GP Cina F1 2012: prove libere 1 ad Hamilton

Formula 1: racconto e classifica dei tempi della prima sessione di prove libere del Gran Premio della Cina di F1 2012: Lewis Hamlton è il migliore

da , il

    GP Cina F1 2012: prove libere 1 ad Hamilton, Ferrari dietro di 3 secondi

    La prima sessione di prove libere del Gran Premio della Cina di Formula 1 2012 comincia con il piede giusto per Lewis Hamilton. L’uomo ad oggi ancora imbattuto nelle qualifiche della nuova stagione si prende anche il miglio tempo dei primi novanta minuti di prova sul circuito di Shanghai. Come siamo ormai abituati a vedere, a fargli compagnia nei quartieri alti troviamo le Mercedes di Rosberg e Schumacher. Più staccate stavolta sono le Lotus, le Red Bull ed il compagno Jenson Button. La Ferrari non entra nella top ten ad accusa tre secondi di distacco. A condizionare i team ed i piloti è stata la pioggia. La pista, infatti, è andata migliorando solo negli ultimissimi istanti.

    GP Cina F1 2012: prove libere 1

    Il cronometro è poco indicativo per giudicare la prima sessione di prove libere del Gran Premio della Cina. La pioggia ha bagnato il circuito di Shanghai consentendo ai team di spingere solo negli ultimi dieci minuti. Tuttavia la classifica dei tempi rispecchia, almeno per i primissimi posti, quella che potrebbe essere una griglia di partenza virtuale con Lewis Hamilton al comando seguito dalle due Mercedes di Nico Rosberg e Michael Schumacher. All’interno della top ten troviamo anche le due Sauber di Sergio Perez e Kamui Kobayashi che fanno meglio delle Red Bull di Mark Webber e Sebastian Vettel. Jenson Button è ottavo seguito dalle Toro Rosso di Ricciardo e Vergne. La Ferrari è 11a e 12a con con Fernando Alonso e Felipe Massa.

    GP Cina F1 2012, prove libere 1: classificai dei tempi

    1. Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1m37.106 7

    2. Nico Rosberg Mercedes 1m38.116s + 1.010 14

    3. Michael Schumacher Mercedes 1m38.316s + 1.210 14

    4. Sergio Perez Sauber-Ferrari 1m38.584s + 1.478 13

    5. Kamui Kobayashi Sauber-Ferrari 1m38.911s + 1.805 12

    6. Mark Webber Red Bull-Renault 1m38.977s + 1.871 15

    7. Sebastian Vettel Red Bull-Renault 1m39.198s + 2.092 12

    8. Jenson Button McLaren-Mercedes 1m39.199s + 2.093 6

    9. Daniel Ricciardo Toro Rosso-Ferrari 1m39.748s + 2.642 16

    10. Jean-Eric Vergne Toro Rosso-Ferrari 1m39.768s + 2.662 14

    11. Fernando Alonso Ferrari 1m40.056s + 2.950 14

    12. Felipe Massa Ferrari 1m40.153s + 3.047 14

    13. Valtteri Bottas Williams-Renault 1m40.298s + 3.192 8

    14. Nico Hulkenberg Force India-Mercedes 1m40.328s + 3.222 13

    15. Pastor Maldonado Williams-Renault 1m40.540s + 3.434 12

    16. Heikki Kovalainen Caterham-Renault 1m41.071s + 3.965 14

    17. Romain Grosjean Lotus-Renault 1m41.204s + 4.098 14

    18. Timo Glock Marussia-Cosworth 1m42.330s + 5.224 14

    19. Giedo van der Garde Caterham-Renault 1m42.521s + 5.415 11

    20. Jules Bianchi Force India-Mercedes 1m44.118s + 7.012 8

    21. Pedro de la Rosa HRT-Cosworth 1m44.227s + 7.121 10

    22. Charles Pic Marussia-Cosworth 1m44.500s + 7.394 15

    23. Narain Karthikeyan HRT-Cosworth 1m47.204s + 10.098 12

    24. Kimi Raikkonen Lotus-Renault 1m50.465s + 13.359 11

    Vettel ritorna al passato

    Sebastian Vettel si è detto preoccupato del fatto che la sua Red Bull non è stata ancora capita a pieno nel modo in cui reagisce alle regolazioni. Per tentare di trovare il bandolo della matassa, a differenza del compagno Mark Webber, il tedesco ha girato nella prima sessione di libere con la vecchia configurazione degli scarichi. Una mossa del tutto analoga a quella fatta dalla Ferrari molte settimane prima. Vedremo, però, se come per la Rossa, questo passo indietro sarà solo una prova o diventerà una costante almeno fino al ritorno in Europa. “I test in questo momento non sono consentiti per cui stiamo facendo un lavoro di comparazione - ha dichiarato il team principal Christian Horner - prenderemo una decisione dopo aver analizzato i dati”..

    Kung Fu Vettel

    Chiudiamo con una piccola curiosità per i tifosi del bi-campione del mondo: Vettel è diventato anche attore girando un piccolo cortometraggio dal titolo “Kung Fu Vettel: Drive of the Dragon”. Nell’occasione si è dovuto cimentare nelle arti marziali:“Ho avuto modo di imparare che nel Kung Fu, come nella guida, è importante avere equilibrio, controllo e tecnica”, ha dichiarato. Il tedesco ha poi aggiunto:“In Cina ho disputato buone gare in passato e nel 2009 abbiamo conquistato la prima vittoria della squadra. Il circuito mi piace perché è molto ampio ed ha molte zone dove effettuare sorpassi”.