GP Corea F1 2013, Alonso: “Queste gomme non sono buone”

Fernando Alonso prova a pesare le parole nella conferenza stampa che segue le qualifiche del Gran Premio di Corea 2013 di Formula 1

da , il

    GP Corea F1 2013, Alonso: "Queste gomme non sono buone"

    Fernando Alonso prova a pesare le parole nella conferenza stampa che segue le qualifiche del Gran Premio di Corea 2013 di Formula 1. Tuttavia il pilota Ferrari non riesce a non essere pesante nel giudicare il comportamento degli pneumatici Pirelli:“Abbiamo graining. Le gomme purtroppo non sono molto buone… non sono di buona qualità. In Q3 abbiamo spinto al massimo per estrarre il massimo dalla macchina, abbiamo migliorato nel primo e nel secondo settore ma non siamo riusciti a completare il giro con una buona performance perché non hanno retto neppure per 5 chilometri”. Lo spagnolo si dimentica di specificare che buona parte dei problemi lamentati riguardano principalmente solo la Ferrari. In tal senso, arriva una indiretta risposta da Lewis Hamilton a Sky:“In verità con noi oggi si sono comportate molto bene! Spero che continuino a funzionare in questo modo anche domani…”

    Alonso punta sempre sulla gara

    In ottica gara Fernando Alonso pensa comunque di poter dire la sua:“La Red Bull è stata superiore oggi come nei 4 anni precedenti ma noi in due stagioni li abbiamo messi in difficoltà fino all’ultima gara. Sappiamo che la domenica miglioriamo un po’. Il podio resta un obiettivo grazie al nostro passo gara anche se qui abbiamo sofferto nel long run delle prove libere. Pensiamo di fare 2 pit stop per cui dovremmo avere una prima parte con una guida molto accorta. Ci sarà da ascolta gli ingegneri per sapere quanto è opportuno far durare gli pneumatici”.

    Hembery: “Graining non degno di nota”

    Anche Paul Hembery – chi altrimenti? – Direttore di Pirelli Motorsport, prende le difese del proprio prodotto: “Le squadre hanno a disposizione molti dati sulle mescole medium e supersoft già da Singapore, dove abbiamo portato la stessa combinazione. Qui il circuito è diverso, i carichi di energia laterale sono molto più alti e, nonostante la superficie scivolosa, le squadre non hanno avuto molti problemi di graining e non ci sono stati grandi sorprese in linea generale. Abbiamo rilevato una differenza sul giro di circa un secondo fra le due mescole, anche se ci aspettiamo che il divario diminuisca un po’ andando avanti”.

    Raikkonen: “So convivere con i problemi di schiena”

    Tra le note non positive delle qualifiche del Gran Premio di Corea dobbiamo citare anche il prossimo ferrarista Kimi Raikkonen. Il finlandese ha fatto sapere che a fine stagione farà “qualcosa” per tornare al massimo della forma fisica dopo i problemi alla schiena:“Non sarà un’operazione chirurgica ma qualcosa che anche in passato quando correvo nel rally mi ha aiutato. Col tempo - l’incidente risale al 2001 – le cose sono andate un po’ peggiorando e correre con dei distubri non è il massimo ma sono sicuro che non mi condizioneranno più di come è stato nell’arco di tutta la mia carriera”.