GP Canada F1 2017, Hamilton: “Ho corso più o meno a velocità di crociera”

La vittoria nel Gran Premio del Canada F1 2017 di Lewis Hamilton porta la Mercedes al comando nel Costruttori. Mai a rischio il successo, completato da Bottas

da , il

    GP Canada F1 2017, Hamilton: “Ho corso più o meno a velocità di crociera”

    Una doppietta per ricominciare, Grand Chelem a certificare il dominio assoluto. Così, Lewis Hamilton e la Mercedes - con un buon Valtteri Bottas -, dopo la debacle di Montecarlo. Il Gran Premio del Canada F1 2017 ha visto poche inquadrature per le W08, a fare corsa solitaria in testa, senza sussulti né sorprese. La doppietta matura già in partenza, con un aggressivo Bottas a scavalcare Vettel – non troppo contento della manovra – poi da lì il controllo della corsa più semplice, come ammette Toto Wolff: «E’ sempre più facile quando hai due macchine davanti, puoi gestire la strategia e puoi andare in protezione con una». Interpellato sull’attacco di Verstappen a Vettel, Toto aggiunge: «Sarei arrabbiato con Max se fossi Sebastian o il capo della Ferrari, ma è così, guida duro e la Formula 1 è uno sport duro. Ferrari non è stata fortunata al via, Verstappen è passato all’esterno. In questa stagione è importante fare punti. Abbiamo provato a mettere tutto a posto, c’erano tante informazioni da analizzare. Abbiamo visto che avevamo la macchina più veloce in qualifica e in gara».

    C’è tempo per assaporare il ritorno alla vittoria prima di guardare a un Gran Premio dell’Azerbaijan lo scorso anno dimostratosi ostico. Lewis alla vigilia era preoccupato del rendimento Mercedes con gomma ultrasoft, la velocità espressa in qualifica e in gara è una bella assicurazione ricevuta. «La mia prima pole e vittoria le ho ottenute qui 10 anni fa. Questo week end è stato speciale, voglio ringraziare tutto il team per come hanno risolto i problemi dell’ultima gara. Valtteri ha fatto un grandissimo lavoro e abbiamo portato a casa molti punti. Ieri ho eguagliato il record di Ayrton, lavoro con un gruppo di persone fantastiche e sono contento di essere un anello di una catena di grandi successi», dice dal podio Lewis.

    Ammette che ha avuto poco da fare nei 70 giri di gara. «Sì, è stata una bella guida sotto il sole, senza traffico, il sole splendeva: è stata molto tranquilla. Non so esattamente, difficile spiegare perché io vada così bene qui. E’ una pista da kart, con le curve nelle quali devi usare i cordoli, con reazioni rapide, per me è come guidare una Formula Super A con gomme speciali, come nel kart. Purtroppo non si vede spesso cosa facevo nei kart, ma è stato un bel periodo.

    Avevo tanto tempo per pensare e cercavo di capire cosa accadesse dietro di me. Più informazioni avevo, migliore poteva essere la programmazione: ero in velocità di crociera più o meno, non stavo certo spingendo al massimo e se mi dicevano che Vettel faceva un 14″ basso avrei dovuto ampliare il divario».

    Importanti le parole legate alla gestione delle gomme e le difficoltà avute nell’ultima gara: «Non abbiamo totalmente risolto i problemi di Montecarlo, però sappiamo qual è. Dovremo sviluppare la macchina nelle prossime 4 o 5 gare, per questo week end abbiamo trovato un compromesso, quando troveremo una pista con curve più veloci potrà andare diversamente».

    Mercedes che ottiene il massimo possibile dal week end, Valtteri Bottas rileva la posizione di Max Verstappen, non appena Max parcheggia la Red Bull e il bottino vale la prima posizione nel Costruttori. «E’ la terza volta che salgo sul podio qui, è sempre stato un circuito favorevole. Come team avevamo bisogno di questi punti dopo la gara di Montecarlo. Sono impressionato di quanto siamo riusciti a migliorare in sole due settimane: sono fiero».

    Non c’è mai stata, ovviamente, la chance di andare a contendere la vittoria a Hamilton e nelle parole di Valtteri c’è la sintesi perfetta di quel che era il suo compito, oggi: «All’inizio sono rimasto bloccato dietro Red Bull e Force India, abbiamo diversificato le strategie, sapevo cosa dovevo fare alla fine: portare la macchina al traguardo e i punti, è stata una bella gara per noi, adesso aspettiamo Baku».