GP Cina F1 2010: doppietta McLaren, Button davanti a Hamilton. Ferrari quarta con Alonso

Formula 1: incredibile Gran Premio della Cina

da , il

    GP Cina F1 2010

    E’ Jenson Button il vincitore del Gran Premio della Cina 2010 di Formula 1. Il pilota McLaren è il primo a portarsi a casa la seconda gara in questo inizio di stagione ed ottiene la testa del mondiale sfruttando un’altra audace strategia. Mentre gli altri si fermavano a montare gomme intermedie preoccupati per la pioggia, lui, Rosberg e Kubica resistono ed approfittano del breve ritorno dell’asciutto. Secondo sul podio è Lewis Hamilton che si rende protagonista dell’ennesima prestazione tutta all’attacco. La Ferrari è quarta con Alonso nonostante una penalità per partenza anticipata. Felipe Massa non brilla. Lo stesso dicasi per Mark Webber e Sebastian Vettel che restano imbottigliati nel traffico dopo l’entrata della safety car.

    PARTENZA. Vettel in pole position davanti a Webber, Alonso, Rosberg, Button, Hamilton e Massa. Allo spegnersi dei semafori Alonso è protagonista di una partenza anticipata. Incidente per Liuzzi, Buemi e Kobayashi ed entra la safety car. Sono fasi frenetiche con la pioggia che inizia a cadere ed invita praticamente tutti i piloti a montare gomme intermedie. Uniche eccezioni sono Rosberg, Button, Kubica e Petrov.

    GIRO 04-06. La corsa riprende, Alonso sconta il drive through di penalità. I piloti tornano ai box per rimontare gomme slick dato che la pista non si è bagnata a sufficienza. La classifica è completamente rivoluzionata. Grande duello tra Vettel e Hamilton nella corsia box.

    GIRO 10. Dopo dieci tornate Rosberg comanda su Button, Kubica, Petrov, ALguersuari, Schumacher, Sutil, Vettel, Webber e Hamilton.

    GIRO 11-13. Furiosa rimonta di Hamilton che sorpassa Webber, Vettel e Sutil buttandosi verso lo scarico di Schumacher. Anche Vettel e Webber superano il tedesco della Force India. Le Ferrari di Massa e Alonso sono 12° e 13° ad oltre un minuto dalla vetta. La pioggerella è cessata ma promette di rifarsi viva a breve con scarsa intensità.

    GIRO 16-18. Duello tra un velocissimo Hamilton ed uno Schumacher che si difende con grande esperienza. Il tedesco alla fine deve arrendersi e viene superarto anche da Vettel e Webber.

    GIRO 19. Button supera Rosberg ed ottiene la prima posizione. Il tedesco commette un errore ma riprende. La classifica vede i due seguiti da Kubica, Petrov, Hamilton, Vettel, Schumacher e Webber. Distacchi importanti.

    GIRO 20-21. Pit stop per tutti i piloti: ricomincia a piovere. La nuova classifica vede Button, Rosberg, Kubica, Petrov, Schumacher, Hamilton, Webber, Vettel, Sutil, Alonso.

    GIRO 23. Entra la safety car per togliere i detriti di carbonio lasciati dalla Toro Rosso di Alguersuari. Il gruppo si ricompatta.

    GIRO 26. Hamilton prima ancora di passare il traguardo entra duro su Webber per riprendersi la posizione e lo manda fuori dal nastro d’asfalto. Ne approfittano anche Alonso, Sutil e Vettel. E’ grande bagarre. Dopo un giro la classifica è di nuovo da riscrivere con Button davanti a Rosberg, Kubica, Hamilton, Petrov, Sutil, Alonso, Vettel, Schumacher, Barrichello e Massa undicesimo.

    GIRO 30-31. Hamilton supera Kubica e prende la terza posizione. Alonso supera Sutil così come Vettel. Massa entra in zona punti.

    GIRO 33. Errore di Petrov che viene sorpassato da Alonso e Vettel ma riprende dalla sesta posizione davanti a Sutil e Schumacher.

    GIRO 36-37. Battaglia tra Rosberg e Hamilton per la seconda posizione. Pit stop per Webber e Schumacher.

    GIRO 38. Pit stop per Hamilton, Kubica e Vettel che montano ancora gomme intermedie in previsione di un ritorno di pioggia più intensa.

    GIRO 39. Pit stop per Button, Rosberg, Alonso e tutti gli altri. La nuova classifica vede Button davanti a Hamilton, Rosberg, Alonso, Kubica, Vettel, Webber, Schumacher,, Petrov e Massa.

    GIRO 52. Petrov supera Schumacher. Problemi di gomme per Hamilton che rinuncia a rimontare sul leader Button.

    GIRO 54-55. Petrov supera Webber. Massa supera Schumacher.

    GIRO 56. Bandiera a scacchi: il primo a passare è Jenson Button. Il pilota campione del mondo in carica dimostra di avere una grandissima visione della corsa e per la seconda volta massimizza la strategia di gara. Non è il più veloce ma riesce a trovarsi al momento giusto al posto giusto. Sul podio salgono anche Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Quest’ultimo beneficia della solita strategia di Button. Fernando Alonso è quarto. Il pilota Ferrari viene penalizzato per partenza anticipata ma è poi bravo a rimontare. Vanno a punti anche Kubica, Vettel, Petrov, Webber, Massa e Schumacher. I delusi di giornata sono quelli della Red Bull ed il brasiliano della Ferrari. Mai entrato in gioco per le posizioni che contano.

    GP CINA F1 2010: ordine di arrivo

    1. Button McLaren-Mercedes 1h44:42.163

    2. Hamilton McLaren-Mercedes + 1.530

    3. Rosberg Mercedes + 9.484

    4. Alonso Ferrari + 11.869

    5. Kubica Renault + 22.213

    6. Vettel Red Bull-Renault + 33.310

    7. Petrov Renault + 47.600

    8. Webber Red Bull-Renault + 52.172

    9. Massa Ferrari + 57.796

    10. Schumacher Mercedes + 1:01.749

    11. Sutil Force India-Mercedes + 1:02.874

    12. Barrichello Williams-Cosworth + 1:03.665

    13. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1:11.416

    14. Kovalainen Lotus-Cosworth + 1 lap

    15. Hulkenberg Williams-Cosworth + 1 lap

    16. Senna HRT-Cosworth + 2 laps

    17. Chandhok HRT-Cosworth + 4 laps

    Foto: gpupdate.net