GP Cina F1 2016, qualifiche Red Bull: super-Ricciardo

A sorpresa, riesce a far meglio delle due Ferrari. Torna in prima fila una Red Bull

da , il

    GP Cina F1 2016, qualifiche Red Bull: super-Ricciardo

    E’ la sorpresa delle qualifiche del Gran Premio di Cina 2016. La Red Bull in prima fila non era pronosticabile nemmeno dai più ottimistici tifosi della scuderia di Milton Keynes. Eppure, Daniel Ricciardo riesce a staccare un tempo buono per stare davanti alle Ferrari. Certo, c’è l’errore di Raikkonen e Vettel a pesare nell’economia del risultato, ma la prestazione dell’australiano è di rilievo se confrontata con quella di un Kvyat “normale”: quasi mezzo secondo rifilato da Daniel. «Sono piuttosto sorpreso, qualificarsi in prima fila è un risultato incredibile, è andato sempre più veloce. Il vento ha dato qualche problema ma l’ha gestito». Sono le parole di Christian Horner, a sottolineare la prestazione. Per seguire LIVE in diretta il Gran Premio di Cina di F1 2016, BASTA CLICCARE QUI!

    Cosa potrà fare in gara? Vettel ha chiaramente escluso che possa essere un problema per le ambizioni Ferrari, Horner però non vuole partire già battuto: «Rosberg ha adottato una strategia differente sulle gomme, ma siamo in gara. Sappiamo di essere vulnerabili, ma daremo tutto. Abbiamo fatto una scommessa: se Daniel vince la gara dovrà tenere questo taglio di capelli per tutto l’anno, qualcosa per cui sua madre lo ucciderebbe!»

    Qualifiche, Rosberg strappa la pole all’ultimo giro | Vettel: “Non sono contento, non ho fatto un bel giro” | Hamilton: “Stagione difficile finora”

    E anche Ricciardo non nasconde felicità e “sorpresa” per la seconda posizione: «A esser sincero, all’inizio della qualifica non credevo fossimo nelle condizioni migliori con il bilanciamento, non sembrava potessimo lottare per le file davanti. In Q3 abbiamo trovato più velocità, la gomma supermorbida è insidiosa da gestire per fare il giro, l’ho metabolizzata durante la sessione, comprendendo un po’ di più cosa fare in pista e l’ingegnere a fare dei piccoli aggiustamenti alla pressione e sull’ala anteriore. Credo abbiamo un buon pacchetto dopotutto. E’ bello essere secondi, non ce l’aspettavamo».