GP Cina F1 2015, prove libere Ferrari. Vettel: “Un paio di cose da migliorare”

Le prove libere del Gran premio di Cina 2015 restituiscono una Ferrari competitiva, ma con alcuni interventi ancora da apportare. Raikkonen meglio di Vettel, ecco cosa dicono i due piloti.

da , il

    Dopotutto, è un buon venerdì per la Ferrari. Raikkonen vicino a Hamilton sul giro secco e un passo gara interessante, sono i punti dai quali partire per costruire un Gran premio di Cina 2015 consistente. Cosa significa? Secondo Vettel, provare anzitutto a consolidare la propria posizione come primi inseguitori delle Mercedes e, se si presenterà l’occasione, affondare il colpo e cercare la vittoria. Un colpo che potrebbe nascere sul fronte strategico, dalla gestione della gomma morbida in avvio di gara, ma l’analisi dei dati darà ai tecnici il quadro esatto nel quale collocare le prestazioni della SF15-T. Risultati e LIVE della GARA del GP Cina F1 2015, BASTA CLICCARE QUI!

    Le parole dei protagonisti

    Di interessante c’è ancora Kimi Raikkonen veloce, consistente come ci ha abituato nelle prove libere di questi primi tre gran premi stagionali. Ora dovrà concretizzare con qualifiche perfette e una gara da correre pensando al podio. «Dobbiamo fare del nostro meglio domani, vedremo dove finiremo e poi penseremo alla gara. Per ora devo far funzionare tutto al meglio», ha commentato dopo le libere. «E’ difficile capire cos’abbiano fatto gli altri oggi, non è andata troppo male per noi e possiamo ancora migliorare qualcosa». L’impressione è che si possa “sacrificare” una parte della durata della gomma per ricavare qualche decimo di prestazione, elementi che faranno i conti con temperature previste in salita per la giornata di gara.

    | CRONACA PROVE LIBERE 2 |

    Non ha trovato ancora l’assetto ideale Vettel, che al pari di Rosberg rimedia un bel distacco dal compagno di scuderia e dice: «Saremo molto vicini, oggi sono stati forti in entrambe le sessioni (le Mercedes; ndr), credo che la cosa più importante sia fare un passo avanti per domani, ci sono un paio di cose che possiamo migliorare; se avremo la possibilità cercheremo di superarli, altrimenti proveremo a non farci superare».

    | LEGGI ANCHE: ANALISI PASSO GARA |

    Quando gli fanno notare l’arrivo di una Red Bull là davanti, non si stupisce più di tanto, spiegando: «Nel corso della stagione le cose si faranno più dure perché tutti troveranno il loro ritmo, per questo dobbiamo migliorare». Vuole mantenere un profilo basso e aggiunge: «Non dimenticate anzitutto che siamo solo alla terza gara della stagione, secondo, siamo su una pista completamente diversa, in condizioni nuove per tutti. La cosa più importante è guardare a noi stessi e procedere passo dopo passo. Oggi è il venerdì, giornata di compiti, ed è quel che abbiamo provato a fare» .

    Fabiano Polimeni