GP Corea F1 2012: le pagelle di Yeongam

da , il

    GP Corea f1 2012, pagelle f1

    Ap/LaPresse

    Dopo esser stato il Re del Giappone, Sebastian Vettel si conferma anche nel GP di Corea 2012. Il tedeschino giunge davanti a tutti e si issa in testa al Mondiale piloti quando mancano 4 gare alla fine della stagione. Buona gara del consorzio delle lattine austriache: RedBull assolutamente imprendibili, ma anche Toro Rosso sugli scudi. Ferrari e Lotus fanno quello che possono, McLaren lontana parente di quella che solo 3 gare fa era la miglior vettura del circuito. Ma vediamo insieme le pagelle del Gran Premio.

    Vettel: Mission Complete

    Tutto va, come deve andare. Sebastian perde un po’ a sorpresa la Pole sabato, ma regola subito i conti con il suo compagno di squadra già alle prime curve. Da li in poi si poteva già spegnere il televisore, la gara era conclusa. Il tedesco ora è in testa al mondiale, ma quello che più conta è che la sua vettura è attualmente la più veloce e il mondiale sempre aver preso la strada della Germania per la terza volta di fila. VOTO 10

    Webber: il fenomeno delle partenze…

    Gianfranco Mazzoni sabato ha detto: “Mark Webber da sempre il meglio di se quando parte dalla pole position”. Naturalmente succede sempre il contrario di quello che dice il commentatore RAI, Webber non parte certo nel migliore dei modi e si fa infinocchiare dal suo compagno di squadra. Per il resto, gara da buon gregario a coprire le spalle dagli ipotetici attacchi del duo ferrarista. VOTO 9

    Alonso: si fa quel che si può

    Massimo risultato ottenuto col minimo sforzo. Fernando si fa beffa di Hamilton in partenza e si porta a casa un podio che purtroppo vuol dire secondo posto nel mondiale. Alonso e la sua Ferrari non possono nulla contro lo strapotere RedBull e cosi l’asturiano si limita a portare a termine la gara, sperando in tempi migliori.

    Purtroppo il futuro non sembra così roseo in casa Ferrari, e solo un miracolo dello spagnolo può riportare la macchina davanti a tutti nella classifica piloti. VOTO 7

    Massa: dalle stalle alle stelle

    Personalmente lo inchioderei al muro. Non è possibile avere un pilota del genere in una squadra importante come la Ferrari. Un’ameba, un fantasma per tre quarti dell’anno. Poi quando sente odore di possibile rinnovo per un’altra stagione si sveglia dal letargo, fa due gare da assoluto protagonista e ora rischia di strappare l’ennesimo contratto per la prossima stagione. Mr. incostanza fatto a persona, ma con uno così il mondiale costruttori comunque non lo si vincerà mai. Questa domenica Felipe è stato ottimo, a tratti molto più veloce del più quotato compagno di squadra, ma giustamente non gli fa la guerra. Con i se e con i ma non si fa la storia, ma a Fernando avrebbe fatto comodo lungo tutta la stagione un compagno di squadra competitivo pronto a strappare punti ai diretti concorrenti. Ha ancora 4 gare per riscattarsi. Speriamo. VOTO 8

    Hamilton: dalle stelle alle stalle

    Sfortunato, la macchina aveva numerosi problemi, il tracciato perde i pezzi e lui li raccoglie, tutti alibi accettabili. Ma in Corea il Leone d’Inghilterra ha lasciato spazio ad un gattino senza mordente. La McLaren non è più quella di Spa e Monza, ma Lewis non si danna l’anima più di tanto, dato che il mondiale e la scuderia non sono più roba sua. Mancano 4 gare, una lunga agonia per l’inglese. VOTO 4

    Raikkonen: Mr costanza

    Chi avrebbe scommesso sul positivo Comeback del finlandese? Io, ma solo perché amo carnalmente quest’uomo. Oggettivamente vederlo 3° in classifica mondiale a 4 gare dal termine neanche Iceman ci avrebbe mai creduto. E invece è così. Anzi, c’è anche un po’ di rammarico per come sono andate le cose in questa stagione, dato che per lunghi tratti la Lotus dava l’impressione di poter diventare la macchina più competitiva del lotto. Di vittorie arrivate invece non se ne vedono, ma la stagione del finlandese è comunque da incorniciare. Nella gara coreana Raikkonen deve accontentarsi di un quinto posto, conscio che più di così non si poteva ottenere. VOTO 7

    Strapotere Toro Rosso

    Bravi, bravi, bravi! Ricciardo partiva quart’ultimo, Vergne poco più avanti, ma i due piloti non si sono minimamente preoccupati hanno corso al massimo dal primo all’ultimo giro, arrivando nettamente in zona punti.

    Il loro gran premio lo hanno stravinto. VOTO 9

    Organizzazione GP Corea: meglio la corsa campestre di Parabiago

    Sono sempre favorevole a nuove piste e nuovi mondi nel Circus della F1. Sono contrario a chi dice che “la storia e il prestigio viene prima di tutto”, perché sennò i mondiali di calcio sarebbero da fare solo in Brasile o in Italia, le Olimpiadi solo in Grecia e così via. Invece è bello vedere mondi come il Sud Africa, Polonia, Ucraina, Russia che si affacciano ad alti livelli nel mondo dello sport. La Corea però NO! Doveva sorgere una nuova e fiorente città intorno al tracciato, e invece c’è ancora il deserto. Per non parlare poi dell’organizzazione, incapace di togliere la vettura di Rosbergo per quasi 10 giri ad inizio gara. Purtroppo si andrà ancora in Corea il prossimo anno… VOTO 0

    PADDOCK GIRLS GP COREA F1 2012