GP Cina F1 2016, Red Bull. Kvyat: manovra rischiosa ma giusta

Ha azzardato in partenza ed è stato premiato. Gran rimonta di Ricciardo

da , il

    GP Cina F1 2016, Red Bull. Kvyat: manovra rischiosa ma giusta

    Ha visto uno spazio, ampio quanto il Volga, e si è tuffato senza esitare. Daniil Kvyat è all’origine dei “problemi” Ferrari nel Gran Premio di Cina 2016, con una buona partenza e l’azzardo di andare ad attaccare Vettel nello spazio che Seb aveva lasciato aperto. Il tedesco nel dopogara ha spiegato le sue ragioni a Daniil, che ascoltava con la faccia compiaciuta di chi sa di aver preso un rischio e ha incassato il premio. Chiude terzo, su una Red Bull molto in palla a Shanghai, come confermato dalle prestazioni di Ricciardo, arrivato non troppo lontano pur con la rimonta dalle posizioni basse dello schieramento, dov’è precipitato a seguito della foratura a inizio gara.

    «Penso di aver fatto una buona partenza, ho visto uno spazio e ho cercato di prendermelo, è stata una manovra forse rischiosa ma sono le manovre che ti portano e a podio e siamo qui, continuerò a spingere e rischiare», le parole di Kvyat.

    Si riscatta dopo due qualifiche opache e una gara appena sufficiente in Bahrain, mentre in Australia è stato spettatore incolpevole del ritiro prima ancora di partire. «Quella di oggi è una conferma per me, sono partito molto bene, la manovra in curva 2 è stata rischiosa, se ne può parlare ma mi ha portato a podio. Sono stato competitivo per tutta la gara, Sebastian ha fatto una rimonta eccezionale, alla fine abbiamo pagato il fatto di avere le medie nell’ultimo stint e non potevamo resistere al suo passo. Il week end è molto incoraggiante, siamo stati costantemente il terzo team in pista e con un po’ di sviluppo in futuro potremo dare ancora filo da torcere ai nostri avversari». In effetti, un dettaglio da rimarcare è l’assoluta rapidità della RB12, che equivaleva la Ferrari a parità di gomme quando Vettel e Kvyat erano in bagarre.

    La gara: Rosberg domina, Vettel rimonta dopo aver centrato Raikkonen | Vettel: “Mi dispiace per Kimi” | Rosberg vola nel mondiale: “Resta dura con Hamilton, come sempre”

    Si compiace del risultato, Christian Horner: «E’ stata una bellissima gara, tanta azione, le corse devono essere così. Devo dire che la partenza ha mescolato le carte, un peccato per Daniel, aveva un passo fantastico, poi la foratura». Quel Ricciardo che ha regalato le battaglie più belle, passando in pista Hamilton – pur con un fondo non in perfette condizioni – grazie a una manovra decisa. «Tanta sfortuna… Peccato, è andata così, queste cose di schifo succedono, non ho parole ma la gara è stata magnifica, ho fatto tutto quel che potevo fare, forse la mia miglior gara. Avevo la velocità per fare secondo, ho recuperato molto alla fine su Daniil, mi servivano più giri ma la velocità c’era ed ero molto contento. E’ stato un buon week end per la squadra, è emozionante guardando al futuro vedere le prestazioni che abbiamo», dice nel suo italiano che spiega con poche parole l’essenza della corsa. E la manovra su Hamilton? Ridendo, dice: «Grandi muscoli…».