GP Cina F1 2015. Lotus a punti, Williams in crociera e Sauber meglio della Red Bull

Il Gran premio di Cina 2015 visto con gli occhi degli altri protagonisti. I commenti in casa Williams, Lotus, Sauber e Red Bull.

da , il

    Formula 1 GP Cina   sabato di prove

    Una gara noiosa, il Gran premio di Cina 2015 è stato anzitutto questo. Dietro a Mercedes e Ferrari, semplicemente il vuoto. Non riescono a colmare il gap dalla SF15-T in Williams, che comunque portano a casa un buon arrivo a punti con Massa davanti a Bottas, ma resta la certezza di un Bahrain dove il duo saprà dire qualcosa di più convincente, su un circuito che dovrebbe addirsi alla monoposto inglese. Poi c’è una Lotus finalmente al traguardo, con Grosjean autore di una prestazione onesta, senza errori e senza acuti, comunque meglio di un Maldonado imbarazzante per la quantità di svarioni espressi. Resta incolpevole almeno sul tamponamento di Button.

    Le parole dei protagonisti

    Penalità per l’inglese, 5 secondi da scontare la prossima gara e 2 punti in meno sulla patente, stessa sorte per Merhi che non ha mantenuto la giusta velocità sotto safety car.

    Sottotono la Toro Rosso, Sainz specialmente, mentre Verstappen diverte con i pochi sorpassi visti a Shanghai, prima di parcheggiarsi con il cambio rotto. Molto male la Red Bull, impossibile dire che salva il salvabile con Ricciardo, perché una Sauber gli sta davanti (Nasr) e l’altra non è certo molto lontana.

    WILLIAMS – «Abbiamo fatto una buona gara e ho tirato fuori il massimo dalla macchina, il team si è comportato bene ma non abbiamo la velocità pura per prendere le macchine davanti. Lavorerò sulla partenza, perché è l’unica cosa andata male. Oggi abbiamo ottenuto il massimo dei punti possibile», commenta Massa.

    «Una gara in solitaria per me, ho avuto difficoltà con il ritmo ma come team portiamo a casa il miglior risultato possibile. Mi sarebbe piaciuto tenere dietro Kimi più a lungo dopo essere stato davanti in partenza, ma ha fatto una bella mossa. C’è del lavoro da fare per prendere le macchine davanti, siamo solo alla terza gara e c’è tutto il tempo», dice Bottas.

    | SCINTILLE TRA ROSBERG E HAMILTON: NICO MAI VICINO |

    SAUBER – «E’ stata una gran giornata per il team con due macchine a punti. Sono contento per tutti, non è stata una gara facile, lottavamo contro Lotus e Toro Rosso, che sembravano avere un miglior ritmo. Da parte mia, ho tirato fuori il possibile dalla macchina e dalla strategia, possiamo essere soddisfatti del risultato», commenta Nasr, ottavo.

    | FERRARI, RAIKKONEN: SIAMO LA SECONDA FORZA |

    «Il nostro obiettivo era portare due macchine a punti e alla fine ci siamo gestiti per centrarlo. La mia gara è stata piuttosto dura, con tante battaglie, speravo che il ritmo gara sarebbe stato un po’ più forte, ho avuto qualche difficoltà a far lavorare le gomme anteriori adeguatamente e non ho potuto tenere il passo desiderato», aggiunge Ericsson.

    RED BULL – «In partenza è entrato l’antistallo, dovremo controllare cos’è successo. E’ frustrante, perché ha condizionato la gara e nel traffico faticavamo. Almeno ci sono lati positivi, abbiamo imparato che dobbiamo migliorare in alcune aree e i ragazzi troveranno una soluzione. Ho battagliato brevemente con Daniil, non so se sono stato ottimista nel provare il sorpasso, eravamo su diverse strategie ma risolveremo nel debrief. Siamo stati sottotono oggi, speriamo di trovare qualcosa nei prossimi giorni, per un miglior risultato in Bahrain», commenta Ricciardo.

    LOTUS - «Era da tanto tempo che non ottenevamo punti! Non era un circuito facile per noi, con tante curve impegnative sull’anteriore, particolarmente indigeste per la nostra macchina, ma abbiamo fatto una partenza forte e anche gran parte degli stint sono stati buoni. E’ stato fatto un buon lavoro nel migliorare la macchina gara dopo gara ed è grandioso finalmente ottenere dei punti. Anche la prossima gara potrebbe essere promettente», le impressioni di Grosjean.

    | CRONACA GRAN PREMIO CINA F1 2015 |

    Fabiano Polimeni