GP Cina F1 2014, prove libere: Hamilton e Rosberg contenti a metà [FOTO e VIDEO]

C'è Hamilton davanti a tutti dopo le prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Cina di Formula1, ma l'inglese non è contento del bilanciamento della sua Mercedes

da , il

    hamilton rosberg gpcina

    Sembra che nessuno sia pienamente soddisfatto del venerdì di prove libere a Shanghai: in mattinata miglior tempo per la Ferrari di Fernando Alonso, nel pomeriggio cinese davanti a tutti la Mercedes di Lewis Hamilton, che però a caldo ammette di non essere per nulla contento del bilanciamento della sua vettura. Contento a metà del suo terzo posto anche l’altro pilota Mercedes, Nico Rosberg, preoccupato per l’eccessiva usura dei pneumatici anteriori. Red Bull, come le Ferrari, più vicine ai dominatori di questa stagione, ma Vettel non è ancora contento delle sue prestazioni.

    Miglior tempo di giornata in 1’38″315, 141 millesimi meglio della Ferrari di Fernando Alonso, ma l’umore di Lewis Hamilton non è comunque dei migliori al termine del venerdì di prove libere del Gran Premio di Cina. “Purtroppo ho perso molto tempo durante la prima sessione per un problema alla monoposto e quindi il week end è partito male, ho dovuto subito inseguire. Non sono per nulla contento del bilanciamento della vettura, dobbiamo ancora lavorare molto”.

    AUTO PRIX F1 MONACO MCO QUALIFIER

    Leggermente più ottimista il suo compagno di scuderia e leader della classifica iridata Nico Rosberg, autore del terzo tempo assoluto a 4 decimi da Hamilton. “Oggi mi sono trovato abbastanza bene, ma c’è ancora parecchio lavoro da fare, anche perché questo è un circuito particolare, in cui le gomme più sollecitate sono quelle anteriori, invece di quelle posteriori. L’assetto della macchina è quindi diverso dal solito, inoltre domani è attesa pioggia, quindi cambierà di nuovo tutto”. Rosberg ha anche parlato dei rivali, soprattutto Ferrari e Red Bull, oggi più vicine alle Mercedes: “non c’è da stupirsi, ce lo aspettavamo, ma tocca a noi che siamo davanti spingere per mantenere le distanze”.

    Malumori anche in casa Red Bull

    vettel gp cina

    Non può essere pienamente soddisfatto nemmeno Sebastian Vettel, col suo quinto tempo, a sette decimi esatti da Hamilton. “Possiamo essere solo parzialmente contenti, perché non siamo ancora a livello dei primi - dice il quattro volte campione del mondo con la Red Bull – e non è stato un buon inizio di week end dal punto di vista della potenza. Secondo me le Mercedes oggi non hanno spinto al massimo, per cui è difficile dire se possiamo competere con loro, oppure non ancora. La sensazione, stando dietro di loro nel long run, era che potessero fare quello che volevano da un momento all’altro”.

    Vettel che, nonostante il difficile avvio di stagione, rimane il punto di riferimento per il giovane compagno di scuderia, Daniel Ricciardo, oggi quarto, oltre due decimi meglio rispetto allo stesso Vettel. “Ovvio che dopo il mio short run abbia guardato a cosa avesse fatto Seb, più che altro per provare a imparare qualcosa da lui - ammette il pilota italoaustraliano – mentre nel long run ho necessariamente dovuto restare concentrato su quello che stavo facendo io, perché serve solo andare più forte possibile. Stasera, comunque, darò un’occhiata anche a quello di Sebastian…”

    GP Cina F1 2014, prove libere 1