GP Cina F1 2016, libere Mercedes. Hamilton: “Degrado gomme sarà cruciale”

Rosberg e Hamilton con ancora del lavoro da fare per migliorare la W07. Entrambi avvisano: Ferrari vicina

da , il

    GP Cina F1 2016, libere Mercedes. Hamilton: “Degrado gomme sarà cruciale”

    Iniziano da “dietro”, 2 e 4 decimi rimediati dalla Ferrari nelle libere 2 del Gran premio di Cina, ma le due Mercedes restano le naturali favorite del week end. La situazione sembra, però, essere diversa dal Bahrain, diversa è la pista e nel settore centrale la SF16-H è parsa più efficace. Un quadro completo sulla pura velocità lo avremo solo domani, a patto che non arrivi la pioggia o le temperature non crollino rispetto ai valori odierni (le libere 2 sono iniziate con 46° C sull’asfalto).

    Ci sono quei pochi decimi di scarto che possono anche essere frutto del diverso momento in cui hanno fatto il tempo Raikkonen e Vettel rispetto a Rosberg e Hamilton, mentre in ottica gara il ritmo delle W07 è parso buono soprattutto con le medie. Le supermorbide, invece, hanno degradato prima e più che sulla Ferrari. Per seguire LIVE in diretta il Gran Premio di Cina di F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    «Il primo turno è stato condizionato dalle bandiere rosse, ma siamo riusciti a provare diverse soluzioni che hanno funzionato bene. Sembra che siamo veloci anche qui, ma al pomeriggio abbiamo visto una Ferrari molto rapida: li terremo d’occhio e dovremo fare un po’ di lavoro stanotte», ha spiegato Rosberg, terzo a 2 decimi da Raikkonen. Domani Nico deve puntare più che mai alla pole, per avvantaggiarsi su un Hamilton obbligato a scontare 5 posizioni di penalità in griglia.

    Ferrari sugli scudi nelle prove libere 2, Raikkonen davanti a Vettel | Prove libere 1, Rosberg al top | Vettel: “Possiamo ancora migliorare”

    Se sarà asciutta la qualifica, non è da escludere uno scenario suggestivo. Hamilton che fa la Q3 con le gomme morbide, per partire con una mescola teoricamente in grado di offrire una durata superiore nel primo stint di gara. Tutto dipenderà dal divario sulla concorrenza, con il rovescio della medaglia di arretrare oltre la sesta-settima posizione altrimenti prevedibile con una qualifica alla pari degli altri sul fronte delle mescole. «Non è stata una cattiva giornata. Non ero a mio agio stamane in macchina (diversi testacoda in curva 12; ndr) ma il team ha fatto delle modifiche ed è andata meglio al pomeriggio. Il meteo è stato sorprendentemente caldo, ma con molto vento a rendere difficile la guida sulle curve veloci», l’analisi del campione inglese.

    «Abbiamo visto già che il degrado delle gomme sarà un fattore cruciale, cosa piuttosto normale su questa pista ma comunque da tenere in considerazione per domenica». Sul lavoro condotto nelle due sessioni, Paddy Lowe spiga come siano stati fatti interventi sull’assetto, mentre la modalità di protezione in cui è andato il motore sulla macchina di Rosberg a fine libere 1 è stato un problema di poco conto, derivante dall’impianto di alimentazione. «I piloti erano in generale più contenti dopo la seconda sessione. Abbiamo condotto delle analisi sulle tre mescole sia con tanta benzina che con poca, dividendo il lavoro tra i piloti. Abbiamo tutti i dati che ci servono per domani, siamo molto vicini con la Ferrari sia sul giro secco che nel long run con tutti i compound, per cui ci aspetta un week end emozionante».