GP Cina F1 2015, risultati gara: dominio Mercedes, Ferrari a podio [FOTO]

Il Gran premio di Cina 2015 a Shanghai vede tornare al successo la Mercedes. Hamilton davanti a Rosberg, ma in discussione le loro posizioni. Ferrari a podio. Cronaca, classifica e foto a Shanghai.

da , il

    Formula 1 GP Cina   sabato di prove

    Hanno fatto i compiti, e anche bene. Hamilton e Rosberg portano la Mercedes sui due gradini più alti del podio nel Gran premio di Cina 2015. Una gara mai messa realmente in discussione, con l’inglese a dettare il ritmo vincente e irraggiungibile. Solo all’inizio del secondo stint di gara, con gomme morbide, è apparso avere qualche difficoltà a esprimere la prestazione che invece hanno saputo realizzare le due Ferrari. Terzo Vettel, quarto Raikkonen, a constatare che le W06 erano troppo veloci oggi per poter dire la propria. Kimi riscatta una qualifica imperfetta con una partenza magistrale, con due sorpassi nelle prime 5 curve, poi giù a copiare i tempi del compagno, riuscendo a essere più veloce in diversi momenti.

    Cronaca

    risultati gp cina f1 2015 (3)

    Gara noiosa, che vede le Williams tranquillamente quinte e seste, un ottimo Grosjean con la Lotus a punti dopo due gare con altrettanti ritiri e la conferma di una Sauber veloce, ottava grazie al ritiro di Verstappen a due giri dal termine, stop che ha portato all’ingresso della safety car, sotto la quale si è concluso il gran premio. Dietro al brasiliano chiude Ricciardo, rallentato da un via pessimo, che dalla settima posizione l’ha visto sprofondare 17mo.

    a cura di: @fabianopolimeni

    CLASSIFICA GP CINA F1 2015

    56/56 – Ultimo giro, si terminerà dietro la safety car. Tre Mercedes in testa, compresa la AMG GT a dettare il passo. Vince Hamilton, poi Rosberg e Vettel sul podio.

    54/56 – Verstappen si ferma sul dritto dei box. Sembra un guaio al cambio. Safety Car si chiuderà la gara sotto la vettura di sicurezza

    51/56 - Gran premio di Cina che non ha più molto da dire. Top ten definita, con i piloti distanziati l’uno dall’altro

    49/56 – Button, Maldonado e Alonso uno in scia all’altro: si giocano la 13ma posizione. Maldonado era passato, poi Button ha provato a rispondere in curva 1 ma ha centrato la Lotus: entrambi nella via di fuga, ripartiti entrambi, con Alonso che ha superato tutti e due. Ala danneggiata per Jenson, che sta rientrando ai box.

    47/56 – Le McLaren navigano 13ma con Button e 15ma con Alonso. Davanti, Raikkonen è vicino a Vettel, 2″9 a separarli. Gira bene anche Massa, sugli stessi tempi dei ferraristi, ma lontano 27″4 da Kimi.

    44/56 – Ancora in lotta Ricciardo ed Ericsson, l’australiano va deciso in frenata di curva 6 e passa: decima piazza

    41/56 – Anche Nasr attacca e supera Perez.

    40/56 - Hamilton ha messo in sicurezza la posizione, ha 4.7 su Rosberg, 12.2 su Vettel e 15.4 su Raikkonen. Ricciardo si è fermato per l’ultima sosta ed è 12mo. Nella top ten rientra Nasr e potrebbe farcela a breve Ericsson, visto lo stop obbligatorio di Perez.

    Testacoda ad alta velocità nella esse nel T2 di Maldonado, gara piena di errori con Groshean che fa invece settimo. Verstappen attacca e passa Perez, è ottavo.

    La cronaca

    risultati gp cina f1 2015 (2)

    36/56 – Si delinea quello che sarà l’arrivo. Mercedes inattaccabili, Ferrari tranquillamente terze e quarte, poi l’accoppiata Williams. Ricciardo è a 7″8 da Bottas ma dovrà fermarsi ancora, con Grosjean alle sue spalle. Perez è nono ma anche lui deve fare un’altra sosta, la terza.

    34/56 - Al box Raikkonen. Prima, Maldonado è andato lungo nella corsia d’ingresso, dovendo innestare la retro per tornare al pit. Rosberg fa 43.3, Vettel 43.7 con le medie. Si ferma anche Massa.

    33/56 – Ultima sosta per Grosjean, Verstappen e Hamilton, atteso in questo giro

    32/56 – Giro mostruosamente veloce di Hamilton: 1.42.208! Raikkonen è a 12.5, Rosberg torna terzo e con 1″7 su Vettel, che ha recuperato qualcosa grazie alla sosta. Ora andranno valutate le gomme medie e il passo che sapranno esprimere.

    31/56 – Oggettivamente non sembrano esserci possibilità per le Ferrari di andare a insidiare il secondo posto. Vettel rientra ai box per la seconda sosta, Hamilton fa il giro record: 1.43.008 e dà 5 decimi a Rosberg. Gomme medie per Vettel, andrà fino alla fine.

    Via radio richiamano Nico per la sosta al prossimo giro.

    29/56 - Ricciardo passa Ericsson: 11mo. A Vettel chiedono di accelerare, ma la risposta è negativa: siamo al limite. Peccato, perché le Mercedes stanno riprendendo margine, Hamilton 43.6 e 43.2, Rosberg 43.8, poi 44.0 di Vettel e 44.1 di Raikkonen.

    28/56 – Ricciardo lotta e prende la posizione a Ericsson in curva 1 e 2, però Daniel va lungo in frenata di curva 5 e la Sauber ritorna davanti. A Hamilton danno un nuovo target: 43.3, deve togliere ancora 3-4 decimi

    26/56 – Dietro al quartetto di testa, le Williams procedono tranquille e distanziate, come le due Lotus. In bagarre per il 10mo posto sono Nasr, Perez, Ericsson e Ricciardo, racchiusi in 6″.

    24/56- Problemi al cambio per Sainz, va molto lentamente sul rettilineo lungo, ma poi resetta e riesce a riprendere. Hamilton allunga di nuovo su Rosberg, fa 43.5 contro 43.6, e in questo passaggio Vettel accusa un leggero ritardo, 43.8 mentre Raikkonen martella sul 43.4 e si avvicina lentamente.

    23/56 - E’ in fase di recupero netto Raikkonen, 43.2 contro il 43.5 di Vettel e il 43.6 di Rosberg e Hamilton.

    22/56 – A Hamilton danno un tempo di riferimento da 43.7, sollecitato da Rosberg che teme l’avvicinamento delle Ferrari ma a sua volta non vuole stare troppo vicino all’inglese per non rovinare le gomme anteriori. Hamilton va sul target, ma Rosberg gli recupera 2 decimi, come Vettel, Raikkonen fa addirittura 43.4 e si porta a 8 secondi da Hamilton, resta di 1″5 il gap Rosberg-Vettel

    La cronaca

    risultati gp cina f1 2015

    20/56 - Fase favorevole alle Ferrari, le Mercedes non riescono a scendere sotto il 44.1 mentre Vettel fa 44.7, identico crono per Kimi. Si riduce la forbice tra Rosberg e Vettel a 1″5. Mancano battaglie in vista, Verstappen ha appena passato Nasr, passando nono.

    18/56 - Rosberg recupera quasi 1 secondo a Hamilton, facendo 43.9, Vettel 44.1 e Raikkonen un ottimo 43.5. Si conferma un avvio lento dello stint di Hamilton, con 44.8.

    Le Lotus sono ben messe in settima e ottava posizione, con Button che attacca Alonso e “agguanta” la 15ma posizione… L’ultimo giro dei primi tre è sul 44.0-44.1, recupera invece Raikkonen con 43.4

    17/56 - Dopo la sosta, Hamilton gira in 44.2 contro il 43.7 di Vettel, che è a 4.9 dall’inglese. Hamilton che non sembra aver cambiato passo con questo set di gomme

    16/56 – Vettel fa 1.43.018, giro record al momento. Insieme a Rosberg si è fermato anche Raikkonen. I primi quattro sono tutti su gomme morbide nuove.

    Ritiro di Kvyat per la rottura del motore.

    15/56 - Vettel ha montato gomme morbide nuove, ora rientra Hamilton e anche lui torna con le morbide in pista. Grosjean, nel cambio gomme, ha perso la posizione su Maldonado. Bottas si ferma anche lui, restano Rosberg e Raikkonen, che fanno tempi fotocopia, sul 44.6 alto. Bottas e Massa sono sulle medie per lo stint centrale di gara, come le Lotus che li seguono. Sta spingendo forte Vettel, mentre a Rosberg dicono che gli monteranno nel prossimo giro nuovamente le morbide

    14/56 - A Vettel danno la comunicazione di spingere e poi essere pronto a rientrare. Hamilton stampa 43.6, mostruoso. Rosberg 44.5, Raikkonen 44.9, Vettel al box insieme a Massa. Attenzione perché la Force India non è ancora stata rimossa dal settore centrale. Il pit Ferrari è stato allucinante: 2″3 per cambiare le gomme: eroici.

    13/56 - Si avvicina la sosta di Hamilton? Lewis fa 43.9 e risponde ai quesiti di degrado della gomma per le Mercedes. Rientra ora Grosjean.

    12/56 - Maldonado e Perez al box, la Lotus passa sulle medie, resta con le morbide Perez

    11/56 – Nasr è il primo pilota ad andare ai box. I tempi davanti segnano un innalzamento sul 44.5 per le Mercedes, contro il 44.7 delle Ferrari

    10/56 – Attacco fulmineo di Verstappen, che negli ultimi metri del lungo rettilineo passa Ericsson. Decima piazza per la Toro ROsso. Si ritira Hulkenberg, parcheggia nel settore centrale con problemi al cambio

    9/56 - Maldonado passa Nasr, attacca in fondo al dritto, va lunghissimo in staccata ma resta davanti alla Sauber. Vettel e Raikkonen sono sul 44.5, Rosberg 44.3 e Hamilton 44.1.

    6/56 - Impresionante come le Ferrari contengano il gap in gara. Dal secondo visto in qualifica, siamo a 2 decimi nel T2 e complessivamente 4 decimi a giro. Raikkonen anche meglio, 2 decimi dal 44.1 di Hamilton e Rosberg. Potenzialmente in lotta abbiamo solo le due Williams, separate da 9 decimi e Maldonado nono a 6 decimi da Nasr.

    5/56 – Iniziamo a guardare i tempi davanti. Le Mercedes dovrebbero decadere tra 4 giri, intanto fanno 44.1 contro il 44.3 di Vettel e 44.6 di Raikkonen. I primi quattro sono in 4″6, le Williams girano in 45.0-45.2. Bella lotta tra le Red Bull, 15ma e 16ma, è l’unica lotta interessante, ora RIcciardo passa il russo che risponde in uscita, ma nel settore centrale Daniel sta davanti. Strategie diverse tra i due, con Kvyat lungo nel primo stint sulle medie

    4/56 - Dietro il quartetto di testa ci sono le Williams in lotta, separate da 5 decimi, Grosjean ha 1″3 da Bottas e Nasr 1″6 dal francese.

    In 16ma e 17ma posizione Alonso e Button iniziano a cedere terreno alle Red Bull

    3/56 - Nelle retrovie abbiamo in lotta le Red Bull con le McLaren e la Force India. In testa, Vettel tiene bene sui tempi dei Mercedes, pagando 4 decimi. Stesso dicasi per Raikkonen. Nel settore centrale, ieri critico per le Ferrari, oggi perdono 3-4 decimi le rosse.

    2/56 - Grosjean, Nasr, Ericsson e Maldonado seguono le due WIlliams. Testacoda di Sainz in curva 2, in un tentativo di sorpasso sulla Force India. Davanti Hamilton ha 1 secondo su Rosberg e 2 su Vettel, con Raikkonen in scia al tedesco.

    1/56 – Hamilton si mette di traverso in griglia a puntare il muretto per chiudere subito Rosberg.

    Parte la gara, Hamilton tiene la posizione, Vettel terzo, poi le due Williams e Raikkonen. Kimi sta davanti a a Massa e in uscita di curva 3 è quarto. Attacca Bottas e Raikkonen è quarto grandissimo Kimi. Vettel è vicino a Rosberg, con Hamilton che prende il largo. Partito malissimo Ricciardo, è 17mo.

    Il pregara

    8:00 – Parte il giro di formazione. Kvyat e Sainz partono con gomme medie, gli unici in griglia.

    7:55 - Tra 5 minuti si spegnerà il semaforo a Shanghai e inizieranno i 56 giri di gara

    7:50 – «Il morale della squadra è alto, la Cina non è una pista adatta a noi, un ottimo mercato per vendere auto, un po’ meno per le caratteristiche della nostra macchina.

    Il nostro obiettivo è consolidare la posizione che abbiamo ed essere pronti per la zampata. Kimi sa cosa deve fare, non ho problemi con lui, si è visto in Malesia e Australia quant’è forte in gara», l’anteprima di Maurizio Arrivabene.

    7:45 – Pensando alla possibilità che qualcuno faccia tre soste, si scontra con il rischio di tornare in pista nel traffico, per cui sarebbe vincente solo se si avrà la certezza di rientrare con pista libera e poter spingere e sfruttare le gomme morbide, più veloci di circa 8 decimi sul passo gara, da quanto visto al venerdì. Un delta dimezzato rispetto a quello visto in qualifica.

    7:42 – Tensione tra Hamilton e Vettel! L’inglese ai microfoni di Sky UK spiega di averlo quasi tamponato in uscita dalla pitlane

    7:36 – L’anno scorso Hamilton effettuò la prima sosta al 17mo giro, con lo stint più lungo tra tutti i piloti che optarono per due soste. Venerdì abbiamo visto come dopo 8-9 giri le prestazioni delle Mercedes con gomme morbide e pieno di benzina decadessero nettamente. Sarà il tema da tenere d’occhio nella prima parte del gran premio.

    7:30 – Uno scenario “nuovo” in questo week end è la temperatura della pista a 46° C. Siamo nella giornata più calda da venerdì e le gomme potrebbero rispondere in maniera diversa rispetto alle libere 2

    7:20 – Lauda alla tv spagnola: Alonso è il migliore, ma con la McLaren che ha al momento sta solo perdendo tempo

    7:15 – In Mercedes, sempre relativamente alle strategie – con l’asfalto a 45° C -, potrebbero diversificare le strategie tra Hamilton e Rosberg. Solamente una questione di lunghezza dello stint o anche una sosta in più per qualcuno dei due? Difficilmente sarà necessario un gp da tre fermate

    7:10 – «Qui vediamo i famosi 2″ al giro di velocità in più, sicuramente un altro secondo di miglioramento è possibile. A fine stagione spero di vedere qualche record della pista.

    Con un po’ di caldo aiuta squadre come la Ferrari per fare qualcosa di diverso, se gli altri devono andare su due soste, hanno speranze per fare qualcosa di nuova. Mercedes in qualifica ha un vantaggio molto importante, ma i long run Ferrari e anche Williams sono stati interessanti e lunghi», commenta Paul Hembery pensando al comportamento delle gomme.

    Griglia di partenza

    1. HAMILTON

    2. ROSBERG

    3. VETTEL

    4. MASSA

    5. BOTTAS

    6. RAIKKONEN

    7. RICCIARDO

    8. GROSJEAN

    9. NASR

    10. ERICSSON

    11. MALDONADO

    12. KVYAT

    13. VERSTAPPEN

    14. SAINZ

    15. PEREZ

    16. HULKENBERG

    17. BUTTON

    18. ALONSO

    19. STEVENS

    20. MERHI

    6:50 - Pensando alle strategie di gara, la tattica generalizzata sarà verso le due soste. A differenziarsi sarà la lunghezza degli stint e l’impiego di gomme morbide e medie in sequenza.

    6:40 – La prima notizia da Shanghai riguarda Ricciardo. Sulla Red Bull sono stati sostituiti elementi del motore per precauzione.

    6:30 – Amici appassionati di Formula 1, buongiorno. Domenica con sveglia di buon’ora per seguire il Gran premio di Cina. Ne varrà la pena? La Ferrari promette di avere il passo buono per poter dire qualcosa di importante sui 56 giri di gara a Shanghai. Tra 90 minuti lo spegnimento dei semafori.