton, deciso ad allargare la traiettoria per conservare la seconda piazza, con Rosberg costretto ad allargare, tagliare la curva e piombare a metà gruppo. Male Ricciardo, va più forte Verstappen, protagonista di una sontuosa resistenza nel finale su Rosberg: ha tenuto giù e la Mercedes, pur con gomme più fresche non è riuscita a passare. Come forte vanno le Force India, entrambe a punti e Carlos Sainz, ben 11 posizioni recuperate per lo spagnolo, nono.

    a cura di: Fabiano Polimeni

    Classifica GP Canada F1 2016

    38/70 – Seconda sosta di Ricciardo! E qui lo scenario è ancora differente, perché teoricamente sarebbe dovuto andare su una sola sosta fino al traguardo. Monta gomme morbide usate, probabilmente avrà rovinato troppo il set precedente, essendo andato spesso lungo all’ultima variante, con probabili flat-spot. Abbiamo 1’16″9 di Vettel! Veloce, si porta a 6″7, Hamilton deve gestire la gomma se vuole puntare ad arrivare al traguardo. Restano 30 giri per azzerare il divario e superare Hamilton in pista.

    37/70 - Momento chiave della gara: seconda sosta di vettel, monta le gomme morbide e torna in pista a 7″6 da Hamilton, che martella sul 16″8. Deve recuperare tutto il margine e passare in pista. Nella top ten Verstappen terzo, poi Bottas, Ricciardo, Rosberg, Raikkonen, Hulkenberg, Sainz e Perez. Si ritira Massa, ecco il motivo della sosta anticipata

    La cronaca della gara

    36/70 – Abbiamo passatola boa di metà gara. Emozionante la partenza, con un grandissimo Vettel a balzare davanti alle Mercedes. Non ci sono state altre emozioni particolari, se non i sorpassi di Vettel alle Red Bull una volta in pista con gomme supersoft, in una fermata sotto VSC, soluzione alternativa a una strategia degli altri, tutti su un’unica sosta.

    Hamilton record: 1’16″791, riduce a 9″6 il divario da Vettel. Si ferma ancora Massa, pochissimi giri fatti con le morbide

    35/70 – Seconda sosta di Raikkonen, esce in pista ottavo, con gomme morbide e 36 giri da fare. Non sembra mettersi troppo bene la gara per Kimi. Vettel paga ancora 8 decimi, 9″8 di margine su Hamilton. . Bottas è competitivo, resta a 7 decimi da Ricciardo, ora terzo, con Rosberg sesto, a 5 decimi e molto molto veloce, costretto a seguire il passo Williams non essendo riuscito ancora a passare.

    32/70 - Giro record di Rosberg: 1’16″867! Nico è a 4 decimi da Bottas, 31″ da Vettel. Ottimo Carlos Sainz, è decimo e ha recuperato 10 posizioni, lui che partiva indietro per la sostituzione del cambio

    31/70 - Fermata di Perez dopo 29 giri. vettel si lamenta del traffico, che gli costa un bel po’ sul tempo sul giro e paga ancora 6 decimi rispetto a Hamilton, portatosi a 10″9

    29/70 - Giro veloce di hamilton: 1’17″1, recupera 4 decimi a Vettel

    28/70 – Hamilton resta a 13″4 da Vettel e perde 4 decimi. Chi sta girando fortissimo è Verstappen, sul 17″4, al momento è il più veloce in pista, 1 decimo meglio di Vettel. Raikkonen fa 17″9 e accusa 28″ da Vettel. Bene anche Rosnerg, Bottas e Ricciardo, tutti con gomma morbida e sul 17″6. Ricciardo è a 7 decimi da Raikkonen, Bottas a 8 decimi da Ricciardo, poi poco più dietro Massa a 6 decimi da Perez. Queste le battaglie in vista

    25/70 - Rosberg ha passato Perez. Vettel gira forte in 17″4, ma le gomme morbide dicono che vanno altrettanto bene: Verstappen gira in 17″6, Bottas e Ricciardo 17″8, Rosberg 17″5. E’ una gomma che assicura prestazione, resta il dubbio sulla durata: mancano 45 giri all’arrivo

    24/70 - Hamilton al box, rientra dietro Vettel, con gomma morbida: punta ad arrivare fino al traguardo. Si trova a oltre 12″ dalla Ferrari, costretta a una seconda sosta ai box. Alonso è sprofondato in 14ma posizione, ha pagato parecchio la prima fermata

    23/70 – Si è fermato Massa, il giro successivo tocca a Bottas. Hamilton insiste ancora, Vettel fa il giro record in 1’17″1, si trova ad appena 5″5 dalla Mercedes. La girandola di pit-stop ha agevolato Raikkonen, si trova quarto dietro verstappen, Perez non si è ancora fermato, è partito con le soft e gira sul 18″8.

    22/70 - Ai box Ricciardo, Rosberg e Hulkenberg. Vettel mangia tra il secondo e i 5 decimi al giro. Bottas e Massa sono terzo e quarto, ancora con ultrasoft. Tutti con gomme morbide nei primi 10, solo Vettel e Raikkonen con le supersoft, oltre alle Williams e Hamilton, con gomma ultrasoft dal via

    21/70 – Raikkonen torna in zona punto, nono dopo aver passato Perez. Vettel rifila 7 decimi a Hamilton, che non riesce a scendere sotto l’1’18″: 1’18″1 contro 1’17″4 di Vettel con gomme supersoft. Il giro successivo lo chiude in 18″5 contro 17″5 di Vettel. Vola la Ferrari, più veloce in pista Vettel. Si ferma al box Verstappen, perdono tantissimo anche Ricciardo e Bottas, in 18″9 e 18″6. Raikkonen eccolo fare 1’17″9

    20/70 – Crollano i tempi di Hamilton, gira in 18″7, perde 1″2 da Vettel, che ha passato intanto anche Verstappen sul dritto verso il traguardo, grazie anche al DRS. Vettel secondo, ha solo 9″5 dalla Mercedes

    La cronaca della gara

    14/70 - Sosta di Sainz e Gutierrez. Numeri alla mano, la sosta con la VSC nell’ultimo settore ha permesso di risparmiare diversi secondo alle Ferrari. Scelta corretta, resta il dubbio della strategia Mercedes: una o due fermate? Spinge Hamilton e fa 1’17″4 contro il 17″3 di Vettel. Raikkonen si trova Kvyat a 9 decimi e lo sta rallentando nel passo: dovrà passarlo subito.

    14/70 – Rispetto alla strategia su una sosta, la fermata è stata anticipata. Dovendo montare per forza un treno di gomme morbide, sia Vettel che Raikkonen si dovranno fermare per una seconda sosta. Abbiamo vettel quarto, dietro Ricciardo di 2″5, che non ha strada libera da Verstappen. Raikkonen è 14mo

    12/70 – In Red Bull chiedono di non rallentare Ricciardo, tradotto: lascialo passare. Si ferma Vettel al box, mentre si era fermato Button con la power unit in fiamme. Motore nuovo, manca l’affidabilità. Si è fermato anche Raikkonen, Vettel passa alle supersoft, Kimi passa alle supersoft anche lui. Sarà stata la mossa giusta? La Virtual safety car era data in uscita nel momento in cui si è fermato Seb

    10/70 - Ricciardo ha ripreso Verstappen, solo 5 decimi tra i due, Raikkonen gira lento, rimedia 1″ nell’ultimo passaggio e sprofonda a 3″2. Hamilton ha preso aria libera da Vettel e cede 1″4 al momento, girando sullo stesso tempo, 18″1, contro il 18″0 di Ricciardo e 18″7 di Verstappen. Bandiera gialla, Virtual safety car esposta, Nasr va ai box ed è il primo a fare la sosta.

    8/70 – Rosberg perde 2″5 da Hulkenberg, giro molto lento l’ultimo. Massa apre il DRS per avvicinarsi a Bottas, ma è distante per cercare di passare. Dopo un passaggio con qualche errore, Rosberg è tornato a girare sui tempi di Hulkenberg. E’ andato lungo all’ultima variante, ecco spiegato il giro lento

    7/70 - Hamilton è sotto il secondo di distacco e può usare il DRS. Raikkonen si avvicina a Ricciardo ma deve guardarsi da Bottas, 8 decimi dietro. Verstappen conserva 1″2 su Ricciardo, accusa 5″7 da Vettel. Rosberg ha ripreso Hulkenberg, che gira in 18″6 contro 18″9 di Nico, ora dovrà passare macchine molto veloci. Viene data pista scivolosa in curva 4: piove?

    17/70 - Vettel riesce a passare Ricciardo in staccata di curva 10! Ottima manovra per la strategia Ferrari. Si fermano Alonso, Grosjean e Kvyat al box, poi anche Palmer, le gomme morbide sono le preferite per tutti, si punta a una sosta.

    16/70 - Vettel ha preso Ricciardo, 8 decimi e sarà un problema adesso se non dovesse riuscire a passarle. Le Red Bull girano 4-5 decimi più lente di Hamilton, Seb era sugli stessi tempi di Lewis. Raikkonen ha passato Kvyat e ora ha Grosjean nel mirino

    4/70 - Gruppo sgranato, Vettel ha 1″1 su Hamilton, Verstappen ha 2″1 da Hamilton e 1″8 su Ricciardo, Raikkonen è a 7 decimi dalla Red Bull. Rosberg passa Alonso ed è nono, ora dve riprendere Hulkenberg. Vettel fa 1’17″9, Hamilton 1’17″8.

    2/70 – Hamilton morde le caviglie di Vettel, è lotta davanti. Hulkenberg ha passato Alonsop ed è ottavo. Buon via di Sainz, 16mo. Vettel è andato lungo all’ultima chicane nel chiudere il primo giro. Vettel ha poco più di 1″ sulla Mercedes, girano nello stesso decimo, 1 millesimo più veloce Hamilton

    1/70 – Via al Gran Premio del Canada! Hamilton scatta male e Vettel fulmina le due Mercedes! SUper partenza di Vettel, si toccano poi Hamilton e Rosberg, che retrocede e perde tantissime posizioni. Bagarre a centro gruppo, Vettel lepre, prende il largo, poi Hamilton, Verstappen, Ricciardo, Raikkonenn, Bottas, Massa, Alonso, Hulkenberg e Rosberg solo 10mo! Partite malissimo le Mercedes, da indagare la furbata di Hamilton che ha allargato in curva 1.

    20:00 – Via al giro di formazione!

    La cronaca della gara

    19:57 – I primi dieci partono tutti con gomma ultrasoft, scelte “alternative” le fanno Button e Haryanto sulle supersoft. Gomma soft, per andare lunghissimo, per Sergio Perez e Magnussen, che scatta dalla griglia, ultimo, e non dalla pitlane, come originariamente si pensava potesse fare

    19:45 – Il rischio pioggia si è ridotto al 40%

    19:42 – Tutti i piloti sono schierati in griglia

    19:40 – Pioggia che si fa un po’ più concreta, il pubblico inizia a tirar fuori gli ombrelli, sarà una partenza critica: con gomma da asciutto e pista infida

    19:32 – Un occhio alla temperatura per scoprire l’asfalto a 22° C, un grado in più di quanto avuto ieri in qualifica. Cielo sempre nuvoloso.

    19:30 – Pitlane aperta, 15 minuti per schierarsi in griglia

    19:20 – «Sebastian ha fatto un giro incredibile, solo a 1 decimo, che è poco. Oggi fa molto freddo e le gomme della Ferrari si scaldano più in fretta, dipende la corsa, è difficile da prevedere, non abbiamo mai sperimentato queste temperature. Dipende chi le farà funzionare meglio, può vincere la corsa.

    E’ importante che alla prima curva non solo non si toccano, ma che non spingano troppo, perché c’è Vettel dietro e passa tutti e due», commenta Niki Lauda, con riferimento particolare alla sfida Hamilton-Rosberg

    19:10 - Situazione meteo stabile su Montreal. Non si partirà certo con gomme da bagnato, l’asfalto è asciutto e le poche gocce che cadono di tanto in tanto renderanno a tratti viscido l’asfalto, ma non giustificano altre coperture che non le slick. In casa Renault, Magnussen ha sbattuto nelle libere 3 e non ha potuto disputare le qualifiche, i meccanici hanno preparato il telaio di riserva e partirà dalla pitlane. Un altro telaio, nuovo, è utilizzato invece da Palmer, protagonista dell’incidente a Monaco

    19:00 - A un’ora dal via del Gran Premio del Canada, guardiamo alle strategie possibili in caso di pista asciutta: una sosta è l’alternativa preferita da tutti, sia che partano con gomme ultrasoft, i primi dieeci in griglia, che per quanti sceglieranno di scattare con le supersoft, scelta che potrebbe fare Sergio Perez, 11mo e con un paio di set ancora a disposizione. Tra il giro 25 e il 26 è previsto il passaggio alle gomme soft per andare fino all’arrivo. Ora ha ripreso a piovigginare su Montreal

    18:46 – «Un errore che mi ha fatto male, pensavo che la Q3 fosse possibile, ci ho provato ma non è andata. In Canada ci sono sempre delle opportunità», racconta Sainz, che in seguito all’incidente in Q2 ha dovuto sostituire il cambio

    Griglia di partenza

    1. Hamilton

    2. Rosberg

    3. Vettel

    4. Ricciardo

    5. Verstappen

    6. Raikkonen

    7. Bottas

    8. Massa

    9. Hulkenberg

    10. Alonso

    11. Perez

    12. Button

    13. Gutierrez

    14. Grosjean

    15. Palmer

    16. Kvyat (pen. 3 posizioni per incidente con Magnussen a Monaco)

    17. Wehrlein

    18. Nasr

    19. Haryanto

    20. Sainz (arretrato di 5 posizioni per sostituzione del cambio)

    21. Ericsson (pen. 3 posizioni per incidente con Nasr a Monaco)

    Magnussen partirà dalla pitlane con un nuovo telaio

    18:35 – «Sono contendo delle qualifiche, la seconda fila è una buona posizione di partenza. Sono pronto, il meteo probabilmente renderà interessante la gara. Dovremmo essere competitivi in gara, non più lenti rispetto alle qualifiche, dovesse iniziare a piovigginare, in condizioni miste, saremo messi bene», anticipa Daniel Ricciardo

    Leggi anche | Hamilton in pole a Montreal, Vettel a un soffio | Vettel: “Grandissima macchina, potevo fare la pole” | Hamilton: “Potevo fare meglio”

    18:28 - La prima notizia della domenica canadese riguarda obbligatoriamente il meteo: su Montreal il cielo è nuvoloso e pioviggina a tratti. Fa più freddo degli altri giorni. «Ieri è stata una buona giornata, nei sabati precedenti no. Possiamo essere fiduciosi in vista della gara. Ieri ero un po’ deluso perché pensavo di poter fare ancor di più, spero di potermi avvicinare ulteriormente, ci sono parecchie incognite e dovremo essere pronti e concentrati. C’è tanta pressione dai media, ma non cambia nulla, siamo qui con una grande macchina», le prime parole di Sebastian Vettel.

    18:15 - Buona domenica e buon pomeriggio, appassionati di Formula 1. Siamo a poco più di un’ora e mezza dallo spegnimento dei semafori a Montreal, in griglia di partenza, e vi accompagneremo nella lunga marcia di avvicinamento al via del Gran Premio del Canada approfondendo i vari temi che sono emersi dopo le qualifiche e terranno banco per i 70 giri di corsa.