Gp Cina, Alonso e Domenicali: “Sbagliata strategia” [VIDEO]

Formula 1: Fernando Alonso critica la strategia della Ferrari nel Gran Premio della Cina

da , il

    Ferrari in Cina, Alonso

    La Ferrari lascia il Gran Premio della Cina di F1 2012 quasi a mani vuote. Eppure la monoposto non è sembrata peggiore sul passo gara di tante altre che hanno chiuso più in avanti in classifica. L’andamento della corsa di Shanghai è stato particolarissimo con le strategie a fare la differenza e la difficoltà da parte dei team nell’interpretare resa e degrado degli pneumatici Pirelli. A fine gara Fernando Alonso dichiara:“Dobbiamo essere onesti. Non è andata benissimo. Come abbiamo detto che in Malesia la nostra strategia è stata perfetta, qui dobbiamo dire con altrettanta onestà che non è andata altrettanto bene: ho sempre girato nel traffico e non ho mai tirato fuori il nostro potenziale che penso non sia peggiore, ad esempio, della Williams che ci è arrivata davanti”.

    Fernando Alonso: “Impossibile fare sorpassi”

    “Se decidi di fare tre soste vuol dire che dovrai effettuare dei sorpassi - ha proseguito Fernando Alonsoma noi siamo lenti nei rettilinei e quindi dobbiamo superare gli altri dove è impossibile. Se tutte le volte devi inventarsi una manovra al limite ci sta che qualche volta ti vada male. Avevamo un quinto posto come risultato alla portata”. Il direttore tecnico Ferrari Pat Fry risponde al suo pilota precisando che il pessimo risultato è figlio anche di circostanze sfavorevoli più che una strategia clamorosamente errata:“Vista la posizione di partenza sapevamo che la nostra corsa sarebbe stata una sfida sin dal principio e che saremo stati a lungo nel traffico. Con la strategie del primo e secondo pit stop abbiamo superato alcuni piloti fino ad arrivare ad Hamilton. Poi abbiamo pagato la nostra difficoltà nel superare. E’ stato bello per lo spettacolo ma difficile per noi”.

    Felipe Massa: “Contento del mio miglioramento”

    Felipe Massa dà ragione a Pat Fry quando sostiene che, più delle strategie sbagliate, sono stati gli episodi a decidere l’esito del GP della Cina. Il brasiliano ha corso in modo opposto rispetto allo spagnolo concludendo ancor più indietro. “La strategia non ha funzionato bene ma anche Alonso che ha fatto una cosa diversa da me non è andato tanto meglio. Abbiamo cercato di diversificare. E’ brutto non aver finito nei punti neanche stavolta ma sono contento per quello che ho fatto in pista rispetto alle mie gare precedenti”.

    Red Bull, Horner: “Raccolti molti dati”

    La Red Bull resta la seconda forza del mondiale. Christian Horner spiega il lavoro fatto con i due piloti:“Abbiamo portato avanti strategie diverse e Sebastian Vettel ha fatto una bella rimonta. Siamo riusciti a raccogliere molte informazioni nel corso del weekend ed ora prenderemo delle decisioni prima del Bahrain su come sviluppare la nostra macchina”. Da quattordicesimo dopo il primo giro a quinto sul traguardo dopo essere risalito fino alla zona podio è un bel risultato per Vettel:“Quando mancavano pochi giri quando ho finito gli pneumatici e chi mi era dietro ha potuto superarmi. Quando ero terzo ho forzato il sorpasso su Raikkonen pensando che potesse tenere dietro gli altri ma poi tutti lo hanno superato e sono venuti su di me”.

    Ferrari, Domenicali: “dobbiamo migliorare la vettura”