GP Cina F1 2016, Adami:”Ferrari alla ricerca del giusto setup” [VIDEO]

Formula 1 2016: anteprima video del Gran Premio della Cina per la Ferrari con l'intervista a Riccardo Adami, ingegnere di pista di Sebastian Vettel, ed al pilota Kimi Raikkonen

da , il

    E’ Riccardo Adami che racconta come la Ferrari si sta avvicinando al prossimo Gran Premio della Cina 2016 di Formula 1. “Quella di Shanghai è una pista particolarmente insidiosa, costituita da un lungo rettilineo che è anche uno dei più lunghi dell’intero campionato, ma anche curve lente e curve da alta velocità. Su questo circuito è fondamentale trovare il miglior compromesso nell’assetto della monoposto tra tratti lenti e tratti veloci”, ha spiegato l’ingegnere di pista di Sebastian Vettel su ferrari.com. Per seguire LIVE in diretta il Gran Premio di Cina di F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    GP Cina F1 2016, Ferrari:”Importante capire le gomme Supersoft”

    Adami ha ricordato che una delle caratteristiche uniche del circuito di Shanghai è la curva 1 nella quale si registra un importante trasferimento di carico e che può rientrare tra le più difficili dell’intero campionato:“E’ quasi la più difficile della stagione “, ha confermato il tecnico italiano. “Altra particolarità di Shanghai sono le variabili condizioni meteo - ha aggiunto - Negli ultimi anni abbiamo trovato varie volte pioggia e freddo. E con il freddo si possono avere problemi di sottosterzo”. Per quanto riguarda gli pneumatici, infine, Adami ha sottolineato la novità delle Supersoft portate quest’anno dalla Pirelli:“Le abbiamo già usate nelle prime due gare ma è lo scorso anno qui c’erano solo Medium e Soft per cui venerdì dovremo lavorare per capirne il degrado e la prestazione in relazione alle altre mescole così da poter gestire al meglio la strategia”.

    Raikkonen:”Bei ricordi a Shanghai”

    Kimi Raikkonen si ricorda bene l’edizione 2007 del Gran Premio della Cina. Fu la svolta decisiva per il rush finale che lo portò a vincere il suo unico titolo mondiale dopo un’incredibile rimonta in classifica su Lewis Hamilton che lì commise un clamoroso errore uscendo di pista nella corsia dei box:“Non c’erano buone condizioni di pista, all’inizio l’asfalto era bagnato ed è andato asciugandosi pian piano. C’era la possibilità di passare dalle intermedie alle gomme da asciutto ma non è stato facile per nessuno… noi ne siamo venuti fuori bene”, ha ricordato il pilota della Ferrari. Tornando al presente, sembra che il tema non sia cambiato più di tanto visto che stiamo ancora parlando di meteo variabile:“Non è una pista facile ma è divertente – ha aggiunto Raikkonen - ci sono delle curve all’inizio che, se le fai bene, ti fanno guadagnare molto tempo”.