GP Corea F1 2013, Ferrari depressa: Alonso sbatte contro il muro Hulkenberg!

Fernando Alonso prende atto che la Ferrari nel Gran Premio di Corea 2013 di Formula 1 è incapace persino di tenere alto l'orgoglio restando dietro ad Hulkenberg per tutta la gara

da , il

    GP Corea F1 2013, Ferrari depressa: Alonso sbatte contro il muro Hulkenberg!

    Fernando Alonso ha finito la rabbia. Ora gli resta solo la sconsolazione nel prendere atto che la Ferrari nel Gran Premio di Corea 2013 di Formula 1 è incapace persino di tenere alto l’orgoglio. Lo spagnolo, imitato poi da Lewis Hamilton nel finale di gara, si trova un muro invalicabile che risponde al nome di Nico Hulkenberg. Il punto è che, anche superandolo, avrebbe potuto fare ben poco per migliorare la propria posizione finale. Il titolo, in questo senso, è davvero andato:Vettel ha tanti punti ed è lontanissimo come prestazione. Ci dà 30” a gara e quindi non possiamo illuderci per il campionato – ha ammesso l’asturiano - Noi non molliamo e facciamo il 100% ad ogni gara ma il nostro obiettivo realistico è ora di fare il 2° posto nei costruttori”. [vedi qui la classifica mondiale]

    Alonso: “Impossibile passare Hulkenberg”

    “In gara oggi abbiamo visto che non eravamo competitivi – è il laconico commento di Fernando Alonso al suo GP di CoreaQuesto è stato frustrante ma dobbiamo pensare a Suzuka e tornare sul podio che è quello che più ci compete. Abbiamo visto che la Sauber aveva una grande velocità di punta e purtroppo ci sono finite davanti. Questo ha stressato anche di più le nostre gomme. Hamilton, poi, ha confermato a tutti che non era facile passarli”.

    Hamilton: “Solo frustrazione”

    L’inglese della Mercedes, citato da Alonso, deve rimpiangere l’errata tattica di gara della sua squadra che lo ha fatto precipitare dietro alla Sauber:“Non so cosa dire. Non è stata una bella giornata. Non puoi fare nulla per migliorare ed emerge la frustrazione”. Non è pimpante nemmeno Rosberg che si è fatto quasi un chilometro a 300 all’ora con il muso mezzo staccato:“Alla fine ho capito bene come usare le gomme in gara. Meglio tardi che mai. E’ un peccato che sia andata così”.

    Hulk, secondo eroe di giornata

    Dopo Vettel, forse ancor più del connazionale, è Nico Hulkenberg l’eroe di giornata:“Quello che ho fatto è come una vittoria a livello di sensazioni che sto provando. E’ stata dura tenere dietro Mercedes e Ferrari. La Sauber dopo la pausa estiva è migliorata e questo fine settimana ha dato ottime prestazioni. Dovevamo approfittare della nostra buona trazione e della velocità di punta e ci siamo riusciti. Questo risultato mi h adato maggiore visibilità ma non credo che cambi la mia reputazione visto che ormai tutti mi conoscono da qualche anno qui in F1.”