GP Cina F1 2017: le Pagelle da 10 a 0!

GP Cina F1 2017: le Pagelle da 10 a 0!

Diamo i voti ai migliori ed i peggiori del GP della Cina 2017 di F1 nelle nostre pagelle senza peli sulla lingua

da in Circuito Shanghai F1, Formula 1 2017, GP Cina F1, Pagelle F1
Ultimo aggiornamento:
    GP Cina F1 2017: le Pagelle da 10 a 0!

    Pagelle del Gran Premio della Cina 2017 di F1 servite calde calde dal circuito di Shanghai. Grande Lewis Hamilton che si prende la vittoria nonostante la partenza sul bagnato non esalti la sua pole position. Grande anche di più Sebastian Vettel che deve sudarsi il secondo gradino del podio a suon di sorpassi dopo che l’incidente di Antonio Giovinazzi con la Sauber chiama in causa una safety car nel momento più sfortunato. Il tedesco della Ferrari sfoggia un duello muscolare con Daniel Ricciardo destinato ad entrare nella storia di questo sport. Fantastica è anche la prestazione di Max Verstappen che rimonta dal fondo dello schieramento inventandosi le sue solite traiettorie di sorpasso impossibili. Tra i peggiori delle nostre pagelle del GP della Cina, invece, dobbiamo citare Kimi Raikkonen che rallenta il compagno di squadra nel momento decisivo della corsa non consentendo alla Ferrari di battagliare ad armi pari con la Mercedes di Hamilton.

    Sebastian Vettel è cattivo sin dal via, quando mette la sua Ferrari mezza fuori dalla piazzola per avere più aderenza nello scatto da fermo. Aggressivo anche quando decide di passare dalle gomme intermedie alle slick prima di Hamilton. Sfortunato quando l’incidente di Giovinazzi porta la safety car in pista e lui non riesce a balzare davanti ai rivali che ancora non hanno fatto il pit stop. Forzuto nel riuscire a passare Raikkonen e Ricciardo. Fortunato quando Verstappen sbaglia la frenata in fondo al rettilineo principale e gli regala la seconda posizione. Tutto questo per dire che questo ragazzo è tornato in formato campione del mondo.

    Errore che regala la seconda posizione a Vettel a parte, Max Verstappen è il solito mostro del sorpasso. Il suo primo giro è epico. Il mondo in cui supera Ricciardo è ormai un classico del suo repertorio. Spettacolo e sostanza. Wow! Da 9 in Pagella!

    La safety car serve la vittoria a Lewis Hamilton su un vassoio d’argento dato che il suo unico rivale, Sebastian Vettel, si trova quinto e nel traffico dopo pochi giri. Lui controlla e comanda la situazione con autorevolezza.

    Carlo Sainz è l’unico che ha il coraggio di partire con le gomme slick sull’umido. Al termine della prima curva già sapeva che si sarebbe ritrovato ultimo.

    Poi inizia a riscuotere l’azzardo con gli interessi.

    A lungo criticato, oggi Kevin Magnussen si tiene lontano dai guai e porta la Haas in zona punti meritando una citazione anche nelle nostre pagelle.

    Daniel Ricciardo finisce la gara nei tubi di scarico di Max Verstappen ed in piena rimonta ricordando che il suo piede è altrettanto pesante rispetto al più celebrato compagno di box. Tuttavia, sul podio c’è quell’altro che, nel momento decisivo del GP di Cina, lo sorpassa senza pietà. E si prende gli applausi veri.

    Vallteri Bottas va in testacoda durante la safety car perdendo secondi preziosi. Grazie alle Mercedes rimonta con facilità ma sotto la bandiera a scacchi ci sono troppo macchine e troppi secondi di distacco tra lui ed Hamilton.

    Due incidenti in due giorni e quasi nello stesso punto per Antonio Giovinazzi. E’ il primo a mettersi il cappello da asino ed a chiedere scusa. Di lui era piaciuta la calma e la costanza, soprattutto. Messo nella mischia, però, si fa prendere dalla foga e commette alcuni errori tipici del debuttante. Deve stare attento, perché non ha molti jolly da giocarsi per coronare il suo sogno di diventare pilota ufficiale di Formula 1.

    Per la seconda volta in due gare Kimi Raikkonen becca una gran paga dal compagno Sebastian Vettel. Stavolta dà anche la fastidiosa impressione di rallentarlo nel momento decisivo del GP della Cina, vale a dire quando Hamilton prende il largo ed il tedesco resta bloccato nel traffico. Possibile che Iceman diventi un problema da qui a poco?

    Come nei tempi migliori, il pensionante Felipe Massa va decisamente in crisi quando l’asfalto è con poca aderenza. Ci sembrava rinato dal rapporto con Lance Stroll ma oggi non è riuscito neppure ad entrare in zona punti.

    Altri due ritiri per la McLaren-Honda. Come ampiamente previsto. Fernando Alonso letteralmente sverniciato dalla Mercedes di Bottas sul rettilineo del circuito di Shanghai è la cartolina umiliante che i motoristi giapponesi si porteranno a casa stavolta.

    944

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Shanghai F1Formula 1 2017GP Cina F1Pagelle F1
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI