GP Canada F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Ferrari veloci, siamo solo un po’ dietro”

Le prove libere del GP del Canada F1 2017 dicono di una Mercedes tornata in forma, Bottas e Hamilton soddisfatti anche se resta del lavoro da fare per avvicinare le Ferrari

da , il

    GP Canada F1 2017, libere Mercedes. Hamilton: “Ferrari veloci, siamo solo un po’ dietro”

    Due e tre decimi di ritardo nelle prove libere 2 del GP del Canada F1 2017. Il venerdì Mercedes a Montreal si chiude con sensazioni incoraggianti, non tanto osservando il giro secco, con un distacco che, relativamente al tempo di Hamilton, è maturato soprattutto nel primo settore, quanto alla bontà del passo gara.

    Con gomme supersoft Lewis è riuscito ad avvicinare il 15″7 marcato da Raikkonen, 1 decimo appena di differenza e anche su un arco di giri più ampio non si sono registrati divari significativi. Bottas, inoltre, ha girato nel finale di sessione anche con gomma soft, realizzando tempi molto buoni, allineati ai valori ottenuti con le supersoft. Guarda alle due sessioni del venerdì, Toto Wolff, e ammette: «Sì, è stata una giornata positiva, migliore di Monaco ma non è difficile… Abbiamo molti dati da analizzare, siamo andati abbastanza bene stamani, i risultati del pomeriggio dobbiamo capirli un po’ di più, vedremo domani». Clicca qui per seguire LIVE in diretta web lagara del GP Canada F1 2017 con risultati e classifica!

    La sfida iridata con la Ferrari è assolutamente aperta, nonostante il divario importante di Hamilton da Vettel. «No, non cambiamo approccio, è presto per guardare al campionato, mancano 15 gare, ci sono tanti punti in palio, è importante migliorare a ogni gara e sviluppare macchina e assetto, capire la gomme. Non abbiamo problemi con i 25 punti di distacco. Quella Ferrari è una performance che non credevamo possibile, si vede quando si lavora forte e con motivazione che tutto è possibile. Non abbiamo cambiato piani e struttura, c’è un punto di transizione delle risorse sulla nuova macchina ma non è stato modificato». Di Mercedes si è parlato (anche) per una possibile fornitura McLaren nel 2018, se dovessero rompersi del tutto i rapporti con Honda. Wolff mantiene un profilo politicamente corretto, e dice: «Se forniremo i motori Mercedes a McLaren? Spero di no… E’ molto più importante che Honda resti in Formula 1 e che la McLaren funzioni. Spero che la Honda rimanga con McLaren».

    Passando all’attualità delle libere, Lewis Hamilton è sembrato moderatamente soddisfatto: «E’ stata una giornata piuttosto buona per il team. Le Ferrari sembrano veloci e, come testimoniano i tempi, al vertice la lotta è super-ravvicinata. Sento che siamo solo un po’ dietro le Rosse in questa fase iniziale del week end, ma spingeremo il più possibile per chiudere il gap in vista delle qualifiche. Dopo un fine settimana difficile a Monaco, la cosa principale è che la macchina sia già molto meglio a Montreal, dovremmo essere in partita per il resto del week end». Sensazioni alle quali sommare quelle di Valtteri Bottas e sono di segno positivo: «Penso siamo abbastanza competitivi qui, ma siamo solo nelle libere. Dopo la seconda sessione è chiaro che abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare con le ultrasoft per estrarre maggior prestazione, ma la monoposto sembra andare bene con le gomme morbide che ho provato».

    Libere 2: Raikkonen in testa, Hamilton insegue

    I tempi del long run testimoniano la fiducia sulle gomme gialle, che sembrano offrire una resa molto vicina alle supersoft. Però la qualifica si deciderà con la ultrasoft e Bottas aggiunge: «Ci concentreremo sulla ricerca di quella prestazione extra e il perfezionamento dell’assetto nei particolari stasera. Mi sono divertito in pista ma saranno i prossimi due giorni a contare».