GP Cina F1: con Rosberg inizia l’era Mercedes

Formula 1: Nico Rosberg commenta la prima vittoria sua e della Mercedes

da , il

    GP Cina F1: con Rosberg inizia l'era Mercedes

    Se non sapessimo che Nico Rosberg e Lewis Hamilton sono grandi amici, penseremo che lo sguardo tra i due, immortalato in questa foto scattata al termine della conferenza stampa del Gran Premio della Cina di F1 2012, sia davvero minaccioso! In effetti la Mercedes che ha ottenuto la vittoria sul circuito di Shanghai comincia a preoccupare. La presenza al box di Ross Brawn è una garanzia. Sui piloti c’è poco da discutere. Sulla struttura ed il supporto, la casa della stella a tre punte non ha nulla da invidiare a nessun rivale. La domanda che ci accompagnerà da oggi e per sette giorni fino al termine del Gran Premio del Bahrain è: il successo di Rosberg in Cina sarà solo un exploit o l’inizio di una nuova era di successi per la gloriosa marca tedesca?

    Nico Rosberg: “Importanti miglioramenti”

    Nico Rosberg crede veramente che questa vittoria sia solo il primo passo. Il tanto atteso primo passo pesante all’interno di una carriera da predestinato, fino ad ora vissuta pericolosamente sull’orlo della promessa non mantenuta solo per colpa delle varie monoposto non competitive che la sorte gli ha presentato. “Sono molto felice di questa giornata – ha dichiarato - io e la squadra abbiamo fatto un ottimo lavoro. Stiamo percorrendo molta strada e abbiamo progredito molto velocemente ma abbiamo ancora importanti margini di miglioramento”.

    Ross Brawn: “Pronti a scrivere la nuova storia Mercedes”

    Ancor più minaccioso è Ross Brawn. Uno che sa bene come si fa a vincere in Formula 1:”Abbiamo lavorato molto bene soprattutto tra venerdì e sabato dove abbiamo capito le gomme. E’ un peccato per Schumacher che poteva salire sul podio e darci un risultato ancora migliore”. Il team principal Mercedes spiega la strategia:“Inizialmente volevamo fare due pit stop e sapevamo che dovevamo arrivare fino al 14° giro per effettuare il primo pit stop. Il nostro obiettivo era avere un graduale degrado degli pneumatici per evitare un calo drastico dei tempi sul giro. Poi siamo passati alle mescole più dure senza problemi”. Inizierà una nuova era Mercedes? “Ho vissuto in Ferrari un periodo fantastico e so cosa significhi vincere per un grande team. Ora lavoro in Mercedes dove c’è un’altra grande storia. Noi vogliamo scrivere nuove pagine di questa nuova storia delle frecce d’argento”. La chiave per altri successi dei tedeschi sta nel rapporto con le gomme Pirelli:“La questione pneumatici è delicata perché dobbiamo azzeccare i settaggi per farli funzionare ben sapendo che quando cambiano le condizioni meteo tutto è più difficile. La nostra sfida sta nel trovare il giusto equilibrio”.

    McLaren torna prima in classifica

    In McLaren sono ben consapevoli di essere i più forti. La classifica mondiale lo dimostra. Hamilton e Button primo e secondo tra i piloti. Team davanti a tutti tra i costruttori. Per cercare di scacciare pericolosi timori nei confronti della Mercedes, il team principal Martin Whitmarsh dichiara:“Senza l’errore nel pit stop Jenson avrebbe avuto un secondo posto comodo ma non so se avrebbe potuto vincere. Visto che il giovane Rosberg ha fatto un gran lavoro e a lui ed alla Mercedes vanno i nostri complimenti. Noi abbiamo perso molto tempo in pista per i sorpassi. Abbiamo scelto una strategia diversa che comunque ci ha consentito di salire con entrambe le macchine sul podio. Vista la posizione di partenza è comunque un risultato positivo”. Jenson Button aggiunge:“Nonostante mi fossi fermato al punto giusto c’è stato un problema nell’ultimo pit stop. Tornato in pista ho trovato quattro macchine di fronte a me che mi hanno bloccato”. Lewis Hamilton è al terzo podio su tre gare. Ancora gli manca l’acuto, ma arriva la testa della classifica:“Nico ha fatto un gran lavoro. La prima vittoria è sempre incredibile. Io sono contento di essere salito sul podio ed il team ha fatto un gran lavoro con le strategie. E’ stata la mia miglior gara della stagione con tanta battaglia e tante macchine tutte assieme. Stavolta ho avuto sfortuna con la retrocessione in griglia ma mi sono divertito e alla fine non è andata male. Abbiamo visto che i rivali sono tanti e vicini”.