GP Corea F1 2013: arriva il Fanta F1 [FOTO]

Nuovo Gran Premio alle porte e nuova appuntamento con il Fanta F1

da , il

    GP Corea F1 2013: arriva la Fanta F1 [FOTO]

    Nuovo Gran Premio alle porte e nuovo appuntamento con il Fanta F1. Il nostro gioco a pronostici atterra questo fine settimana in Corea del Sud, più precisamente sul circuito di Yeongam. Chi sarà in pole position? C’è tempo fino alle ore 23.59 di questo venerdì per indovinarlo. Quale sarà l’ordine d’arrivo dei primi 8 classificati? Chi farà segnare il giro più veloce in gara? Ci sono 24 ore di tempo in più, fino alle ore 23.59 di sabato, per indicarlo. Partecipare al Fanta F1 di Derapate è semplicissimo: basta essere iscritti al nostro sito e cliccare sulla propria pagina personale o seguire i banner che si trovano a lato della pagina principale.

    Siamo alla quarta edizione della gara coreana. Gli unici piloti, ad ora, in grado di vincere qui sono stati Fernando Alonso e Sebastian Vettel. Il circuito di Yeongam misura 5,615 km, la velocità media è di 195 km/h mentre quella massima è di 315 km/h circa. L’acceleratore è al massimo per il 55% del tempo di percorrenza e, ad ogni giro, stando ai dati forniti dalla Renault, si consumano 2,70 kg di benzina. Queste informazioni sul carburante sono molto importanti in ottica tattiche di gara. Al pari di Spa-Francorchamps, causa alternanza tra lunghi rettilinei, curve di vario raggio e nuove accelerazioni (soprattutto nella parte finale del giro), il consumo di carburante è ai massimi del campionato. Chi potrà beneficiare di mappature del motore più “gentili”, avrà un vantaggio di peso non indifferente rispetto alla concorrenza.

    Altro elemento cruciale sono le gomme. Le mescole portate in Corea dalla Pirelli sono le Medium e le Supersoft. La stessa combinazione si è vista in azione a Singapore. Qui, però, lo scenario è completamente diverso. Sia a livello ambientale. Sia per quel che concerne la configurazione della pista. “Ci aspettiamo una differenza significativa nel tempo sul giro tra le due mescole scelte, come è stato a Singapore, e questo aiuterà i Team ad elaborare differenti strategie per guadagnare posizioni in pista”, ha dichiarato Paul Hembery senza volersi spingere, a differenza del solito, nel fare pronostici su quale sia il numero di pit stop ideale.

    Ultima citazione, relativamente ai nodi da sciogliere prima di fare il pronostico, la merita il meteo. Nel 2010 la gara iniziò con notevole ritardo e i piloti passarono buona parte del tempo (17 giri) dietro la safety car causa pista ai limiti dell’impraticabilità. Quest’anno potrebbe ripetersi qualcosa di analogo. Il tifone Fitow risparmierà la pista fino a sabato ma domenica, in occasione della partenza della gara, la musica sarà diversa. E’ possibile che la sua coda passi dal circuito di Yeongam sebbene ultimamente pare abbia spostato leggermente la propria traiettoria. In ogni caso, la maggior parte degli addetti ai lavori si aspetta una gara bagnata. Tenetene conto!